Come allevare un cavallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cavallo è un animale eccellente, molto diverso da tutti gli altri: allevare un cavallo richiede molto impegno e accortezze; bisogna tener conto dello spazio in cui farlo vivere e muovere, che segua un'alimentazione adeguata, che abbia una corretta pulizia, altri cavalli con cui interagire, che sia protetto dalle intemperie, e che goda della giusta quantità d'aria e di luce. Vediamo passo passo come prendersene cura.

26

Occorrente

  • movimento
  • acqua
  • foraggio
  • copertura
  • ricambio d'aria
36

Il riposo

Giornalmente un cavallo ha bisogno di bere dai 20 ai 60 litri d'acqua. Non è sufficiente lasciargli a disposizione l'acqua, bisogna anche controllare che gli abbeveratoi e altri contenitori, siano ben puliti e che l'acqua sia potabile. Per almeno 16 ore al giorno deve avere sempre a disposizione del foraggio grezzo (paglia pulita, erba, fieno), oppure può essergli dato per un minimo di tre volte durante il giorno. Per garantire al cavallo un buon riposo, è necessario che lo spazio sia sufficiente, per permettergli anche di sdraiarsi completamente e allungare le zampe. Nel caso in cui il cavallo venga lasciato continuamente al pascolo, deve poter disporre di una copertura che possa proteggerlo dal freddo e dalle intemperie. Non ha bisogno di stalle climatizzate, ma di un buon ricambio d'aria, di soffitti alti e di finestre e porte che possano far entrare la luce necessaria alla stimolazione del suo metabolismo.

46

Le articolazioni

Il cavallo ha bisogno di muoversi per conservare sane le articolazioni, per una buona digestione, per mantenere una respirazione regolare e per stimolare l'organismo. La limitazione del movimento può procurargli gravi conseguenze. È necessario che possa muoversi frequentemente all'aperto, soprattutto se non viene cavalcato. Sarebbe necessario che questo avvenga almeno 13 giorni al mese, in settori di uscita con recinzioni ben visibili. È assolutamente sconsigliato tenere il cavallo attaccato a lungo, ma solo per brevi periodi; è inoltre indispensabile per il suo benessere che sia a contatto con i suoi simili: tenerlo completamente da solo è possibile per poco tempo.

Continua la lettura
56

In conclusione

Come tutti gli altri animali, anche il cavallo si prende cura da solo del proprio manto e della propria pelle, rotolandosi nell'erba, strofinandosi sulle piante, o grattandosi con gli altri suoi simili. Quando
però non è nelle condizioni di farlo, è necessario che sia l'uomo a pulirlo e stringarlo; è importantissima la cura degli zoccoli, per garantire una posizione e un movimento corretti. I peli tattili (vibrisse) intorno al naso, agli occhi e alla bocca, non vanno mai tolti, perché sono quelli che gli permettono di percepire gli oggetti al buio o fuori dal suo campo visivo.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Cura dell'Animale

Come allevare un gruppo di anatre

Capita di continuo durante una passeggiata in un parco di avvistare degli anatroccoli. Questi simpatici volatili amano sostare sul pelo dell'acqua in laghetti e stagni. Sono un'attrazione per grandi e piccini, che possiamo allevare a casa nostra. Le anatre...
Cura dell'Animale

Come allevare un pony

La Federazione Equestre Internazionale ha stabilito che qualsiasi cavallo dalle dimensioni inferiori ai 151 cm può essere definito un Pony. Sul territorio italiano sono presenti diversi allevamenti, all'interno dei quali è possibile far crescere ed...
Cura dell'Animale

Come allevare le capre da latte

Per anni la pastorizia e l'agricoltura sono stati il settore trainante dell'economia italiana e mondiale. Oggi i tempi sono cambiati e al posto dei pascoli sono sorti degli allevamenti ben tecnologizzati. Ma se siete intenzionati all'allevamento vecchio...
Volatili

Come allevare un fagiano

Il fagiano appartiene alla famiglia delle Phasianidae. Molto diffuso sul territorio nazionale è in realtà originario dell'Asia. Esistono tante specie, ciascuna con caratteristiche diverse. In generale, però, il fagiano si presenta con un corpo slanciato,...
Cani

Come allevare cani di razza

I cani si sa, sono i migliori amici dell'uomo, ma sono anche degli esseri viventi e come tali devono essere educati. Non tutti infatti riescono ad essere dei buoni padroni e ad insegnare al proprio cane la maniera migliore di comportarsi, soprattutto...
Cani

Come allevare un Chongqing

Il cane cinese Chongqing deve il suo nome all' omonima città di Chongquing, situata nella regione dello Sichuan. È un animale di taglia media con un' origine molto antica: Alcuni reperti archeologici testimoniano la sua presenza, risalente all' epoca...
Rettili e Anfibi

Come Allevare Le Lucertole

Possedere un'animale domestico è cosa piuttosto comune. Alcune volte però si scelgono animali piuttosto inusuali da tenere come compagnia. Serpenti, Iguana, e perfino lucertole, sono i rettili più scelti come animai domestici. Ma per poterli tenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.