Come calmare un cane iperattivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questo articolo vedremo come calmare un cane iperattivo. Se per caso doveste adottare un cagnolino, diventerete a tutti gli effetti un suo punto di riferimento e non dovrete dimenticarvi che è chiaramente un essere vivente. Perciò, è un animale ha un carattere suo, di cui dovrete tenere ben presente. Sarà quindi necessario, che voi comprendiate le sue caratteristiche instaurando un rapporto di fiducia. Un cane potrebbe essere iperattivo, e quindi è compito della sua famiglia adottiva cercare di capire come calmare il proprio amico a quattro zampe. Buona lettura!

24

La maggior parte delle volte, però, un cane comincia a comportarsi in modo sgradito, spingendo il padrone poco paziente, a rimproverarlo in modo pesante, senza indagare a fondo i suoi motivi.
Il comportamento di un cane è profondamente influenzato dall'ambiente che lo circonda e dalle esperienze che ha vissuto nei primi mesi della sua vita. La madre solitamente, infatti, guida i cuccioli verso i comportamenti giusti. Conseguentemente, un distacco precoce potrebbe causare iperattività. Questa sarà una condizione dove il cane soffre di mancanza di attenzione e praticamente non riuscirà a stare fermo tutto quanto il tempo. Vedrete che si muoverà senza fermarsi mai, mordicchierà tutto quello che trova, saltando per casa, mangiando velocemente, provocandosi così dei problemi digestivi. Finché l'animale è in età giovane, non vi dovrete preoccupare siccome potrà essere normale, però se tale atteggiamento persiste anche in età adulta, occorrerà intervenire.

34

Sarà bene che teniate conto, prima di tutto, che le urla ed i rimproveri, che sicuramente saranno efficaci, saranno anche addirittura controproducenti. Infatti, in tal modo, darete molta attenzione ad un comportamento che dovrebbe invece essere ignorato, in modo da non rinforzare nel cane l'idea di poter ottenere quello che vuole agendo in quel determinato modo. L'iperattività, potrà essere sfogata grazie a piccole regolari corse, che lo aiuteranno a concentrarsi sullo sforzo fisico. Sono da evitare invece passeggiate, dove stenterà a controllarsi, ed anche giochi con palline che tenderanno ad eccitarlo maggiormente. Vi dovrete ricordare che la cosa importante sarà dargli stimoli dove vi dovrete concentrare non facendolo stancare. Se il vostro obiettivo è tale, dovrete sapere che rischiate di allenarlo semplicemente ancora di più.

Continua la lettura
44

Dovrete cercare di coinvolgerlo nei giochi che lo tengano impegnato mentalmente, oppure che lo obblighino ad utilizzare l'olfatto, in un ambiente sempre rilassato e calmo. Non dovrete trascurare però di chiedere un consiglio al vostro veterinario di fiducia, ed eventualmente ad un educatore esperto cinofilo. Essi vi potranno dare dei suggerimenti nella terapia migliore per questo caso specifico. Dovrete anche evitare delle soluzioni stravaganti fai da te. Infine, vi dovrete ricordare sempre di aver rispetto assoluto del vostro animale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come comportarsi quando il cane si agita durante il temporale

Il temporale per il cane è un vero e proprio incubo. L'animali non sopporta i tuoni, li teme, ne ha paura. Alcuni studi però dimostrano che questa fobia sia più diffusa solo in alcune razze, ma certo è che i cani sono animali conosciuti per la loro...
Cani

5 consigli per tranquillizzare un cane spaventato

I cani possono temere le cose più strane. I rumori forti infastidiscono alcuni animali domestici, altri possono invece avere paura di alcune persone, di altri animali e persino di un odore. Cani differenti hanno temperamenti differenti e di conseguenza...
Cani

Gelosia del cane: consigli e tecniche

I cani e gli esseri umani hanno diversi tratti comportamentali in comune. Una caratteristica facilmente riconoscibile è la gelosia. Alcuni cani infatti, possono diventare estremamente possessivi nei confronti dei loro proprietari. Questo comportamento...
Cani

Come scegliere un cane per un anziano

Molte volte gli anziani soffrono di solitudine e di mancanza di ''affetto'' o attenzioni. Un perfetto compagno di compagnia è il ''miglior amico dell'uomo'', ciò è il cane. Con i tempi di oggi e i ritmi frenetici, i figli, i nipoti o i parenti non...
Cani

Come tranquillizzare un cane che trema

Tanti fattori portano un cane a tremare. La causa maggiore riguarda sopratutto l'ansia dell'animale. Emozioni che non sempre l'occhio umano comprende appieno e di valuta con la giusta attenzione. In questa guida, vedremo come tranquillizzare un cane...
Cani

10 consigli per un cane stressato

È facile riconoscere un cane stressato osservando i suoi comportamenti. I sintomi più comuni sono nervosismo, atteggiamenti anomali che di solito non ha, inappetenza o caduta del pelo. Se il tuo cane è stressato puoi adottare delle misure per farlo...
Cani

Come fare se il cane se il cane non può venire in vacanza con noi

Gli animali sono certamente i migliori amici dell'uomo, ma molto spesso, quando si tratta di dover andare in vacanza e doversi spostare potrebbero rivelarsi un piccolo problema. Certamente abbandonarli in favore di una vacanza non è la soluzione ottimale,...
Cani

Come alleviare il prurito del cane

Come accade per le persone, anche negli animali possono insorgere dei fastidi che procurano loro prurito e, di conseguenza, dermatite. Questo tipo di problema può scaturire da infezioni, malattie oppure può avere come causa un'intolleranza alimentare....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.