Come asciugare un cane dopo il bagno al mare

Tramite: O2O 01/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Anche i nostri amici a quattro zampe non vedono l'ora che arrivino le belle giornate d'estate. Per poter stare sdraiati sulla sabbia calda, schiacciare un pisolino e per tuffarsi in mare e refrigerarsi.
Mentre attendiamo l'arrivo della bella stagione a pochi giorni dall'avvio della primavera leggiamo insieme alcuni consigli su come asciugare un cane dopo il bagno al mare.

27

Occorrente

  • shampoo
  • deodorante
  • telo microfibra
  • spazzola
  • phon
  • crema solare
37

Cosa fare appena quando il cane esce dall'acqua

Come prima cosa bisogna dire che è fondamentale l'approccio all'acqua, soprattutto per i cuccioli. Ci sono alcuni esemplari che non resistono e si tuffano in mare o in qualsiasi bacino di acqua. Altri cani invece hanno il vero terrore dell'acqua e scappano alla sola vista. Quindi è importante l'approccio, non dovete costringere il cane ad entrare in mare. Se non se la sente provate prima a farlo immergere in una piccola piscina a casa. Poi provate a farlo stare un po' in riva al mare per giocare come primo approccio. Poi vedrete che il cane si tufferà insieme a voi se vi vedrà fare il bagno felicemente. Una volta che il nostro amico a quattro zampe ha fatto il bagno a mare ed è ritornato sull'arenile dobbiamo asciugarlo bene per evitare che si ammali. Vi consigliamo di asciugarlo con un telo di microfibra per cani. Fate attenzione particolarmente al muso, all'attaccatura della coda, all'addome e alle orecchie. Proprio le orecchie sono una parte del corpo molto delicate. Dovete asciugarle per bene perché c'è il rischio che il cane si becchi una otite. Una malattia molto dolorosa e fastidiosa per l'animale. Quando fate questa operazione vi consigliamo di posizionare il cane su di un altro telo per poi dedicarvi a rimuovere la maggior quantità possibile di sabbia. La zona dei polpastrelli delle zampe è un'altra area delicata, qui la sabbia potrebbe provocare irritazioni o delle micosi. Queste sono il primo nemico dei cani a pelo lungo: l'abbondanza del sotto-pelo trattiene l'umidità per ore ed il cane impiega molto tempo ad asciugarsi. Condizione che favorisce estremamente la formazione di funghi, fastidiosi e lunghi da debellare.

47

Cosa fare per riparare il cane dal sole

Una volta asciugato il cane con l'asciugamano, è bene farlo stare almeno mezz'ora al sole. Così sarete sicuri che sarà asciutto. Ovviamente, ripeto, il sole non deve essere cocente. Se il cane non viene asciugato bene (o se non viene asciugato affatto) può beccarsi raffreddore, otite, artrite se è anziano e tanti altri problemi molto spiacevoli. Quindi dovete fare in modo che il vostro cane stia fermo al sole almeno 15/30 minuti. In questo modo tale il sole estivo elimina tutti i residui di acqua. Ma se il vostro amico è iperattivo potete fargli indossare un accappatoio per cani che assorbe in poco tempo l'umidità e il pelo si asciuga in un attimo. Ad ogni modo dovete preparare il cane a stare al sole con delle piccole precauzioni. Ad esempio non dimenticate la crema solare da spalmare sulla pancia e le orecchie del cagnolino. Infine state attenti alle congestioni, il cane può andare in mare solo a cinque ore di distanza dal pasto.

Continua la lettura
57

Cosa fare quando si rientra a casa

Una volta tornati a casa si deve lavare subito il cane. Basta della semplice acqua per eliminare il sale. Evitare di usare lo shampoo che ha una funzione disinfettante ma a lungo andare secca il pelo provocando fastidiosissime dermatiti. Inoltre può irritare piccole ferite o lacerazioni preesistenti esponendo la cute alla formazione di funghi. Finito il bagno e lavato via tutto il sale, asciughiamo il cane con un telo in microfibra. Bisogna sempre prestare molta attenzione alle orecchie. Per asciugarle con delicatezza e in maniera vi consigliamo di utilizzare dei comodi tamponi in garza, senza andare troppo affondo. A questo punto possiamo procedere asciugando Fido col phon. Molti sostengono che questo non debba essere utilizzato per asciugare il cane perché i nostri amici a quattro zampe possiedono una pelle più delicata della nostra e possono facilmente andare incontro ad ustioni. Tutto ciò è vero ma utilizzando un phon impostato a minima temperatura e tenendolo lontano non si corre alcun rischio. Quindi utilizzate la velocità minima per non spaventare il cane. Per concludere dovete solo fare spruzzate di deodorante al vostro cane stando attenti a non usare prodotti troppo forti.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Muta del cane: consigli pratici

Nella scelta di adottare un cane, sia che esso abiti dentro casa , oppure nel giardino, si deve tenere conto che il nostro amico ha inevitabilmente bisogno di alcune cure specifiche che lo faranno vivere più agiatamente e che creeranno meno problemi...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Prendersi cura del cane non vuol dire solamente dargli da mangiare e da bere, ma significa tante altre cose. Fra queste un ruolo importante è quello dell'igiene, indispensabile non solo per il benessere e la salute di fido, ma anche per chi vive insieme...
Cura dell'Animale

5 consigli per pulire la cuccia del cane

Accogliere in casa un cucciolo di cane significa dargli l'affetto e le cure di cui ha bisogno; dobbiamo quindi informarci riguardo a tutte le attenzioni da avere nei confronti del cane per assicurargli una crescita sana. Oltre alle vaccinazioni, il cibo...
Cura dell'Animale

Come fare uno stripping domestico al cane

Lo stripping è una particolare tecnica di toelettatura del cane. Attraverso lo sfoltimento del pelo si permette al cane di non soffrire il caldo intenso nei periodi estivi o di non perdere troppo pelo nei periodi della muta, ma è molto utilizzato nel...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Come fare il bagno al coniglio

Il coniglio è un animale estremamente pulito e, passa parte del suo tempo a pulirsi accuratamente, quindi non necessariamente dovremmo pulirlo, se non spazzolarlo ogni tanto per eliminare i peli morti, durante le mute (in primavera/estate e in autunno)....
Cura dell'Animale

Come fare il bagno a una tartaruga

La tartaruga è un rettile sempre più presente nelle case come animale domestico. Ispira simpatia ed è semplice da tenere perché sono esemplari autonomi che non richiedono particolari interventi. Per tenere una tartaruga occorre somministrarle il cibo,...
Cura dell'Animale

5 modi naturali per lavare il proprio cane

Se avete degli animali domestici ed in particolare un cane, è importante lavarlo periodicamente sia per tenere il pelo pulito che per scongiurare la proliferazione di acari e parassiti. In commercio ci sono molti prodotti chimici che spesso non sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.