Come calmare un gatto iperattivo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi ha animali in casa lo sa, le ricerche lo confermano: prendersi cura di un piccolo coinquilino contribuisce al nostro benessere psico-fisico, aumentando il tono dell'umore e abbassando la pressione sanguigna. Curioso, creativo, tenero e indipendente, il gatto è uno tra i migliori candidati alla convivenza con noi esseri umani. Non tutti i gatti hanno, però, lo stesso carattere. Lo stato di perenne interesse per il mondo circostante, che indica intelligenza e vitalità in un cucciolo, può talvolta essere sintomo di altre problematiche. Vediamo come capire se il nostro gatto è iperattivo e come calmare questo istinto.

26

Prima di tutto, distinguiamo un gatto vivace da uno iperattivo. Che un animale, soprattutto se giovane e in salute, sia sempre in attività è più che normale. Il gatto è un felino e, come i suoi simili di stazza più grossa, è un animale notturno. Proprio come il suo cugino leone, dorme di giorno ed entra in attività al crepuscolo. Non c'è da stupirsi se al ritorno dal lavoro, quando magari vorreste un po' di relax, lui si mostri giocoso e pieno di vita: il gatto comincia la sua giornata e, se è rimasto per tutto il giorno in casa da solo e senza grossi stimoli, il vostro ritorno lo eccita ancora di più. In questo caso potete stare tranquilli: il vostro gatto non è iperattivo, ha solo bisogno della vostra attenzione.

36

Vediamo invece l'identikit del gatto iperattivo. Se il vostro micio è teso come una corda di violino e reagisce in maniera esagerata ad ogni minimo stimolo, gioca ininterrottamente, non sembra mai stanco, si arrampica ovunque, fa cadere oggetti in continuazione e dorme meno rispetto ai suoi coetanei, è molto probabile che sia iperattivo. Il problema non va sottovalutato, soprattutto se si tratta di un cucciolo, perché l'iperattività non sparirà magicamente quando sarà più grande. Ma quali sono le cause?

Continua la lettura
46

L'iperattività del gatto di solito è dovuta ad una precoce separazione dalla mamma e dalla cucciolata, cioè prima delle 8 settimane di vita. Il micio, infatti, interagisce con i fratellini e la mamma e da loro apprende i primi rudimenti di disciplina e vita sociale. Quando i cuccioletti giocano tra loro, è la mamma che li segue e insegna loro a moderare la propria esuberanza e a controllare la forza di morsi e graffi. Se il gattino viene separato dalla madre troppo presto, non impara queste regole di comportamento e rischia di diventare un adulto agitato, che passa continuamente da un'attività all'altra correndo, saltando in giro e giocando involontariamente in una maniera che, ai nostri occhi, sembra aggressiva.

56

Un'altra causa dell'iperattività del micio potreste essere proprio voi: un padrone incapace di educare il cucciolo e di gestire correttamente il passaggio dalle cure della mamma a quelle di un essere umano, soprattutto se avvenuto prima del tempo, può sicuramente portare un gattino esuberante a diventare iperattivo. Non va sottovalutato il fatto che, se il gatto si trova in un ambiente poco stimolante, si annoia e fa il possibile per intrattenersi sfruttando tutto quello che trova a portata di zampa. Vediamo adesso come tenere occupato il nostro micio per sedare la sua iperattività.

66

Un ambiente privo di stimoli annoierebbe noi, quindi perché il nostro gatto dovrebbe essere da meno? Industriatevi perciò nel dargli cose da fare e cambiate molto spesso i giochi a sua disposizione, in modo che non si stanchi dei suoi passatempo. Stimolate il suo olfatto cambiandogli spesso gli stracci dove è abituato a dormire. Ogni tanto, provate ad appendere alcuni dei suoi giochini preferiti: i mici vanno matti per i fili, che adorano afferrare e succhiare, oltre che per gli oggetti che oscillano. Inoltre i gatti sono dei provetti esploratori, quindi mettete da parte scatole e scatoloni di cartone, che il vostro amico a quattro zampe si divertirà a graffiare e ispezionare. Se vi allontanate per molte ore da casa, mettetegli a disposizione uno scatolone chiuso, ma con più fori d’ingresso e con cibo nascosto all’interno, in modo da tenerlo occupato per diverso tempo. Infine, se non ne avete già uno, regalategli (e regalatevi) il classico tiragraffi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come scegliere un cane per un anziano

Molte volte gli anziani soffrono di solitudine e di mancanza di ''affetto'' o attenzioni. Un perfetto compagno di compagnia è il ''miglior amico dell'uomo'', ciò è il cane. Con i tempi di oggi e i ritmi frenetici, i figli, i nipoti o i parenti non...
Cani

Scegliere il nome del proprio cane

Se siamo degli amanti degli animali e ci piacerebbe riuscire ad adottare un bellissimo animale domestico, sicuramente una delle prime operazioni che dovremo fare sarà trovargli un bel nome. La scelta del nome è molto importante poiché questo lo accompagnerà...
Cani

Come curare un Fox Terrier

Il Fox Terrier fa parte di una razza canina ufficialmente riconosciuta dal Kennel Club inglese. Questo esemplare di cane si può presentare esibendo due diverse tipologie di pelo: liscio o ruvido. Il primo si distingue per un manto fitto, lucido ed uniforme,...
Cani

Gelosia del cane: consigli e tecniche

I cani e gli esseri umani hanno diversi tratti comportamentali in comune. Una caratteristica facilmente riconoscibile è la gelosia. Alcuni cani infatti, possono diventare estremamente possessivi nei confronti dei loro proprietari. Questo comportamento...
Cani

5 modi per calmare il cane in calore

Quando si ha intenzione di prendere un cane, non tutti sanno a cosa si va in contro. Mantenere un cane richiede molto impegno e pazienza non solo dal punto di vista economico. L'animale crescendo raggiunge una maturità sessuale e quindi bisogna fare...
Cani

5 motivi per portare fuori il cane anche con pioggia, freddo e neve

Un cane è una piacevole compagnia, un amico fedele e leale. Tuttavia, convivere sotto lo stesso tetto, comporta anche parecchie responsabilità. Oltre a cure mediche, cibo ed acqua, non devono mai mancare passeggiate all'aria aperta ed attività fisica....
Gatti

Come accogliere un cucciolo di gatto

Gli animali domestici portano tanta allegria nelle nostre case e ci permettono di fare un'esperienza davvero unica. Molto spesso queste povere bestioline vengono abbandonate da coloro che non sono in grado di prendersene cura. Sicuramente vi sarà capitato...
Cani

5 regole d’oro per educare un cucciolo

L'arrivo di un cucciolo nel nucleo familiare è un momento di grande gioia: un nuovo membro della famiglia, capace di amare incondizionatamente, è destinato a cambiare tutti gli equilibri della casa e dei suoi abitanti. Adottare un cagnolino, un gattino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.