Come allevare un ragno australiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Esistono circa 40.000 specie di ragno australiano diverse conosciute e le loro abitudini di allevamento non sono tutte uguali. Alcuni rituali di accoppiamento si concludono nella violenza, mentre altri concludono con il maschio e la femmina che continuano a fare semplicemente i loro modi distinti. Anche i modi in cui i ragni australiani si contendono a vicenda differiscono da specie a specie, dimostrando che non tutti i tipi di ragno australiano agiscono ugualmente, anche quando procreano. Ecco quindi come allevare un ragno australiano.

25

Trovare un compagno

Prima che i ragni australiani possano crescere, devono trovare compagni e il modo in cui lo fanno dipende dalla specie. Ad esempio, i ragni australiani maschili e femminili sviluppano pacchetti luminosi sui loro corpi mentre maturano. Questi li utilizzano per identificare i compagni potenziali. Alcune specie sono competitive. I ragni maschi australiani, per esempio, possono combattere per il diritto di coniugare con una particolare femmina. Quindi durante l'allevamento cercate al ragno australiano una compagna adatta.

35

Eseguire l'accoppiamento

Il modo in cui un ragno maschile australiano insemina una femmina dipende anche dalla specie. In alcuni casi, i due non si impegnano affatto in un atto sessuale tradizionale. Mentre alcune specie, come il globo di Physoculus, impegnano nella penetrazione genitale tradizionale per l'inseminazione, altri, come il ragno australiano, possono interrompere i loro organi sessuali e lasciarli indietro nelle femmine. Bloccando l'organo sessuale femminile, sono impediti per l'accoppiamento con altri maschi, aumentando le probabilità del primo maschio di inseminarla. Quindi durante l'allevamento state attenti alle modalità di accoppiamento.

Continua la lettura
45

Effettuare il cannibalismo

Mentre è un mito che tutti i ragni australiani femminili cannibalizzano i maschi dopo l'accoppiamento, alcune specie lo fanno davvero. La vedova nera, per esempio, prende il nome dalla sua abitudine di divorare il maschio dopo aver copulato. In una specie di ragno australiano, Argiope bruennichi, la femmina inizia effettivamente a cannibalizzare il maschio mentre si uniscono. Anche se viene mangiato mentre si coniuga, il maschio continua il rituale di accoppiamento in modo che possa inseminare la femmina. A causa di questa determinazione, circa il 70 per cento dei maschi non sopravvivono al loro primo accoppiamento. Quindi durante il rapporto, strappate via il vostro ragno d'allevamento, per assicurargli la vita.

55

Afferrare le uova

Dopo che il rituale di accoppiamento è completo, un ragno femminile deposita le uova in un bozzolo fino a quando non si schiudono. Quando lo fanno, la reazione della madre varia a seconda del ragno. Ad esempio, il Phyrynus marginmaculatus nutre e rimane in stretto contatto fisico con i suoi giovani. Un ragno australiano affamato, però, può cannibalizzare i suoi giovani per assicurare la propria sopravvivenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il ragno Tegeneraria Agrestis

In questa semplice ed esauriente guida ci occuperemo di come identificare e riconoscere la Tegeneraria Agrestis, che rappresenta un tipo di ragno molto pericoloso. Esso è nativo dell'Europa occidentale, ma alcuni esemplari sono stati trovati anche negli...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il ragno violino

Il ragno violino, scientificamente chiamato Loxosceles reclusa, è sicuramente uno dei più temuti in assoluto. Il suo habitat naturale è generalmente l'America settentrionale. Tuttavia, anche in quei luoghi in cui la loro presenza è massiccia, i morsi...
Invertebrati e Insetti

Come identificare un ragno babbuino

Originari del Sud Africa, i ragni babbuino appartengono alla stessa specie della tarantola. Conosciuti anche con il termine scientifico Theraphosidae questa particolare specie di insetto, presenta delle caratteristiche che ricordano le scimmie da cui...
Invertebrati e Insetti

Come intervenire su un morso di un ragno

Quando si organizza una bella passeggiata in famiglia o con amici, soprattutto in campagna, si può incorrere in alcuni pericoli che sarebbe meglio evitare come i ragni. Per quanto non tutti siano a conoscenza della pericolosità di questo animale, sottovalutare...
Invertebrati e Insetti

Come catturare un ragno

L'aracnofobia, ovvero la paura dei ragni, è una delle fobie più diffuse, tuttavia molte persone sono amanti dei ragni, a tal punto che catturarli ed osservarli spesso può diventare un vero e proprio hobby.Come qualunque altro insetto, i ragni sono...
Invertebrati e Insetti

Ragni giganti: 5 esemplari da allevare in casa

Se siete appassionati di insetti ed in particolare dei ragni, è importante sapere che c'è la possibilità di allevarne alcuni giganti in casa, seguendo però delle specifiche linee guida indicate nei passi successivi. A tale proposito, ecco una lista...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle in giardino e in serra

Allevare delle farfalle è piuttosto semplice, ed è una pratica in forte espansione anche in Italia. In riferimento a ciò nei passi successivi troverete una guida dettagliata su come allevare le farfalle in un giardino o in serra, e nel contempo anche...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi coreani

Molti sono i pescatori che, trovando difficoltà nel reperire esce fresche prediligono allevare in modo proprio i vermi per poter pescare il pesce senza alcuna difficoltà. Esistono svariate tecniche per allevare i vermi coreani e, tramite questa guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.