Come allevare un puledro orfano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando per un qualsiasi motivo un puledro appena nato non può essere accudito dalla madre, o perché è morta durante il parte, o perché lo rifiuta, occorre porre in atto una serie di azioni per evitare di mettere in pericolo la vita stessa dell'animale. A differenza di altri, il puledro che rimane orfano ha necessità di ricevere cure specifiche, come un'alimentazione adatta e un ambiente consono che riducano al minimo la possibilità di contrarre infezioni di vario genere. In questa guida cercheremo di darvi delle indicazioni sommarie su come allevare un puledro orfano, rimandando comunque il lettore a consultare un esperto del settore (allevatore o veterinario) per conoscenze più approfondite.

26

Colostro

Appena nato e comunque entro le prime ore di vita è necessario far bere al puledro del colostro, sostanza presente nel latte materno, necessario per sopperire all'assenza di difese immunitarie dell'animale. Il puledro nasce infatti privo di ogni tipo di difesa e per questo motivo è esposto ad ogni tipo di patogeni esterni. La somministrazione del colostro sopperisce a questa assenza di difese immunitarie fino al momento in cui non inizierà a produrle da sé. Se sono presenti altre cavalle che hanno appena partorito, il colostro può essere preso dalle stesse, oppure da eventuali riserve congelate; in questo caso occorre prima farlo scongelare a bagno maria e poi darlo al puledro. Infine ci si può rivolgere ad una banca del colostro. L'importante è che la somministrazione avvenga entro le prime 2 ore di vita e poi nelle ore successive. Trascorsi i primi giorni, al puledro può essere somministrato latte proveniente da altre razze animali, come capre o mucche.

36

Ambiente pulito

Sempre con riferimento all'assenza di difese immunitarie, sarebbe opportuno che nel primo periodo di vita, il puledro stia in un ambiente pulito e tranquillo, questo per evitare che possa contrarre malattie. Inoltre, è indispensabile evitare di trasportarlo da un luogo all'altro evitando ogni forma di stress.

Continua la lettura
46

Madre adottiva

L'ideale per far crescere un puledro orfano è quello di affidarlo ad una cavalla adottiva che a sua volta ha appena perso il puledro. In questo modo il puledro avrebbe garantita una corretta alimentazione e verrebbe cresciuto da un cavallo, cosa fondamentale affinché da adulto si relazioni perfettamente con i suoi simili, cosa che può non avvenire se cresce in un ambiente in cui sono presenti solo esseri umani. Nel caso in cui non fosse possibile affidarlo ad un altra cavalla, si consiglia di affiancarlo ad un altro cavallo più anziano e dal carattere docile, oppure ad un altro puledro orfano.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiedere sempre consiglio ad un esperto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come allevare i pipistrelli

Il pipistrello è un mammifero non molto famoso e legato spesso ad alcune leggende che raccontano delle loro storie terribili. Innanzitutto, bisogna assolutamente sfatare due affermazioni: i pipistrelli si attaccano ai capelli della gente e si nutrono...
Altri Mammiferi

Come allevare suini

Tra gli animali da allevamento, i suini ricoprono sicuramente un posto d'onore: i motivi di tale successo, che si presenta quasi distinzione in tutto il mondo, sono molteplici. Innanzitutto, sono animali non particolarmente esigenti, sia dal punto di...
Altri Mammiferi

Consigli per allevare un toporagno

Il toporagno è una specie appartenente alla famiglia dei Soricidi, un' ordine di mammiferi molto simili ai topi. Questa specie è caratterizzata da un lungo muso appuntito e da una soffice pelliccia dalle tonalità marroni e grigie. A differenza dei...
Altri Mammiferi

Come allevare conigli da carne

I conigli appartengono alla famiglia dei leporidi e generalmente vengono allevati per l'ottima carne che se ne ricava. Ultimamente però il coniglio è presente in tantissime abitazioni come animale domestico da compagnia. Leggendo questo semplice tutorial...
Altri Mammiferi

Come allevare i topi

i topi sono generalmente considerati dei roditori da cui stare molto lontani. Ma contrariamente a ciò che si sostiene, ci sono alcune persone che preferiscono allevarli proprio come se fossero dei criceti o di porcellini d'India. A tal proposito, i topi...
Altri Mammiferi

Come allevare il petauro dello zucchero

Il petauro dello zucchero è un piccolo marsupiale che viene così chiamato per la sua preferenza a nutrirsi di frutta, cibi che hanno dunque un alto contenuto zuccherino. Viene chiamato anche scoiattolo volante per i suoi agilissimi balzi che compie...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony esperia

I cavalli esistono di varie tipologie e razze tra essi troviamo anche le razze piccole come ad esempio i pony. Il pony Esperia è un piccolo cavallo originario del Lazio e precisamente dei monti Laziali Ausoni, Aurunci, Lepini e del massiccio del Monte...
Altri Mammiferi

Come allevare un pony esperia

Vi sono molte razze di cavalli, e tra queste ci sono i Pony, i quali si suddividono anch'essi in molti tipi. Il Pony Esperia è un pony originario del Lazio, anche se molti studiosi hanno individuato che risale ad origini antiche, ai tempi delle popolazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.