Come capire se la gatta è incinta

Tramite: O2O 26/08/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Prendersi cura del proprio animale è fondamentale per assicurargli una vita sana e lunga, soprattutto se si ha una gatta ed è incinta. Gli animali sono dei compagni importanti per la propria vita, in quanto rappresentano la migliore compagnia che si possa avere.
Riuscire a capire se la vostra gatta è incinta non dipende solo dalla vostra bravura, ma anche dal tipo di vita che essa conduce. Infatti, a seconda che si tratti di una gatta d'appartamento o di campagna, ci sono vari modi per sapere se sta aspettando dei gattini. Conoscere il comportamento prima della gravidanza è molto utile per cogliere il momento di inizio di una gravidanza e calcolare quindi il momento del parto. Vediamo allora come capire se la gatta è incinta, attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli che vi aiuteranno a comprendere meglio. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Cuccia/ scatolone
  • Coperta pulita
  • Biberon (solo se necessario)
37

Il calore

La gatta, a seconda dell'età e della razza, può essere fertile più volte all'anno, per un numero variabile di giorni da 3 a 5, ma possono verificarsi casi in cui, mancando l'accoppiamento o la sterilizzazione, la gatta torni in calore ogni 4 settimane e la durata delle manifestazioni si possa protrarre per più di dieci giorni. Se la gatta vive esclusivamente in appartamento, si può identificare esattamente l'inizio del calore, perché comincerà a miagolare con forza e intensità, rotolerà per terra e cercherà continuamente il contatto con altri gatti e con tutti i membri della famiglia.

47

L'accoppiamento

Una gatta si accoppia varie volte e con vari maschi, se ne ha la possibilità, così da mettere al mondo una cucciolata geneticamente varia e resistente. Avendo varie ovulazioni, avrà dei gemelli eterozigoti. È la femmina a decidere quando è il momento più adatto. Durante l'accoppiamento il maschio, lecca le orecchie della femmina, sale sopra di essa e le morde la collottola. Al termine dell'accoppiamento, il maschio si allontana per evitare di essere aggredito dalla femmina, per la quale l'accoppiamento è particolarmente doloroso. La fecondazione avviene 24 ore dopo. La femmina del gatto non rilascia subito le uova, ciò avviene solo dopo successivi accoppiamenti.

Continua la lettura
57

La gravidanza

Se è una gatta che sta in casa non la vedrete più atteggiarsi a gatta in amore, se è una gatta che vive all'aperto non vedrete più lo stuolo di maschi nel vostro giardino. Da questo momento, se è incinta, trascorreranno 60 giorni prima del parto. In questo periodo la gatta diventerà più casalinga e mansueta e aumenterà l'appetito. È possibile capire che la gatta è incinta osservando alcuni dettagli, come il sedere, che, guardando il gatto di profilo, apparirà più abbassato. Inoltre, il ventre risulterà dilatato. Verso la fine le mammelle si gonfieranno ed i capezzoli diventeranno più evidenti, e la micia comincerà a perlustrare la casa e gli eventuali dintorni per cercare un nido per la cucciolata in arrivo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare il più possibile di toccare i cuccioli
  • Preservare la tranquillità di mamma gatta
  • Prestare attenzione al fine di evitare che mamma gatta nasconda i cuccioli in luoghi ignoti o pericolosi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comportarsi quando la vostra gatta deve partorire

Tutti gli animali come gli esseri umani si accoppiano ma, è doveroso fare una premessa. Ci sono taluni animali che sono più delicati di altri e fra questi ci sono i gatti. Dovete sapere che la gatta durante il periodo della gravidanza (che va dai 58...
Gatti

Cosa fare se una gatta abbandona i propri piccoli

A volte, può accadere che un gatta abbandoni i propri piccoli appena nati. I motivi dell'abbandono dei cuccioli da parte di mamma gatta possono essere molteplici, ad esempio la propria gatta è nuovamente incinta, non è in buona salute oppure semplicemente...
Gatti

Come alimentare la gatta durante la gestazione

La gravidanza è un periodo delicato e meravigliosamente faticoso anche per gli animali domestici. Un aiuto valido per la futura mamma è quello di darle il giusto apporto nutrizionale di cui l'animale ha bisogno. Nello specifico, nutrie correttamente...
Gatti

Come gestire una gatta in calore

Decidere di adottare una gattina è uno dei gesti più altruisti che possiate fare. Non solo vi regalerà amore e affetto incondizionato, ma dovrete darle davvero poche cure. I gatti sono animali molto indipendenti; basta acqua sempre fresca e una ciotola...
Gatti

Come seminare l'erba gatta

Molti di noi hanno la fortuna di accogliere nella propria casa un dolcissimo quanto vivace animale domestico come il gatto. Quando in casa prepariamo la lettiera per il nostro amico a quattro zampe, mettendolo a suo agio per fare i bisognini in un posto...
Gatti

Consigli per capire la corretta quantità di cibo per un gattino

I primi mesi di vita di un gatto sono di solito quelli più delicati. Momenti nei quali il piccolo animale ha particolarmente bisogno di attenzioni e cure. E non solo da parte di mamma gatto, ma anche da parte dei padroni. L'aspetto più delicato è quello...
Gatti

Come capire se il gatto è di razza

Oggi, in questa guida come da titolo vedremo tutte le informazioni per come capire se il gatto è di razza. Ovviamente vedremo in tutti i passaggi le migliori indicazioni e le cose da fare proprio per capire se un gatto o qualsiasi animale tende ad essere...
Gatti

Come capire se il gatto ha le pulci

Se il gatto di casa trascorre molto tempo a grattarsi, non è da escludere che potrebbe avere addosso le pulci, sgradevoli parassiti che attaccano gli animali domestici, specialmente in primavera e in estate. Per capire se la fonte del prurito è dovuta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.