Come allevare una coppia di scalari

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con le loro pinne ventrali filamentose e l'alternanza di bande nere sul corpo argenteo, gli scalari sono una delle specie ittiche d'acqua dolcevita più diffuse negli acquari di tutto il mondo. In questa guida vedremo, nello specifico come allevare una coppia di scalari. Dopo questa breve introduzione possiamo dare il via a questa guida su come allevare una coppia di scalari.

25

Verificare le particolari varietà cromatiche

In natura, gli scalari non presentano particolari varietà cromatiche: negli esemplari "standard" la colorazione argentea di fondo viene interrotta da una serie di bande nere ben delineate. La prima banda corvina si sovrappone quasi alla pupilla e all'iride rosaceo, mentre l'ultima striscia è posta alla base della pinna caudale. A fianco di queste varietà, sono stati introdotti in commercio ibridi selezionati artificialmente che presentano difformità nella colorazione o pinne composte. Scalari di color rosato, variegati a macchie come koi, totalmente neri, dai riflessi bluastri oppure dotati di pinne a velo sono facilmente reperibili nei negozi specializzati in pesci esotici. Dopo aver approfondito questo primo passo potrete procedere con il secondo passo che è quello fondamentale dell'intera guida.

35

Verificare la distinzione tra maschio e femmina

Maschio e femmina si distinguono in base alla forma della papilla genitale. Questa piccola escrescenza, presente a ridosso della zona anale, assume forme diverse in base al sesso del pesce. Nel maschio, la papilla è filiforme ed assottigliata, simile a una piccola spina. Nella femmina invece assume una forma più tozza, a tronco di cono, poiché accoglie l'ovidotto cilindrico. Il dimorfismo sessuale non è particolarmente accentuato, date le dimensioni minuscole della papilla, e si può pervenire ad un riconoscimento certo del sesso solo in esemplari abbastanza grandi (almeno 7-8 mesi di vita).

Continua la lettura
45

Utilizzare una vasca di medie-grandi dimensioni

Iniziamo adesso questo terzo passo che dopo il primo è uno dei più importanti e pertanto dovrete prestare ancora più attenzione rispetto gli altri. Per allevare con successo una coppia di scalari occorrerà impiegare una vasca di medie-grandi dimensioni (almeno 80-100 litri) e allestirla come un acquario d'acqua dolce tropicale. L'habitat naturale degli Pterophyllum si situa infatti lungo la fascia equatoriale del Sud America: abituati a prosperare lungo i tratti più lenti del Rio delle Amazzoni, questi pesci amano vivere ad una temperatura costante di 26-28° C, unita a valori medi per l'acqua (durezza tra i 5° ed i 10° dGH e pH 6,5 tendenzialmente neutro) ed illuminazione protratta per 10-12 ore al giorno.

55

Curare il nido con dentro le uova

Dopo appropriati riti di accoppiamento e dopo aver scelto accuratamente il nido (di solito in mezzo a piante con foglie larghe) vengono deposte le uova. I genitori si alterneranno nella protezione della loro covata, difendendo, con combattimenti se necessario, il loro nido d'amore. Le uova si schiudono dopo 4-5 giorni da quando sono state deposte, e solo dopo circa una settimana gli avannotti saranno in grado di nuotare in completa autonomia. A partire da questo momento, l'alimentazione vegetariana degli scalari -adulti e neonati- andrà integrata con proteine animali (larve di artemia) fornendo ripetuti pasti di cibo vivo durante il giorno per permettere ai piccoli di crescere rapidamente. Siamo arrivati ormai a questo quarto ed ultimo passo della guida su come allevare una coppia di scalari nel migliore dei modi. Una volta che avete letto tutti e quattro i passi, saprete sicuramente come allevare questa tipologia di pesci.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

I pesci più resistenti da mettere in acquario

Se intendiamo allestire un acquario magari di tipo tropicale, è necessario per ottimizzarne il funzionamento, scegliere dei pesci più resistenti ovvero facili da allevare e che riescono a sopravvivere a lungo. Nella seguente guida, passo dopo passo,...
Pesci

Come allevare il pesce siamese combattente

Il pesce siamese combattente è di acqua dolce, e si presenta con un corpo decisamente robusto e a tratti cilindrico. Si tratta di un esemplare che come si evince dal nome stesso, è predisposto al combattimento con un altro maschio, quando la sua femmina...
Pesci

Come allevare i gamberetti d'acqua dolce

L’allevamento di gamberetti d'acqua dolce è un settore in crescita. Ne esistono diverse varietà ma tutte con esigenze differenti. Le Caridine, ad esempio, sono molto più difficili da allevare rispetto alle Red Cherry e le Yellow. I gamberetti d'acqua...
Pesci

Come allevare i pesci angelo

I pesci angelo (Pomacanthidae) costituiscono un gruppo di circa 89 specie di pesce di acqua salata. Vivono nelle barriere coralline nutrendosi di piccoli invertebrati ma ovviamente noi li acquistiamo per metterli esposti nell'acquario del nostro salotto,...
Pesci

Come allevare dei pesci gatto

Quella della pesca è un'attività - e una passione - che coinvolge migliaia di italiani. L'amore per questa pratica è da sempre presente nel nostro Paese. Il pesce è parte integrante della nostra cultura gastronomica da millenni. Per questa ragione...
Pesci

Come allevare ed alimentare i ciclidi nani

I ciclidi nani sono dei coloratissimi pesciolini, originari dell'America Latina. Si definiscono “nani” perché raggiungono una dimensione di massimo 12cm. Hanno un corpo di forma allungata, dai colori vivaci. I ciclidi nani dimostrano una particolare...
Pesci

Come allevare i platy

Prendersi cura della flora e della fauna dei nostri acquari è un impegno tutt'altro che trascurabile. In questo ambiente, infatti, spesso si ritrovano a convivere pesci e piante acquatiche che provengono da ogni parte del mondo e ognuno di essi necessita...
Pesci

Come allevare le anguille

Se abbiamo la passione per l'itticoltura, possiamo cimentarci nell'allevamento delle anguille creando un habitat su misura per loro affinché possano svilupparsi regolarmente. Nello specifico si tratta di realizzare una vasca, munirla di un ossigenatore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.