Come capire se cani o gatti hanno problemi ai denti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando decidiamo di "adottare" un animale, è di fondamentale importanza impegnarsi al fine di curarli al meglio. Possedere denti e gengive sane, anche per i nostri amici a quattro zampe, riveste un ruolo molto importante per le loro salute generale ecco perché nasce l'esigenza di capire se i cani ed i gatti hanno problemi ai denti. Al fine di evitare problemi alla dentatura, curare l'igiene almeno una volta a settimana diventa essenziale. I denti e gengive forti e sane, permettono una buona masticazione e conseguente migliore digestione del cibo evitando malattie gastrointestinali o del cavo orale, che degenerando possono anche portare a inappetenza e, nei casi più trascurati, alla perdita dei denti. Nei passi che seguono, forniremo alcune valide indicazioni su come capire se ci sono dei problemi.

26

Occorrente

  • ossa di pelle bovina o vegetale ma di consistenza dura
36

Controllo

Il primo passo da fare è sicuramente quello di verificare se esistono o meno anomalie alla dentatura dell'animale. È importante precisare che, nei cani adulti la dentatura è composta da 42 denti, 26 tra molari e premolari, 12 incisivi e 4 canini. Nei gatti stesso numero per canini e incisivi mentre i molari e i premolari sono 14 per un totale di 30 denti. Quindi, controllate che siano tutti presenti! Aprendo la bocca devi controllare oltre al numero di denti anche che si presentino esteriormente di colore bianco e che siano intatti. Le gengive devono essere rosee e senza tartaro o scollamenti. Altri sintomi che indicano la presenza di problemi di gengiviti e paradentiti possono essere: la salivazione eccessiva, la presenza di sangue sulle gengive e l'inappetenza. Se l'alito puzza, significa che qualcosa in bocca non è a posto. È il classico odore zolfato provocato dai batteri della placca, che se ignorato, porterà anche gravi conseguenze.

46

Prevenzione

Malgrado esistano delle cure apposite per risolvere i problemi alla dentatura del nostro amico a quattro zampe, un'azione preventiva è sicuramente altamente consigliata. Quindi, come abbiamo già accennato, provvedere all'igiene sin da primi mesi di vita risulta essenziale al fine di ovviare il fastidio. A tal proposito, in commercio esistono dei "dentifrici" commestibili adatti a loro facilmente reperibili in negozi specializzati o nei supermercati. Inoltre, il consiglio è quello di prestare particolare attenzione ad una sana alimentazione, se possibile con crocchette da masticare che aiuteranno nella pulizia naturale e quotidiana. Inoltre per i cani, esistono delle ossa da masticare in pelle bovina o a base di vegetali che consentono di pulire i denti dal residuo di cibo. Infine, per una prevenzione ancora più accurata, fate visitare il vostro amico dal veterinario di fiducia. Ogni sei mesi se di età avanzata.

Continua la lettura
56

Consigli

Per concludere, vogliamo fornire alcuni validi consigli: evitate di usare lo spazzolino che siamo soliti utilizzare per noi, perché le setole potrebbero arrecare danno alle gengive o addirittura danneggiare lo smalto dei denti che in cani e gatti è di consistenza diversa, ha uno strato più sottile. È importante che sia il veterinario a intervenire se ci sono dei problemi, vietato il "fai da te".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • conta i denti e annusa il fiato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Le piante più pericolose per cani e gatti

Spesso crediamo che i nostri amici a quattro zampe siano del tutto indifesi o sprovveduti nei confronti delle minacce che l'ambiente gli para davanti. Inutile dire che non è assolutamente così: anche cani e gatti hanno una propria intelligenza, propri...
Cura dell'Animale

Come curare una dermatite in cani e gatti

Se il cane oppure il gatto si gratta continuamente ed a volte si morde può avere la dermatite. Questo termine generico si riferisce ad un prurito infiammatorio della pelle; la dermatite può essere: cronica o temporanea. Essa è causata dall'ambiente...
Cura dell'Animale

Come realizzare uno shampoo naturale per cani e gatti

In Italia, ogni anno vengono spesi circa 500 euro a testa per la cura dei nostri animali: veterinario, cibo e prodotti per la loro igiene. Non si tratta di cifre assolutamente basse: si potrebbe, perciò, pensare ad una soluzione per potere risparmiare...
Cura dell'Animale

10 consigli per prendersi cura dei denti del gatto

I gatti sono animali domestici docili e molto simpatici, sempre alla ricerca di giochi e capaci di instaurare un rapporto profondo con il proprio padrone. Ma è molto importante anche per questi simpatici quadrupedi, avere una igiene dentale sana che...
Cura dell'Animale

Come mantenere puliti i denti del cane

Proprio come accade a noi umani, anche i nostri amici a quattro zampe possono soffrire di alcuni problemi al cavo orale. Tra i disturbi più diffusi troviamo carie, tartaro, paradontite e gengivite. Non allarmatevi subito se noterete che il vostro cane...
Cura dell'Animale

Come controllare i denti di un cavallo

"A caval donato non si guarda in bocca". Questo antico e saggio proverbio indica la condizione di chi, avendo ricevuto un dono, non deve stare a guardarne gli eventuali difetti. Infatti, nel caso del cavallo, è dai denti che si può rilevare l'età dell'animale...
Cura dell'Animale

Come lavare i denti al cane con il bicarbonato

Chi convive con un amico a quattro zampe sa bene quanto sia importante mantenerlo sempre in salute. Dalle cure veterinarie alle operazioni di igiene quotidiana, il nostro amato cane ha bisogno di molte attenzioni, anche e soprattutto quando si tratta...
Cura dell'Animale

Come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane

L'igiene dei denti del proprio cane non è un fattore da sottovalutare. Bisogna invece garantirla per evitare problemi a tutta la zona orale. Infatti potrebbero insorgere delle infiammazioni o delle problematiche di masticazione. Pertanto, in modo regolare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.