Come allevare suini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra gli animali da allevamento, i suini ricoprono sicuramente un posto d'onore: i motivi di tale successo, che si presenta quasi distinzione in tutto il mondo, sono molteplici. Innanzitutto, sono animali non particolarmente esigenti, sia dal punto di vista dell'alimentazione che della cura necessaria; in secondo luogo, la loro carne si presta a molteplici utilizzi e, come dice il detto, poche (se non nulle) sono le parti che restano inutilizzate. In questa guida vedremo come allevare sia i verri, che sono i maiali maschi, che le scrofe, che invece sono le femmine.

26

Occorrente

  • 1 scrofa
  • 1 verro
  • spazio all'aperto
36

Razze di suini

Molte sono le razze che vengo allevate ancora oggi presso le famiglie di contadini, e le più importanti sono: la razza calabrese, la casertana, la cinta senese, la mora romagnola, il nero siciliano e infine la sarda. Ma a farla da padroni sono sicuramente gli allevamenti industriali, dove questi capi vengo allevati senza molto rispetto e valutati solo come introiti economici, per via della grande richiesta sia di carne che di salumi ricavati da essa.

46

Tipi di allevamento

Non esiste un unico modo di allevare i suini: ogni strategia utilizzata ha i suoi pro ed i suoi contro, che si riflettono sulle spese da affrontare e sulla qualità del prodotto ottenuto, senza mai dimenticare il benessere degli animali. Per quanto riguarda i suini, infatti, così come per la stragrande maggioranza degli animali da fattoria, il miglior allevamento e quello "all'aperto", che vede i maiali crescere in ampi spazi aperti, opportunamente recintati, dove possono vivere quasi nelle stesse condizioni dello stato brado. Questa tecnica, oltre ad offrire il dovuto rispetto nei confronti dell'animale, non provoca stress di alcun tipo in esso. Un'altra tecnica per allevare i maiali potrebbe essere quella "su paglia". Questo tipo di allevamento viaggia in mezzo tra l'allevamento intensivo e quello all'aperto. La tecnica è molto semplice: i maiali vengono tenuti in stalle e lasciati all'aperto per poche ore della giornata.

Continua la lettura
56

Accoppiamento dei suini

Ipotizziamo di iniziare il nostro allevamento con una scrofa e un verro. In genere quest'ultimo raggiunge pesi davvero molto notevoli, quindi per effettuare correttamente l'accoppiamento sarà necessario ricorre all'aiuto di appositi "travagli". Questi altro non sono che sostegni in cui il verro si potrà appoggiare senza pesare sulla scrofa, evitando il rischio di schiacciarla. Il periodo di gestazione dell'animale è pari a 114 giorni e possono nascere da 10 ai 12 lattonzoli; il loro peso varia dai 700 grammi al chilo circa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La tecnica migliore per allevare i maiali è sicuramente quella all'aperto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come allevare i pipistrelli

Il pipistrello è un mammifero non molto famoso e legato spesso ad alcune leggende che raccontano delle loro storie terribili. Innanzitutto, bisogna assolutamente sfatare due affermazioni: i pipistrelli si attaccano ai capelli della gente e si nutrono...
Altri Mammiferi

Consigli per allevare un toporagno

Il toporagno è una specie appartenente alla famiglia dei Soricidi, un' ordine di mammiferi molto simili ai topi. Questa specie è caratterizzata da un lungo muso appuntito e da una soffice pelliccia dalle tonalità marroni e grigie. A differenza dei...
Altri Mammiferi

Come allevare conigli da carne

I conigli appartengono alla famiglia dei leporidi e generalmente vengono allevati per l'ottima carne che se ne ricava. Ultimamente però il coniglio è presente in tantissime abitazioni come animale domestico da compagnia. Leggendo questo semplice tutorial...
Altri Mammiferi

Come allevare i topi

i topi sono generalmente considerati dei roditori da cui stare molto lontani. Ma contrariamente a ciò che si sostiene, ci sono alcune persone che preferiscono allevarli proprio come se fossero dei criceti o di porcellini d'India. A tal proposito, i topi...
Altri Mammiferi

Come allevare un puledro orfano

Quando per un qualsiasi motivo un puledro appena nato non può essere accudito dalla madre, o perché è morta durante il parte, o perché lo rifiuta, occorre porre in atto una serie di azioni per evitare di mettere in pericolo la vita stessa dell'animale....
Altri Mammiferi

Come allevare il petauro dello zucchero

Il petauro dello zucchero è un piccolo marsupiale che viene così chiamato per la sua preferenza a nutrirsi di frutta, cibi che hanno dunque un alto contenuto zuccherino. Viene chiamato anche scoiattolo volante per i suoi agilissimi balzi che compie...
Altri Mammiferi

Come allevare un pony esperia

Vi sono molte razze di cavalli, e tra queste ci sono i Pony, i quali si suddividono anch'essi in molti tipi. Il Pony Esperia è un pony originario del Lazio, anche se molti studiosi hanno individuato che risale ad origini antiche, ai tempi delle popolazioni...
Altri Mammiferi

Nutrie: cosa puoi dar loro da mangiare

La nutria è un esemplare di animale che appartiene alla famiglia dei roditori, ed in gergo viene chiamato castorino. Le sue origini sono Sudamericane, e soltanto le sue ridotte dimensioni e una forma di coda particolare consentono di distinguerlo dal...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.