Come allevare un pony esperia

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Vi sono molte razze di cavalli, e tra queste ci sono i Pony, i quali si suddividono anch'essi in molti tipi. Il Pony Esperia è un pony originario del Lazio, anche se molti studiosi hanno individuato che risale ad origini antiche, ai tempi delle popolazioni africane. Il pony è alto circa un metro e mezzo e di solito veniva usato per la soma piuttosto che per cavalcarlo, al giorno d'oggi si allevano e vengono addestrati come cavalli. Come per tutti gli altri animali, anche l'allevamento per i cavalli richiede molta dedizione e pazienza.

25

Regole importanti

Bisogna tenere a mente che i tempi di apprendimento e i risultati di quest'ultimo variano da pony a pony, in quanto ognuno ha il proprio tempo di reazione e di apprendimento dei concetti imparati. È molto forte e robusto e nonostante la sua altezza e muscolosità riesce comunque ad essere molto agile e veloce. È una razza molto vivace, giocherellona e vive molto bene in gruppo. Il pony si ciba di radici ed erbe che crescono spontanee. Si cibo inoltre di mele, carote e molta altra frutta.

35

L’addestramento

È molto importante instaurare un ottimo feeling con il pony nelle prime due settimane, per far in modo che l’anima si fidi completamente di voi e si instauri un rapporto non solo di fiducia ma anche un rapporto dove c’è il gioco. La prima settimana bisogna abituare l’animale a seguirci con la cavezza a mano. Una volta che questo primo passo è avvenuto con successo e il pony ha acquisito fiducia si può iniziare a farlo girare con la lunghina e iniziare un percorso in cerchio. Durante il percorso si può stimolare il pony con la lunghina, ti senza esagerare, per non farlo prendere paura e che non perda fiducia in noi.

Continua la lettura
45

Premiare il pony

Bisogna sempre premiare il pony ogni qualvolta che esegue in modo corretto l’esercizio che gli abbiamo ordinato. Si può premiare il pony con una mela, una carota, una foglia di verdura o anche solo una carezza. L’atteggiamento da avere nei confronti del pony è un atteggiamento severo ma anche dolce. Quando il pony dimostra un rilassamento e risponde sempre attivamente al comando che gli abbiamo ordinato si può iniziare il processo di sellatura che si avvia nella seconda o terza settimana di addestramento...

55

La sellatura e il cavalcamento

Nella seconda o terza settimana di addestramento inizia il processo di sellatura, che è un processo un po’ delicato in quanto non bisogno spaventare l’animale ma anzi far si che si senta sicuro e a proprio agio. Bisogna posizionare la sella sulla schiena del pony stando molto attenti a non fargli male, quindi bisogna metterla con accuratezza. Successivamente bisogna abituare il pony ogni giorno alla sella e quindi va messa almeno una volta al giorno. Una volta che il pony si è abituati alla della, alla sensazione e si sente rilassato e dimostra un’ulteriore fiducia si può iniziare a cavalcarlo, e risulterà tutto molto semplice perché l’addestramento precedente di un mese avrà portato i suoi frutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come allevare un pony

La Federazione Equestre Internazionale ha stabilito che qualsiasi cavallo dalle dimensioni inferiori ai 151 cm può essere definito un Pony. Sul territorio italiano sono presenti diversi allevamenti, all'interno dei quali è possibile far crescere ed...
Altri Mammiferi

Tutto sul Pony Shetland

Lo Shetland ha origine nelle isole Shetland, all'estremo nord della terraferma scozzese. Per molti secoli i pony Shetland viveva allo scoperto, grazie alla sua folta chioma che lo proteggeva dalle intemperie; questa razza di pony venne addomesticata nel...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony della giara

Il cavallo della Giara è un pony agile e rustico che vive allo stato brado in Sardegna, sul vasto altopiano della Giara, splendida località situata in provincia di Nuoro. Insediato da secoli nell'isola, ha però delle origini piuttosto incerte: alcuni...
Cani

10 consigli per allevare cuccioli di pastore tedesco

Il pastore tedesco è il cane per eccellenza: è una delle razze simbolo che nelle sue caratteristiche convoglia velocità, capacità di addestramento, ricerca e forza. Sono cani di ottima compostezza, di altezza medio-alta ed ottimi animali da compagnia....
Volatili

Come allevare un falco pellegrino

Il falco pellegrino è una delle specie della famiglia dei Falconidi, forse la più diffusa al mondo. Questo animale è conosciuto come il più veloce fra gli esseri viventi. Quando si lancia in picchiata durante le sue battute di caccia riesce a raggiungere...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio ad utilizzare la lettiera

Allevare un coniglio non è affatto difficile, in quanto si tratta di un animale che sotto molti aspetti somiglia tantissimo ad un gatto e non solo dal punto di vista fisico, ma anche dal modo di agire e di muoversi. Se dunque avete deciso di tenerlo...
Cani

Come allevare un siberian husky

Quella del Siberian Husky è una delle razze canine più diffuse al mondo. Un cane di questo tipo, di medio - grande taglia, non è facilissimo da gestire. Un po' come tutti i cani dalle dimensioni importanti, anche il Siberian Husky ha bisogno di una...
Volatili

Come allevare un gufo

Adottare un animale è un atto di immensa gioia. La maggior parte di noi infatti ospita in casa un piccolo amico. I cani e i gatti sono sicuramente quelli più comuni. Ma tantissime persone si occupano quotidianamente anche di animali meno convenzionali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.