Come capire se il coniglio ha la febbre

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il coniglio è un animale molto delicato che si ammala rapidamente. Quando questo succede bisogna agire tempestivamente. Capita frequentemente che questo animaletto contragga un'infezione, con conseguente febbre. Molto spesso è però difficile riconoscerla. In questa guida daremo quindi alcuni consigli su come capire se il nostro coniglio ha la febbre.

26

Occorrente

  • Tanta attenzione e cura del vostro coniglio.
36

L'atteggiamento

Quando il coniglio contrae la febbre assume un atteggiamento molto dimesso, per niente reattivo e c'è un calo dell'appetito. La febbre può inoltre causare lacrimazione degli occhi, perdita di liquido dalle orecchie, starnuti e malessere generalizzato. In questo caso ha contratto un'influenza con febbre. In gergo scientifico si chiama "Tularemia". I conigli sono anche particolarmente soggetti alle infezioni delle orecchie. Controllate subito se notate che le tiene basse e ha delle secrezioni maleodoranti. Un altro campanello d'allarme si deve accendere se vi rendete conto che il vostro coniglio trascura la sua pulizia. Solitamente questo è sintomo di un malessere generalizzato.

46

La temperatura normale

La temperatura normale del coniglio dovrebbe mantenersi fra i 38,5 e i 40 gradi. Quando supera questo valore si tratta di febbre. Alcune volte capire se il coniglio ha la febbre non è per niente semplice. L'unica possibilità è quella di misurargliela con un apposito termometro per animali.
Questa manovra è molto delicata, in quanto si deve inserire il termometro nell'ano del coniglio. Consiglio di far effettuare questa operazione al vostro veterinario di fiducia. Per qualsiasi comportamento strano che notate non evitate a chiamare il veterinario. Lui saprà rassicurarvi e darvi le giuste indicazioni.

Continua la lettura
56

Un'infezione alle orecchie

Un'infezione alle orecchie del vostro coniglio potrebbe far comparire delle chiazze color rosso intenso con croste e screpolature. Controllate subito se lo vedete diverso dal solito. Un ulteriore modo per capire se ha la febbre è verificare la sua funzionalità intestinale. Se non mangia, non beve e ha la diarrea, quasi sicuramente la sua temperatura è al di sopra del normale. Se riuscite, cercate anche di verificare il suo battito cardiaco. Se conta più di 250 battiti al minuto, il coniglio è sotto stress e ci può essere un malessere riconducibile alla febbre. La testa inclinata di lato è un altro sintomo molto pericoloso. Può indicare una malattia chiamata Encefalite, tra i cui sintomi c'è l'alta temperatura. In questo caso portate subito il coniglio dal veterinario, perché questa infezione si può rivelare fatale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mai sottovalutare i comportamenti strani o i sintomi che notate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come capire se un coniglio è maschio o femmina

La maggior parte dei graziosissimi, tenerissimi conigli nasconde un segreto ben custodito: il proprio sesso. Vale anche per le specie nane, le più diffuse come pets. Il motivo è che questo animale non presenta un marcato dimorfismo sessuale. Il termine...
Animali da Compagnia

Come sapere se il coniglio ha la tigna

All'interno di questa guida, andremo a parlare di malattie infettive. Ci dedicheremo ad una malattia infettiva che molto spesso colpisce i conigli: la tigna. Proveremo a rispondere a quest'interrogativo ricorrente nel settore: come facciamo a sapere se...
Animali da Compagnia

Cosa fare quando il coniglio non mangia

Il coniglio è un animale che solitamente non ha problemi con l'alimentazione, infatti mangia in continuazione sia per nutrirsi che per limare i denti. Inoltre la sua abitudine ad alimentarsi quasi senza interruzione serve al roditore per mantenere l'intestino...
Animali da Compagnia

Coniglio in giro per casa: consigli e precauzioni

Il coniglio è un animale molto sensibile, vivace, intelligente ed affettuoso. Generalmente i conigli che sono abituati a vivere in casa liberi sono molto tranquilli e calmi. Quelli che invece sono abituati a restare chiusi in gabbia tutto il giorno,...
Animali da Compagnia

Come insegnare al coniglio a bere dal beverino

Quando si compra un animale domestico si vuole subito insegnare a quest'ultimo le prime cose che un animale dovrebbe fare. In questo caso prendiamo in considerazione il coniglio come animale e soprattutto prendiamo in considerazione come fare ad insegnare...
Animali da Compagnia

Come addestrare coniglio nano

Il coniglio nano è uno degli animali domestici più amati soprattutto dai bambini. Tenero, simpatico e con lo sguardo dolce e curioso, il coniglietto ammalia chiunque si trovi in sua presenza e accarezzi il suo morbido pelo. Il suo fascino però non...
Animali da Compagnia

I cibi da non servire al proprio coniglio

Il coniglio è uno degli animali più delicati che sia. Allevare un coniglio non è affatto semplice, questo perché l'animale richiede particolari attenzioni ed è molto facile che si ammali. In primis occorre tenere il coniglio sempre pulito e in secondo...
Animali da Compagnia

Come affrontare un viaggio in auto con il coniglio

Viaggiare con un coniglio non sempre è semplice. Il coniglio è un animale territoriale. Non apprezza le novità, ma ama i suoi spazi. Quando è necessario organizzare un viaggio in auto, potremmo lasciare il coniglio nelle mani di una persona fidata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.