Come calmare un cavallo impaurito

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I cavalli sono degli animali davvero molto belli e affettuosi con l'uomo. Un tempo utilizzati come mezzo di trasporto, oggi i cavalli possono diventare compagni di cavalcate. Se avete intenzione di comprare un cavallo vi servirà conoscere alcune regole fondamentali per sapere come comportarsi in circostanze particolari. Ad esempio potrebbe capitare che il vostro cavallo si spaventi e perda così il controllo. In questi casi è davvero molto difficile domarli. Vediamo allora alcuni consigli su come calmare un cavallo impaurito.

26

Occorrente

  • calma
  • accarezzare il muso e la testa
  • sussurrare parole in tutta tranquillità
  • muoversi lentamente
36

Può capitare che siamo ormai pronti per effettuare una salutare passeggiata in compagnia del nostro destriero, ma questo, impaurito da un rumore improvviso, proprio non ne vuole sapere di collaborare. I cavalli sono noti per la loro bellezza, ma anche per la loro proverbiale testardaggine, quindi se si presentasse questa situazione, il procedimento non può che essere uno. Cominciamo con il mantenere la calma, non possiamo infatti pensare di tranquillizzare un animale impaurito se noi siamo nervosi. È sufficiente prendere un bel respiro, fare uscire l'aria dai polmoni, e in tutta calma avvicinarci all'animale.

46

Questi, vedendoci avanzare, comincerà ad alzare la testa in segno di disapprovazione, con questo movimento il nostro cavallo ci sta comunicando che non ha la minima intenzione di accettare la nostra presenza. Cominciamo a parlare utilizzando un tono di voce molto calmo e rilassato, anche se in apparenza non riceveremo risposta, dobbiamo continuare a "dialogare" con l'animale facendogli capire che le nostre intenzioni sono buone. Naturalmente dobbiamo avvicinarci rispettando le distanze di sicurezza, avanzando sempre davanti e mai sui fianchi. Non appena vediamo che comincia ad abbassare la testa, possiamo avvicinarci tranquillamente.

Continua la lettura
56

A questo punto non ci resta che continuare a parlare sempre in tono molto sommesso appena percettibile, il cavallo in questa maniera avrà la certezza dei nostri intenti. Non appena siamo vicini allunghiamo una mano e partendo dal muso cominciamo ad accarezzarlo fino ad arrivare alle orecchie. Torniamo a scendere con la mano, ma questa molta soffermiamoci sulla zona degli occhi. Quando un cavallo è spaventato, un segnale eloquente sono proprio loro, in quanto tende ad alzare le pupille e mostrare il bulbo oculare bianco. Accarezziamo questa zona con molta delicatezza utilizzando solo il pollice, continuiamo con questo movimento, fintanto che lo sguardo dell'animale non è tornato tranquillo. Il nostro lavoro però non finisce qui, ma dobbiamo continuare ad accarezzarlo su tutta la testa per qualche altro momento ancora.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mai avanzare sul fianco di un cavallo impaurito potrebbe spaventarsi ulteriormente e imbizzarirsi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Errori da non fare se si ha un cane spaventato

Essere proprietario di un cane vuol dire prendersi cura di lui, portarlo a spasso, giocarci insieme, ma anche saper distinguere quando è felice o quando subentra in lui uno stato di paura. Bisogna, dunque, saper riconoscere le emozioni del proprio cane...
Cura dell'Animale

Come conquistarsi la fiducia di un animale che è stato maltrattato

A volte quando decidiamo di adottare un animale domestico, raccogliendolo per strada o prelevandolo dal canile, sappiamo già a priori che si tratta di un animale maltrattato dall'uomo; ed ottenere la sua fiducia prendendocene cura molto spesso non risulta...
Cani

Come addestrare un cane ad obbedire

Eccolo lì, il nostro bel cucciolotto, appena arrivato. Ma quel bellissimo animaletto si potrebbe trasformare nel nostro peggiore incubo se non verrà educato in maniera corretta. Addestrare un cane ad obbedire è un processo lungo che richiede molta...
Altri Mammiferi

Come fuggire da un orso

Trovarsi di fronte ad un orso, è una di quelle evenienze che ci terrorizza al solo pensiero e che nessuno di noi, vorrebbe mai sperimentare. >Va considerato che in Italia, esistono boschi e montagne, in cui gli orsi soggiornano tranquillamente: si...
Gatti

Gatto: i segnali della coda

Per questi eleganti felini ogni movimento e ogni posizione del corpo indica qualcosa, una delle parti più importanti nel gatto è la coda. I gatti per comunicare utilizzano un linguaggio loro tutto particolare fatto di suoni, gesti, umori, atteggiamenti...
Gatti

Come affrontare il primo giorno del gatto in casa

Il gatto è un animale domestico meraviglioso e, crescendo in casa con l'uomo, diventa estremamente affettuoso e capace di regalare molto amore. Il gatto ha, però, una forte natura selvatica nella quale, del resto, risiede parte del suo grande fascino....
Gatti

Gatto randagio: come comportarsi

Nonostante moltissime associazioni animaliste, comunali o volontarie, facciano del loro meglio per impedire gli abbandoni questi ancora avvengono. Non tutti i randagi sono però abbandonati moltissimi animali sono infatti ancora selvatici. In questa guida...
Gatti

Come addestrare un gatto al guinzaglio e pettorina

Abituare il vostro gatto ad uscire di casa con un particolare guinzaglio può rappresentare una soluzione per farlo sentire più sicuro quando si trova in uno spazio diverso da quello abituale di casa o del vostro giardino o terrazzo. Tuttavia questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.