Come calmare un gatto iperattivo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi ha animali in casa lo sa, le ricerche lo confermano: prendersi cura di un piccolo coinquilino contribuisce al nostro benessere psico-fisico, aumentando il tono dell'umore e abbassando la pressione sanguigna. Curioso, creativo, tenero e indipendente, il gatto è uno tra i migliori candidati alla convivenza con noi esseri umani. Non tutti i gatti hanno, però, lo stesso carattere. Lo stato di perenne interesse per il mondo circostante, che indica intelligenza e vitalità in un cucciolo, può talvolta essere sintomo di altre problematiche. Vediamo come capire se il nostro gatto è iperattivo e come calmare questo istinto.

27

Conoscere un gatto vivace

Prima di tutto, distinguiamo un gatto vivace da uno iperattivo. Che un animale, soprattutto se giovane e in salute, sia sempre in attività è più che normale. Il gatto è un felino e, come i suoi simili di stazza più grossa, è un animale notturno. Proprio come il suo cugino leone, dorme di giorno ed entra in attività al crepuscolo. Non c'è da stupirsi se al ritorno dal lavoro, quando magari vorreste un po' di relax, lui si mostri giocoso e pieno di vita: il gatto comincia la sua giornata e, se è rimasto per tutto il giorno in casa da solo e senza grossi stimoli, il vostro ritorno lo eccita ancora di più. In questo caso potete stare tranquilli: il vostro gatto non è iperattivo, ha solo bisogno della vostra attenzione.

37

Riconoscere un gatto iperattivo

Vediamo invece l'identikit del gatto iperattivo. Se il vostro micio è teso come una corda di violino e reagisce in maniera esagerata ad ogni minimo stimolo, gioca ininterrottamente, non sembra mai stanco, si arrampica ovunque, fa cadere oggetti in continuazione e dorme meno rispetto ai suoi coetanei, è molto probabile che sia iperattivo. Il problema non va sottovalutato, soprattutto se si tratta di un cucciolo, perché l'iperattività non sparirà magicamente quando sarà più grande. Ma quali sono le cause?

Continua la lettura
47

Indagare le cause dell'iperattività

L'iperattività del gatto di solito è dovuta ad una precoce separazione dalla mamma e dalla cucciolata, cioè prima delle 8 settimane di vita. Il micio, infatti, interagisce con i fratellini e la mamma e da loro apprende i primi rudimenti di disciplina e vita sociale. Quando i cuccioletti giocano tra loro, è la mamma che li segue e insegna loro a moderare la propria esuberanza e a controllare la forza di morsi e graffi. Se il gattino viene separato dalla madre troppo presto, non impara queste regole di comportamento e rischia di diventare un adulto agitato, che passa continuamente da un'attività all'altra correndo, saltando in giro e giocando involontariamente in una maniera che, ai nostri occhi, sembra aggressiva.

57

Rivedere l'educazione del gatto

Un'altra causa dell'iperattività del micio potreste essere proprio voi: un padrone incapace di educare il cucciolo e di gestire correttamente il passaggio dalle cure della mamma a quelle di un essere umano, soprattutto se avvenuto prima del tempo, può sicuramente portare un gattino esuberante a diventare iperattivo. Non va sottovalutato il fatto che, se il gatto si trova in un ambiente poco stimolante, si annoia e fa il possibile per intrattenersi sfruttando tutto quello che trova a portata di zampa. Vediamo adesso come tenere occupato il nostro micio per sedare la sua iperattività.

67

Stimolare il gatto

Un ambiente privo di stimoli annoierebbe noi, quindi perché il nostro gatto dovrebbe essere da meno? Industriatevi perciò nel dargli cose da fare e cambiate molto spesso i giochi a sua disposizione, in modo che non si stanchi dei suoi passatempo. Stimolate il suo olfatto cambiandogli spesso gli stracci dove è abituato a dormire. Ogni tanto, provate ad appendere alcuni dei suoi giochini preferiti: i mici vanno matti per i fili, che adorano afferrare e succhiare, oltre che per gli oggetti che oscillano. Inoltre i gatti sono dei provetti esploratori, quindi mettete da parte scatole e scatoloni di cartone, che il vostro amico a quattro zampe si divertirà a graffiare e ispezionare. Se vi allontanate per molte ore da casa, mettetegli a disposizione uno scatolone chiuso, ma con più fori d’ingresso e con cibo nascosto all’interno, in modo da tenerlo occupato per diverso tempo. Infine, se non ne avete già uno, regalategli (e regalatevi) il classico tiragraffi.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comportarsi con un gatto aggressivo

C'è da dire che, mentre alcuni gatti sono timidi, sia con le persone e con gli altri animali, altri sono troppo aggressivi. Questo perché il gatto è stato allontanato prematuramente dalla mamma gatta, che non ha avuto il tempo per educarlo correttamente...
Gatti

Come spazzolare il gatto norvegese

Avere un gatto maschio originario delle foreste norvegesi è senza dubbio bellissimo, se non altro per il pelo soffice e voluminoso che questa specie di felino per natura si ritrova. Un problema riguarda però il pelo, che esige un metodo ed una tecnica...
Gatti

Cosa fare se il gatto rifiuta di uscire

Il gatto è un animale dal carattere affascinante con una forte tendenza all'indipendenza, l'autonomia e la libertà. Per questo è molto facile che il gatto, pur se abituato ad essere un gatto domestico, desideri spesso uscire per esplorare l'ambiente...
Gatti

Come fare se il pelo del gatto è stato trascurato

Il gatto è un'animale molto autonomo e di per se molto pulito. Infatti i gatti dedicano molto tempo alla pulizia del loro pelo. Allo stesso tempo però a causa della vivacità e lo spirito di avventura possono rovinare il loro pelo. In questa guida ci...
Gatti

5 consigli per mantenere in forma il tuo gatto

Il gatto è un animale che dorme tantissimo. Il suo riposo quotidiano può contare dalle 12 alle 16 ore di sonno. Per sua natura, il gatto tende alla pigrizia, e il gatto abituato a tutti i comfort casalinghi rischia di mettere su qualche chilo di troppo....
Gatti

10 cose che fanno vivere più a lungo il tuo gatto

Il gatto, insieme al cane, è l'animale da compagnia più apprezzato. Gli amanti del gatto amano in particolare la sua indole indipendente. Il suo carattere un po' schivo e allo stesso tempo curioso lo rende una creatura particolare. Prendersi cura di...
Gatti

Come fare ingrassare un gatto

Chi possiede un gatto normalmente è molto attento alla sua alimentazione e cerca, per quanto possibile, di evitare che esso ingrassi troppo: questo perché l'aumento smodato di peso nel gatto comporterebbe una sterilizzazione e castrazione. Ma ci sono...
Gatti

10 segnali che dimostrano che il gatto ti ama davvero

Il gatto è un animale domestico molto enigmatico. Non sempre riuscite a cogliere i sentimenti e l'emozioni che sta provando. In questa guida vedrete molto brevemente quando il gatto dimostra il suo amore per voi. Vediamo, quindi in maniera molto semplice,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.