Come calcolare l'età del cavallo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

"A caval donato non si guarda in bocca" è il famoso proverbio secondo il quale non è elegante rilevare dei difetti in un dono ricevuto. Lo stesso proverbio ci indica il modo che viene utilizzato per l'argomento che tratteremo in questa guida, ovvero verificare quale sia l'età di un cavallo. È infatti la bocca dell'animale la chiave di tutto, nella fattispecie la sua dentatura, quella rivelatrice degli anni di vita di questo superbo animale. La sua struttura fisica generale infatti a volte potrebbe trarre in inganno anche i più esperti: soltanto "guardandogli in bocca" si riuscirà a riscontrare i segnali caratteristici della sua età ed a poterla calcolare. Vediamo insieme come si procede.

26

Occorrente

  • Cavallo, pazienza, amore e passione.
36

Analizzando la dentatura di un cavallo giovane, vedremo che i denti temporanei cominciano a crescere nei puledri entro una settimana dalla loro nascita. Al compimento del primo anno di età, il cavallo ha tutti i suoi denti temporanei, chiamati anche "denti da latte". Questi denti sono più piccoli e di colore chiaro, rispetto ai denti permanenti. A partire dai tre anni, gli incisivi permanenti appaiono nella mascella inferiore e superiore. Tra il quarto ed il quinto anno di età nei cavalli maschi, sia stalloni che castroni, compaiono quattro denti canini nello spazio interdentale tra gli incisivi ed i molari. Anche se i canini spuntano anche alle cavalle, la maggior parte non possiede questi denti, oppure non li ha tutti e quattro.

46

La dentatura si completerà a partire dal quinto anno di età, ossia quando il cavallo avrà tutti i suoi denti adulti. Si tratta di ventiquattro molari e dodici incisivi per le femmine, con i quattro canini aggiuntivi su castroni e stalloni. Dopo i cinque anni, la determinazione dell'età si misura tramite il calcolo dell'usura degli incisivi. Una zona più scura compare nel bel mezzo degli incisivi sui denti degli animali più giovani. A partire dal sesto anno di età, i primi incisivi inferiori non hanno più questa zona più scura. L'anno successivo, scompare anche dai secondi incisivi inferiori.

Continua la lettura
56

I cavalli di mezza età, circa dodici anni, presentano invece una bocca pulita, perché le macchie sono sparite dalla superficie di tutti i denti, e l'erosione li rende lisci. Entro il quattordicesimo anno di età, i segni sugli incisivi centrali diventano rotondi e piccoli. Verso la fine della mezza età, la superficie dei denti del cavallo diventa triangolare, mentre, quando il cavallo ha diciotto anni, i suoi incisivi centrali non hanno più segni, ed a vent'anni i marchi sono scomparsi sia dagli incisivi centrali che da quelli "angolari".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fatevi coadiuvare da un esperto, come un veterinario.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come fasciare la zampa al cavallo

Chi possiede un cavallo è tenuto a garantire al proprio animale ogni cura necessaria per mantenerlo sempre sano e felice. Un'operazione importantisima che fa parte di queste cure è la fasciatura delle zampe del cavallo con degli appositi scampoli composti...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del cavallo

Una delle operazioni più importanti da compiere, se si possiede un cavallo, o se ne cavalca uno, è la sua corretta pulizia. La cura del cavallo, detta, con termine anglosassone, grooming, serve non solo a rimuovere la sporcizia che potrebbe essersi...
Cura dell'Animale

Come addestrare un cavallo a non mordere

Il rapporto uomo-cavallo è molto complesso. Non sempre gratificante e razionale. Le azioni e le reazioni dell'individuo non sono sempre comuni a quelle istintive equine. Pertanto, sorgono difficoltà comportamentali quasi insormontabili. Il cavallo comunica...
Cura dell'Animale

Come realizzare una stalla per il cavallo

Cavalcare è una nobile e divertente attività oltre che uno sport sempre più diffuso. Moltissime persone, che hanno a disposizione spazio sufficiente, scelgono di acquistare un cavallo per poterlo cavalcare liberamente, facendo delle lunghe e salutari...
Cura dell'Animale

Come allevare un cavallo

Il cavallo è un animale eccellente, molto diverso da tutti gli altri: allevare un cavallo richiede molto impegno e accortezze; bisogna tener conto dello spazio in cui farlo vivere e muovere, che segua un'alimentazione adeguata, che abbia una corretta...
Cura dell'Animale

Come fare a pettinare e lucidare la criniera del cavallo

Pettinare e lucidare la criniera del cavallo richiede molta attenzione. Non sono solo azioni volte all'igiene dell'animale. Ma anche dei gesti che devono trasmettere tutto l'affetto verso questo nobile quadrupede. La criniera del cavallo è molto delicata....
Cura dell'Animale

Come lavare il cavallo

Il cavallo è un animale piuttosto vanitoso ed amante dell’igiene per cui se ne abbiamo uno e lo alleviamo per diversi motivi che possono essere quelli di farlo partecipare a gare o manifestazioni equine, o per lavori di trasporto di materiali o di...
Cura dell'Animale

Come addestrare il vostro cavallo

Il cavallo è un animale bellissimo e molto sensibile, e se ne possedete uno ed intendete addestrarlo, comunque sappiate che non è affatto una passeggiata. Infatti, bisogna sapere che se non si è esperti, è meglio farsi aiutare da qualcuno, magari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.