Come capire se il cane soffre di crisi epilettiche

Tramite: O2O 20/07/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Anche i nostri amici a quattro zampe più affezionati possono soffrire di epilessia. Purtroppo, infatti, alcune patologie di diversa natura e gravità possono causare nel cane delle vere e proprie crisi epilettiche. Sia che si tratti di tumori al cervello o altri mali neurologici, o una semplice febbre alta (che nei cani è meno comune e più grave rispetto agli esseri umani), sarà fondamentale saper riconoscere gli attacchi epilettici, per poter intervenire ed evitare che il cane possa ferirsi, e anche per aiutare il veterinario nelle sue indagini per capire da cosa è affetto il nostro amico. Vediamo, allora, come capire se un cane sta avendo una crisi epilettica e come comportarsi.

28

Occorrente

  • penna
  • taccuino
38

Aura

Molto probabilmente non avrete mai assistito ad una crisi epilettica di un cane, almeno prima d'ora. L'esperienza, certamente, non sarà delle più piacevoli e potrebbe anche turbarvi parecchio. L'importante è non perdere la calma e mantenere il sangue freddo, per poter essere di aiuto al vostro cane durante le convulsioni. Per essere certi che il vostro cane stia davvero avendo una crisi epilettica, dovrete riuscire a distinguere tre differenti fasi nel corso di ogni singolo attacco. La prima fase è quella dell'aura. Durante questa fase iniziale, il vostro cane inizierà a mostrarsi confuso e persino spaventato, quindi vi accorgerete subito che qualcosa inizia a non andare nel suo comportamento, che non sarà per nulla come quello abituale. Potrebbe iniziare a nascondersi, a lamentarsi oppure ad andare freneticamente avanti ed indietro senza un apparente scopo o motivo.

48

Convulsioni

Subito dopo la fase iniziale di disorientamento e nervosismo, inizierà la fase più critica del suo attacco epilettico, le convulsioni. La durata di questa fase può variare dai 30 secondi fino a circa 2-3 minuti, a volte anche di più, che vi sembreranno davvero interminabili. Questa fase è caratterizzata da uno scuotimento incontrollato, dovuto alla sua attività cerebrale anomala. Si distenderà su di un fianco e apparirà rigido, lamentandosi e digrignando i denti. Potrete parlargli in maniera dolce e calma, per cercare di tranquillizzarlo ma, se non corre pericoli nel luogo in cui si trova, sarà bene non toccarlo e rimanergli solo vicini finché la crisi non sarà passata. Durante le convulsioni potrebbe anche urinare o defecare e sbavare in maniera atipica.

Continua la lettura
58

Recupero

L'ultima fase è quella del recupero. Il peggio è passato, ma potrebbe volerci del tempo prima che il vostro cane si riprenda completamente, persino qualche ora. Infatti, il suo comportamento potrebbe continuare ad apparirci strano, confuso e anche un po' stordito, con movimenti che potrebbero farci pensare ad una perdita della vista. Nel caso avesse fame o sete, somministrategli acqua e cibo a piccole dosi. Sarà bene, durante tutta la crisi, prendere nota di ogni dettaglio che noterete e cronometrare la durata delle varie fasi. Dedicate un taccuino a queste annotazioni, così da poter confrontare tra loro le crisi e la frequenza. Non dimenticate, ovviamente, di annotare la data di ogni attacco epilettico. Queste note saranno utilissime al veterinario per prescrivere eventuali analisi o indagini da effettuare, per la sua diagnosi e per la somministrazione di una cura. Il vostro veterinario, infatti, potrebbe diagnosticare una epilessia primaria o secondaria. La prima è di tipo genetico, mentre la seconda presuppone un danno cerebrale, rilevabile mediante una Risonanza Magnetica.

68

Distinzioni

Assicuratevi di distinguere un attacco epilettico da uno svenimento, detto anche "sincope". Durante quest'ultimo, infatti, la pressione arteriosa diminuirà notevolmente, mentre la frequenza cardiaca e la temperatura rimarranno invariate. Anche la lingua potrebbe diventare blu durante una sincope. Tutti questi sintomi, invece, non sono riscontrabili durante un attacco epilettico. Se durante il sonno il vostro cane inizia ad agitarsi, potrebbe trattarsi di un incubo e non necessariamente di un attacco epilettico. Provate a svegliarlo: se ci riuscirete si sarà trattato solo di un brutto sogno.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se tra un attacco epilettico e l'altro saranno passate almeno 24 ore, si potrà parlare di "crisi singola". Se invece la frequenza è più alta, si parlerà di "crisi a grappolo". Se, infine, tra una crisi e l'altra il cane non avrà ancora ripreso conoscenza, così che il tempo complessivo dello stato superi i 5 minuti, si parlerà di "stato di male epilettico", che è la forma più grave e preoccupante.
  • Durante un attacco epilettico, potreste pensare di filmare il tutto, per poter mostrare il video al vostro veterinario, a cui potrà tornare molto utile per la sua diagnosi.
  • Cercate di rimanere calmi durante una crisi epilettica del vostro cane: non rischia di morire e non soffre, perché è incosciente
  • Durante una crisi epilettica il cane non rischia di ingoiarsi la lingua: si tratta solo di un luogo comune assolutamente infondato. Tenete, dunque, lontane le mani dalla sua bocca o potrebbe, involontariamente, mordervi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come farsi capire dal cane

In questa guida vi spiego come farvi capire dal vostro cane. Essi variano molto in aspetto fisico e carattere, ma presentano stili di comunicazione simili. A differenza di altri animali domestici, i cani si prodigano per cercare di stabilire un contatto...
Cani

Come capire se il cane deve fare i bisogni

Se abbiamo adottato un cane e già da piccolo si è abituato a fare i suoi bisogni in determinate ore del giorno, è importante tuttavia interpretare alcuni suoi gesti, sguardi e movenze che ci indicano se effettivamente la sua richiesta è specifica....
Cani

Come capire se il cane ha la febbre

Tra tutti gli animali, il cane rappresenta il "migliore amico dell'uomo". Sono animali dal carattere allegro e vivace. Il loro temperamento è un vero toccasana per la nostra vita; essi, infatti, sono capaci di distrarre le nostre menti dalla vita frenetica...
Cani

10 comportamenti che ti fanno capire se il cane ti ama

Il cane è il migliore amico dell'uomo. Egli ama spropositatamente il suo padrone e per lui è disposto a sacrificare anche la propria vita. E questo senza chiedere nulla in cambio. Il cane manifesta il suo affetto in tantissimi modi diversi. In questa...
Cani

Come capire se un cane è diventato sordo

Spesso abbiamo il dubbio che il nostro cane abbia perso l'udito. Infatti il fenomeno non è cosi raro nei cani e molte volte comportamenti strani o parole e comandi che prima venivano capiti velocemente iniziano ad non essere più eseguiti. Per cui iniziano...
Cani

Consigli per capire la corretta quantià di cibo per un cucciolo di cane

Allevare e curare un dolce cucciolo di cane può rivelarsi un'esperienza davvero toccante, emozionante, tenera ed anche molto istruttiva. Il padrone di un cucciolo di cane, che si tratti di un adulto responsabile oppure di un bambino alle prese con il...
Cani

Come capire se il cane è disidratato

L'estate è una stagione molto bella, però comporta dei problemi per quanto riguarda i nostri amici animali. Infatti non capita di rado che i cani soffrano il caldo, specialmente le razze molto pelose. Per questo bisogna adottare delle precauzioni per...
Cani

Come capire se il cane sta male

"Gli manca solo la parola" è una frase che diciamo molto spesso quando ci riferiamo al nostro migliore amico a quattro zampe, il nostro cane. Solitamente si dice in momenti di allegria, ma anche quando sta male, il nostro amico a quattro zampe riesce...