Come classificare i pesci

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete deciso di comprare un acquario pieno di pesci colorati per la vostra abitazione? Oppure vi state dando con successo all'hobby della pesca? In qualsiasi circostanza vi troviate, è sempre bene avere chiare almeno le distinzioni basilari tra i diversi pesci che popolano i nostri - e tutti gli altri - mari. Il mondo acquatico è un mondo affascinante, ma ci vogliono studi e competenze adeguate.

26

Occorrente

  • carta e penna per prendere appunti
36

Il fantastico mondo acquatico, è un universo talmente vasto che rende necessari diversi tipi di classificazioni. Con il termine generico "pesci", chi non è del mestiere indica praticamente tutti i pesci - commestibili e non - che si trovano nei mari. Polpo, calamaro, aragosta: per i più questi sono tutti pesci, ma in realtà sono molluschi e crostacei. E chiamarli genericamente pesci è un errore. Esiste addirittura una scienza che studia i pesci: essa fa parte della più vasta branca della zoologia e prende il nome di ittiologia. Scopriamo insieme quali sono i più validi metodi per classificare i pesci.

46

Un primo modo di classificare i pesci è in base al loro habitat naturale. In base al loro ambiente di vita avremo quindi i pesci di mare (acqua salata), di cui fanno parte il branzino, il merluzzo, la sogliola, il pesce spada, il rombo, l'orata ecc. Tra i pesci di acqua dolce si trovano invece la trota, la tinca, la carpa, il luccio ecc. Ed infine ci sono i pesci d'acqua mista, che si definiscono anche diadromi: fanno parte di questo gruppo pesci come il salmone e l'anguilla. Un secondo modo di classificare i pesci è in base alle loro caratteristiche strutturali. Questa categorizzazione è piuttosto generica e comprende i pesci piatti e i pesci affusolati.

Continua la lettura
56

Ovviamente le classificazioni per habitat e per caratteristiche strutturali non bastano certo a mappare l'intero mondo acquatico. Per questo ci si avvale di un'ulteriore metodologia per classificare i pesci. Essa si basa sulle differenze del tessuto del loro scheletro. In base a questa classificazione esistono dunque pesci cartilaginei e pesci ossei. Del primo gruppo fanno parte squali e razze. Del gruppo dei pesci cartilaginei, il più numeroso, fanno invece parte l'anguilla, il tonno, la ricciola e numerosissimi altri pesci che si utilizzano in gastronomia.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se dovete memorizzare i diversi tipi di classificazioni, utilizzate degli schemi: vi aiuteranno molto!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come scegliere i pesci per l’acquario tropicale

Scegliere i pesci per il nostro acquario può essere molto semplice ma nello stesso tempo impegnativo. Bisogna conoscere le specie di tutti i pesci o chiedere informazioni al venditore se i pesci che stiamo comprando o che compreremo andranno d'accordo...
Pesci

Come prendersi cura dei pesci tropicali

Possedere dei pesci non è mai semplice. Infatti curarli e fare in modo che vivano a lungo è una delle preoccupazioni a cui si va costantemente incontro. I pesci sono esseri delicati, che richiedono una particolare attenzione altrimenti si rischia di...
Pesci

Come scegliere i pesci più adatti al tuo acquario

A chi non piacerebbe entrare in un negozio di animali, puntare l'indice verso tutti i pesci più colorati e fantasiosi che trova e portarli a casa?! Purtoppo questa sarebbe la scelta più sconveniente perché bisogna considerare molti fattori per garantire...
Pesci

5 cose da sapere sui pesci rossi

I pesci rossi,  non sono animali difficili dei quali prendersi cura. Tuttavia non sempre si sa come farlo in modo adeguato. Tenere in casa un pesce rosso, comporta alcune responsabilità che implicano in primo luogo, il conoscere alcuni aspetti e determinate...
Pesci

Acquario: come scegliere i pesci d'acqua dolce

Gli animali acquatici vivono in un ambiente ben preciso, l'acqua. Tuttavia non tutte le tipologie di acque sono uguali, di conseguenza le specie sviluppatesi in una determinata zona, in acqua salata o dolce, differiscono di molto, e spesso possono risultare...
Pesci

Come scegliere i pesci pulitori per l'acquario

Ogni acquario che si rispetti deve contenere al suo interno dei pesci pulitori. Nonostante alcuni ne facciano a meno, occorre tenere presente che essi sono una componente fondamentale per la fauna del nostro acquario. I pesci pulitori mantengono pulito...
Pesci

Come creare l'ambiente giusto in un acquario per pesci d'acqua dolce

Un acquario non va considerato solamente come una bel complemento di arredo, capace di rendere un ambiente della nostra casa più elegante e chic, ma dobbiamo sempre tenere a mente, che prima di tutto, l'acquario è la casa dei nostri pesci. Come gli...
Pesci

Come mettere dei pesci in un nuovo acquario

Allestire un nuovo acquario è, senza dubbio, un'esperienza emozionante. Spesso, però, accade che i pesci che v'introduciamo al suo interno muoiano uno di seguito all'altro. Creare un nuovo ambiente per i nostri pesci, infatti, non è un'operazione così...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.