Come allevare un dogo argentino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Dogo Argentino è un cane molossoide, le cui origini sono situate appunto nel Paese sudamericano, dal caratteristico colore bianco. Si tratta di una razza estremamente giovane, frutto di molti incroci, e che oltretutto pare essere ancora in evoluzione, soprattutto considerando alcune peculiarità del cane. Andiamo a vedere come allevare un Dogo Argentino.

25

La struttura

È molto importante che la struttura del Dogo Argentino sia sempre molto ben proporzionata in tutte le sue parti. Anche la testa, che probabilmente lo caratterizza maggiormente, deve essere proporzionata al corpo, soprattutto per non fargli perdere potenza e agilità. In genere, un Dogo Argentino adulto maschio è alto fino a 70 cm e può pesare un massimo di 45 kg; le femmine possono arrivare a 65 cm di altezza e a 40 kg. Queste caratteristiche dovrebbero essere sempre rispettate per non far perdere al Dogo le proprie peculiarità, in particolare proprio la differenza di altezze fra maschio e femmina.

35

Il pelo

L’origine della razza vuole che il Dogo abbia un bel pelo bianco corto, ma una delle maggiori problematiche di oggi riguardano la comparsa di macchie. Oltretutto ancora non è stata data una risposta convincente alla presenza di queste, con ipotesi che vanno da una non corretta alimentazione ad un eccessiva esposizione alla luce del sole. Una convinzione accreditata si rifà a una semplice struttura o predisposizione genetica, che conferma come il Dogo sia in effetti una razza ancora in evoluzione.

Continua la lettura
45

La dentatura

Un problema sempre crescente è anche quello che concerne i premolari. Al momento lo standard della razza accetta cani Dogo Argentino a cui mancano uno o due premolari, ma vi è comunque grande preoccupazione per il prosieguo, cosa che spinge maggiormente accoppiamenti fra cani con dentature complete in almeno uno dei due partner. In primo luogo perché, anche a causa della percentuale crescente del problema, si rischia di avere cani con una dentatura sempre più incompleta; in aggiunta le problematiche possono aggiungersi a quella del mandibola, che deve far chiudere la dentatura a forbice e non con prognatismo (mandibola allungata in avanti) o enognatismo (mandibola poco sviluppata, con gli incisivi che finiscono sul palato).

55

L'educazione

Il Dogo Argentino è un cane affettuoso, leale e protettivo, che non ha bisogno di un'educazione particolarmente marcata. L'unica attenzione è rivolta verso il suo carattere competitivo, che spesso lo porta a confrontarsi con gli altri cani. Questa caratteristica può uscire fuori, a volte, anche col padrone; si renderà necessario, quindi, far capire subito al cucciolo di Dogo chi comanda. Altamente sconsigliata, comunque, la punizione fisica (perché potrebbe minare la fiducia del cane per sempre), sicuramente preferibili le ricompense a comportamenti e azioni meritevoli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come allevare i tacchini all'aperto

L'allevamento di animali all'aperto rappresenta un metodo naturale, sano e volto al benessere degli animali stessi. In particolare, allevare tacchini può essere l'ideale per chi abita in campagna e dispone di un ampio terreno. I tacchini sono infatti...
Volatili

Come allevare uno fenicottero

Animali straordinari per aspetto, movenze e colorazione, i fenicotteri amano stare liberi in natura, godendo degli ambienti e del cibo che questa gli offre. Pur tuttavia, se si desidera allevare uno di questi animali, è bene seguire scrupolosamente alcune...
Volatili

Come allevare un gufo

Adottare un animale è un atto di immensa gioia. La maggior parte di noi infatti ospita in casa un piccolo amico. I cani e i gatti sono sicuramente quelli più comuni. Ma tantissime persone si occupano quotidianamente anche di animali meno convenzionali,...
Volatili

Come allevare i pavoni

Se avete intenzione di allestire nel vostro giardino un sorta di pollaio, potete approfittarne per allevare i pavoni. Si tratta infatti di animali che hanno bisogno di uno spazio minimo per poter crescere sani, e soprattutto sviluppare un piumaggio bello...
Volatili

Come allevare un fagiano

Il fagiano appartiene alla famiglia delle Phasianidae. Molto diffuso sul territorio nazionale è in realtà originario dell'Asia. Esistono tante specie, ciascuna con caratteristiche diverse. In generale, però, il fagiano si presenta con un corpo slanciato,...
Volatili

Come allevare i canarini da canto

Svegliarsi il mattino al canto degli uccelli mette decisamente di buon umore. Chi ama prendersi cura di questi piccoli animali è sempre più convinto d'intraprendere l'ambizioso cammino di allevare dei canarini. Apparentemente tutti i canarini emettono...
Volatili

Come allevare i cardellini

La casa rappresenta un luogo dove sentirsi a proprio agio. Quindi ogni soggetto decide di intraprendere i propri hobby. Come ad esempio per coloro che possiedono un giardino, possono dedicarsi al giardinaggio, e creare così delle aiuole con dentro vari...
Volatili

Come allevare i piccioni

I piccioni o colombi fanno parte della grande famiglia dei colombidi ai quali appartengono non solo i colombi ma anche le tortore. Allevare i piccioni può rappresentare per qualcuno una semplice passione, ma può anche costituire fonte di guadagno. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.