Come allevare una rana toro

Tramite: O2O 07/11/2019
Difficoltà: media
18
Introduzione

La rana toro è un anfibio di modeste dimensioni e piuttosto agile. È originaria del Nord America e trascorre la maggior parte della vita in acqua o nelle sue vicinanze. La colorazione della rana toro è variabile: in alcune aree è uniformemente verde sul dorso, in altre è variegata. Gli occhi sono particolarmente grandi, sporgenti e appariscenti. Mentre le quattro zampe rappresentano la caratteristica più salienti della rana. Gli arti posteriori sono lunghe e possenti, mentre quelle anteriori sono piuttosto corte. I piedi hanno dita molto più lunghe, ma si notano poco perché sono collegate da una membrana. La pelle della rana non presenta alcun rivestimento ed è ricca di ghiandole che producono sostanze varie. Per questo motivo la loro pelle è sempre umida e viscida. È un animale piuttosto tranquillo e può essere facilmente allevato. Naturalmente rispettando le loro abitudini e curandolo adeguatamente. Nella seguente guida vi spiego come allevare una rana toro.

28
Occorrente
  • Vasca di 80 litri
  • Acqua di stagno
  • Piccole rocce
  • Piantine
  • Pinze
  • Panni puliti
  • Cibo
  • Filtro per il terracquario
  • Integratori naturali
  • Muschio
  • Torba
  • Carta assorbente
38

Create l'ambiente adatto

In quasi tutti gli ambienti ricchi di acque tranquille, come stagni piccoli ruscelli e risaie si possono trovare le rane. Le specie di rane che vivono comunemente in Italia sono tre: la rana verde, alpina o rossa e agile. Mentre la rana toro è tipica del Nord America e popola, stagni acque a corso lento. Quindi se avete intenzione di allevarla, la prima cosa che dovete fare è quella di creare l'ambiente adatto. In questo modo riuscirete a farla vivere bene, senza farla soffrire. Se abitate in una casa circondata da un giardino o un piccolo terreno, riproducete un piccolo habitat simile a quello naturale. Impiantando un laghetto artificiale adibito con pietre e piante acquatiche. Invece se dovete tenere la rana al chiuso, acquistate una vasca ampia e profonda. Adagiatela in un luogo ben areato, fresco e inserite all'interno i vari elementi. Sul fondo della vasca adagiate della terra, dei sassi e poi piano piano versata l'acqua.

48

Nutrite la rana toro

A questo punto, dopo aver preparato l'ambiente per ospitare la vostra rana toro, occupatevi del suo benessere. La rana toro ha bisogno di nutrirsi continuamente, poiché è ghiotta ed avida di cibo. Quindi per sostenerla informatevi sulla sua alimentazione con esperto e scegliete tutto di qualità. L'alimentazione della rana toro è costituita da essenzialmente di insetti, vermi e ogni altro piccolo animale presente nel suo ambiente. Gli animali di cui si ciba devono essere sempre vivi. Una volta somministrato il cibo, assicuratevi di non superare le dosi consigliate, poiché gli eccessi possono danneggiarla.

Continua la lettura
58

Mantenete pulito il terracquario

Una buona regola è quella di mantenere pulito costantemente il terracquario. Pertanto è necessario esaminare frequentemente i valori dell'acqua (pH e temperatura) e la composizione dell'ecosistema. Controllando le piante, i sassi e se l'acqua diventa sporca e piana di batteri. Lavate frequentemente la vasca e controllate il filtro. Ovviamente il fondo deve offrire la possibilità di inserimento di batteri nitrificanti. Quest'ultimi hanno il compito di elaborare le sostanze organiche di scarto. Per tenere perfettamente pulita la vasca, adoperate una pinzetta lunga per acquario, per poi ed estrarre residui di cibo e feci.

68

Curate la sua salute

Per concludere curate la salute della rana toro. Questo anfibio è molto delicato ed è soggetto ad alcune malattie e disturbi vari. Quindi se non create un habitat adeguato, si ammalerà facilmente. Inoltre è fondamentale controllarla spesso. Ovviamente se notate cambiamenti nel suo aspetto e nelle sue abitudini, portatela dal veterinario.

78
Guarda il video
88
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Prendetevi cura della rana toro e dategli le giuste attenzioni
  • Mantenere la temperatura del luogo dove tenete la rana sempre fresca, sopratutto in estate. Infatti nelle giornate secche e calde, l'organismo della rana tende a disidratarsi.
  • La rana toro essendo un animale eteroterme, non ha la capacità di mantenere il proprio corpo ad una temperatura diversa da quella dell'ambiente. Pertanto, se la temperatura esterna è molto rigida, l'organismo dell'anfibio, raffredda e diviene incapace di compiere le proprie funzioni vitali. Quando ciò accade, si rifugia in luoghi riparati, dove trascorre un periodo di ibernazione
  • Non utilizzare reti meccaniche, per coprire la vasca
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come catturare una rana

Se abbiamo un giardino e con esso un piccolo stagno, è importante sapere che può essere visitato dalle rane che con il loro tipico gracchiare specie nelle ore notturne, potrebbero dare non pochi fastidi, per cui bisogna trovare la soluzione adeguata...
Rettili e Anfibi

Come distinguere una rana da un rospo

Sapete come distinguere una rana da un rospo? Se la risposta fosse negativa, allora siete arrivati nel posto giusto al momento giusto. Nella seguente guida, infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come distinguere questi due animali all'apparenza...
Rettili e Anfibi

Come riconoscere il sesso di una rana

Nelle abitazioni gli animali che si trovano maggiormente sono i gatti, i cani, i conigli, i pesci rossi o i criceti. Tuttavia, negli ultimi anni, si sta diffondendo la ricerca dell'esotico da parte di quelle persone che amano gli animali. Non è strano...
Rettili e Anfibi

Come allevare rane e rospi

Gli anfibi appartengono ad una specie animale molto legata all'acqua ed è in questo luogo che avviene la loro riproduzione: l'etimologia della parola, "anfi" che significa doppio e "bio" vita, testimonia che il ciclo vitale degli anfibi prevede una fase...
Rettili e Anfibi

Come allevare gli scarabei

Negli ultimi anni sono sempre piú numerose le persone che si appassionano ai coleotteri, in Giappone per esempio, allevare scarabei è una cosa più che normale. Tuttavia gli scarabei sono una famiglia di insetti molto ampia e variegata, all’interno...
Rettili e Anfibi

Come allevare le lucertole

Possedere un animale domestico è cosa piuttosto comune. Alcune volte però si scelgono animali piuttosto inusuali da tenere come compagnia. Serpenti, iguana, e perfino lucertole, sono i rettili più scelti come animai domestici. Ma per poterli tenere...
Rettili e Anfibi

Come allevare il geco leopardino

Lo scopo di questa breve guida è di darvi qualche consiglio su come allevare il geco leopardino. Si tratta, infatti, di un piccolo geco il cui habitat naturale è situato nelle zone rocciose e semidesertiche, in particolar modo nell'Asia centrale e meridionale...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare una tartaruga di acqua dolce

Facilmente reperibili nei negozi di animali o nelle fiere a prezzi accessibili, le tartarughe di acqua dolce hanno origini antichissime. Una corretta alimentazione ed il rispetto delle abitudini, le rendono molto longeve. Solitamente questi rettili sono...