Come catturare un serpente

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a parlare di serpenti. Nello specifico, come avrete notato dal titolo dell'articolo, ora andremo a spiegarvi Come catturare un serpente.
Può capitare a volte, in campagna o in giardino di avvistare qualche serpente. Non conoscendo la specie e l’eventuale pericolo, istintivamente ci viene voglia di catturarlo. Per fare ciò bisogna agire con cautela se si decide di procedere da soli, oppure è meglio chiamare l’apposito centro antiveleni per poterlo catturare.

25

Come abbiamo appena visto all'interno del passo che ha introdotto la tematica della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come catturare un serpente. Non perdiamo tempo, e cominciamo ad argomentare sulla specifica tematica che stiamo trattando.
La prima cosa da fare è tenere i nervi saldi, non farsi prendere dal panico e per sicurezza allontanare i bambini. Dopo questa importante precauzione, si procede alla caccia al serpente. Prendiamo un attrezzo da giardino che può ritornarci utile per catturare il serpente. In questo caso la scelta migliore è un rastrello per la sarchiatura del terreno, che si presenta con punte a forchetta e quindi ideale per agganciare il serpente. Un secchio di plastica con coperchio o una gabbia possono essere di aiuto una volta catturato. Se l’abbiamo perso di vista è importante sapere che per istinto i serpenti si rifugiano in un luogo sicuro, che può essere un cespuglio o un buco nella parete.

35

Una volta individuato, con il rastrello capovolto lo si blocca per impedirgli di muoversi e con l’aiuto di un altro attrezzo con punte lo si ferma per poterlo sollevare ed immediatamente inserirlo nel secchio chiudendo il coperchio, oppure metterlo nella gabbia.
Questo è sicuramente il modo più facile per catturare un serpente, soprattutto se innocuo. Tuttavia bisogna tener presente che ci si può imbattere in serpenti velenosi che si difendono prima di farsi catturare. Per non correre rischi, e non conoscendone la specie e i loro tipici movimenti che possono essere striscianti, ma anche tali da balzare per metri, è opportuno procurarsi un retino da pesca e bloccarlo, per impedirgli di muoversi per poi catturarlo con attrezzi vari compreso il rastrello o una vanga.

Continua la lettura
45

Una volta catturato il serpente vivo, conviene allora chiamare il centro veleni più vicino al comune di residenza che provvederà alla raccolta e allo smaltimento del rettile oppure, addirittura potrà rassicurarci sulla totale assenza di pericolo in quanto si tratta di un animale del tutto innocuo. Con queste semplici tecniche è possibile quindi catturare un serpente nel giardino di casa e il “fai da te” va a buon fine, non significa dichiararsi cacciatori provetti. Futuri incontri con questi rettili, richiedono ben altre tecniche e soprattutto costituiscono un pericolo reale che, senza le opportune precauzioni, potrebbero avere dei risvolti tragici quindi, si raccomanda molta cautela.
In ultima analisi, vi consiglio vivamente la lettura di ulteriori articoli che vi possano fornire informazioni utili sulla tematica che abbiamo sviluppato all'interno del passo d'introduzione della nostra guida. Proprio con questo proposito, vi consiglio questo link: https://www.wikihow.it/Catturare-un-Serpente
Spero che questa guida su Come catturare un serpente possa esservi stata utile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come allevare un serpente

Da qualche anno è possibile anche in Italia possedere ed allevare un serpente, ma le informazioni su come fare ad allevarlo e nutrirlo correttamente sono davvero poche. Con la presente guida vogliamo darvi delle indicazioni in merito, spiegandovi come...
Rettili e Anfibi

Serpente domestico, come prendersene cura

Il serpente è un animale impegnativo da tenere in casa, sia per la cura sia per quanto riguarda la questione economica, più di quanto si possa immaginare. Importantissima è la scelta del serpente, perché non possono essere allevati tutti allo stesso...
Rettili e Anfibi

Tutto sul serpente del grano

Il Serpente del grano, conosciuto anche come serpente rosso, è un serpente di dimensioni modeste il cui manto è a scacchi e da l'impressione del granturco. È tra quelli più facili da mantenere in cattività, che è probabilmente il motivo per cui...
Rettili e Anfibi

Come comportarsi se si incontra un serpente

Sin da piccoli ci si è abituati ad avere timore dei serpenti: diciamo che il loro danno è il fatto che possono essere velonisi e di conseguenza letali. Ma vi sono anche quelli non velenosi che sono quelli più comuni in Italia. Ma si temono e, a volte,...
Rettili e Anfibi

Come riconoscere il sesso di un serpente

I serpenti sono predatori formidabili ed estremamente evoluti. Pur essendo privi di arti, palpebre e orecchi esterni, si muovono agevolmente e riescono ad individuare le prede grazie a un sofisticato sistema sensoriale. Come per tutti gli esseri viventi,...
Rettili e Anfibi

Come tenere un serpente in casa

La passione per gli animali non conosce limiti di specie detenute ne di varietà.Dai classici 'pet', dolci e coccolosi come cani e gatti, criceti, conigli nani, all'ambiente asettico degli acquari, un mondo incredibile di colori e possibilità, dai terrari...
Rettili e Anfibi

Come distinguere una vipera da un altro serpente

Con l'arrivo della bella stagione sono in tanti ad organizzare qualche escursione in campagna. Stare a contatto con la natura migliora l'umore e regala momenti di relax. Durante queste gite, tuttavia, potremmo andare incontro ad alcuni pericoli. La presenza...
Rettili e Anfibi

Come Sfamare Un Serpente Domestico

Fino a qualche anno fa, gli unici animali che si ospitavano in casa erano quelli più popolari e domestici, quali cani, gatti, uccelli e criceti. Oggi, invece, ci sono persone che amano allevare animali di ogni specie che fino a qualche anno fa era impensabile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.