Come capire se il cane sta male

Tramite: O2O 02/10/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

"Gli manca solo la parola" è una frase che diciamo molto spesso quando ci riferiamo al nostro migliore amico a quattro zampe, il nostro cane. Solitamente si dice in momenti di allegria, ma anche quando sta male, il nostro amico a quattro zampe riesce sempre a comunicarci il suo stato di salute in mille modi. Prestando attenzione a suoi comportamenti insoliti e ad atteggiamenti inconsueti, si può intuire qualcosa che lui sta cercando di comunicarci. Riuscire a comprenderlo può evitare una sofferenza a lungo termine o il peggioramento di situazioni gravi. Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo proprio di spiegarvi come si può riuscire a capire se il proprio cane sta male: in particolare, vedremo quali sono i principali segnali e in che modo riconoscerli.

29

Occorrente

  • Cane
  • Veterinario
39

Segnali

Uno dei segnali più evidenti è l'abbattimento o affaticamento, ossia la mancanza di vitalità, il cane cerca un posto sicuro in cui nessuno lo disturbi. Sembrerà un sintomo abbastanza generico, ma se non si tratta di un cane anziano o di uno che è stato sottoposto ad una sessione di sport particolarmente stancante, si tratta di un sintomo da non sottovalutare. Solitamente il posto ritenuto più sicuro è la cuccia, dove trova riparo da possibili disturbi che possano infastidirlo oppure andare ad aggravare il suo stato di malessere. Evita quindi il contatto fisico, schiva gli altri componenti della famiglia, ed in particolari situazioni di stress o malessere può risultare nervoso ed aggressivo (non è improvvisamente impazzito, ma ha molto dolore). Spesso, inoltre, gira lo sguardo (che è più triste e spento) o tutto il corpo verso il muro, scansando il vostro richiamo di attenzione (come fa l'essere umano quando è in castigo). Per cui se rientrando in casa il vostro cucciolo non vi viene a salutare, come fa di solito, non è arrabbiato con voi perché è rimasto a casa, ma significa che c'è qualcosa che non va nella sua salute.

49

Inappetenza

Non è inoltre da sottovalutare l'anoressia, ossia la perdita parziale o totale di appetito. Potrebbe essere collegata a cause psicologiche come l'aver cambiato alimentazione, oppure un drastico cambiamento nelle sue abitudini come l'arrivo di un bambino oppure l'aver cambiato casa. Se, invece, non vi sono stati cambiamenti ed il cane è sempre stato vorace, non c'è alcuna giustificazione per cui il cane non debba avere fame. In questo caso, quindi, significa che c'è qualcosa che lo disturba a livello medico.

Continua la lettura
59

Segni fisici

Vi sono poi sintomi più evidenti a livello fisico, che ci permettono di individuare quale sia l'origine di un problema. Per esempio: se il cane scuote la testa insistentemente e la piega da un lato, molto probabilmente avrà dolore a un'orecchio dovuto ad un corpo estraneo oppure ad una possibile infezione. Oppure, se presenta una lacrimazione abbondante dagli occhi e dal naso, appare disidratato e con scarso appetito potrebbe avere raffreddore e/o febbre. Lo zoppicare o il leccarsi ad una zampa saranno evidenti segnali di un disturbo agli arti oppure ad una zampa.

69

Vomito e diarrea

Per quanto concerne i sintomi gastrointestinali, come vomito e diarrea, che spesso fanno spaventare il padrone, vanno valutati attentamente. Se sono eventi sporadici bisogna cercare il capire il motivo dell'evento, ad esempio il vostro amico ha mangiato o rubacchiato qualcosa di insolito che non è riuscito a digerire. Se però gli episodi sono più frequenti allora potrebbero essere sintomo di una infezione oppure infestazione parassitaria. Prestare inoltre particolare attenzione al colore di vomito e/o diarrea, se accompagnati da sangue oppure di un colore particolarmente scuro (quasi nero) il cane va immediatamente portato a visita dal veterinario. Ad ogni modo, per qualsiasi dubbio contattate in vostro veterinario di fiducia per spiegargli l'accaduto: sarà lui stesso a darvi i consigli e le indicazione del caso.

79

Cosa fare?

Come avrete capito, non è poi così difficile riuscire a comprendere il nostro amico cane, mentre è sicuramente più complicato decidere cosa fare nel momento in cui qualcosa non va. Ovviamente non sarà necessario portare il cane dal veterinario se per un giorno fa le feci più molle, ma se i sintomi negativi sono più di uno e durano da più di un giorno, dovrete portarlo da chi, oltre che comprendere che sta male, capirà anche l'origine del suo dolore e vi darà l'eventuale cura. Ricordiamoci che articoli letti su internet e consigli letti sui forum non sostituiscono la laurea in Veterinaria, per cui non bisogna mai prendere decisioni per sentito dire ma bisogna affidarsi a chi ha studiato anni per prendersi cura della salute dei nostri amici.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Osservare le reazioni e i comportamenti normali del vostro cane vi aiuterà a comprendere quelli che, invece, sono comportamenti anomali o inusuali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come rendersi conto che il cane non sta bene

Il nostro amico cane condivide con noi tanti momenti della nostra giornata ed è quindi naturale avere appreso intuitivamente tutti i suoi comportamenti e le sue abitudini. Se improvvisamente egli dovesse cambiarli immotivatamente e manifestare dei segnali...
Cani

Come capire se il cane ha la febbre

Tra tutti gli animali, il cane rappresenta il "migliore amico dell'uomo". Sono animali dal carattere allegro e vivace. Il loro temperamento è un vero toccasana per la nostra vita; essi, infatti, sono capaci di distrarre le nostre menti dalla vita frenetica...
Cani

Come farsi capire dal cane

In questa guida vi spiego come farvi capire dal vostro cane. Essi variano molto in aspetto fisico e carattere, ma presentano stili di comunicazione simili. A differenza di altri animali domestici, i cani si prodigano per cercare di stabilire un contatto...
Cani

10 comportamenti che ti fanno capire se il cane ti ama

Il cane è il migliore amico dell'uomo. Egli ama spropositatamente il suo padrone e per lui è disposto a sacrificare anche la propria vita. E questo senza chiedere nulla in cambio. Il cane manifesta il suo affetto in tantissimi modi diversi. In questa...
Cani

Come capire se il cane soffre di crisi epilettiche

Anche i nostri amici a quattro zampe più affezionati possono soffrire di epilessia. Purtroppo, infatti, alcune patologie di diversa natura e gravità possono causare nel cane delle vere e proprie crisi epilettiche. Sia che si tratti di tumori al cervello...
Cani

Come Capire Le Intenzioni Di Un Cane Dalla Posizione Della Coda

Il cane in genere per comunicare con i suoi simili e soprattutto con gli esseri umani, tende oltre che ad abbaiare, anche a muovere le zampe, la bocca, le orecchie e soprattutto la coda. In riferimento a quest'ultima, vediamo nel dettaglio come capire...
Cani

Come capire se un cane è diabetico

Il diabete è un disordine ormonale che rende difficile digerire correttamente lo zucchero. Un cane diabetico non produce abbastanza insulina oppure non può utilizzare correttamente quella prodotta dal suo pancreas. Quando ciò accade, lo zucchero non...
Cani

Come capire se il cane deve fare i bisogni

Se abbiamo adottato un cane e già da piccolo si è abituato a fare i suoi bisogni in determinate ore del giorno, è importante tuttavia interpretare alcuni suoi gesti, sguardi e movenze che ci indicano se effettivamente la sua richiesta è specifica....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.