Come comportarsi con un gatto pauroso

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se avete appena introdotto in casa un gatto e scoperto che è piuttosto pauroso, vi conviene agire subito specie se molto piccolo, per evitare che questa condizione possa turbarlo in modo tale da manifestarsi permanentemente in età adulta. Gli accorgimenti sono molto semplici e naturali, quindi non è necessario intervenire con farmaci nè tantomeno consultare un veterinario. Un minimo di tempo a disposizione, tanta pazienza e la giusta dose di affetto sono gli elementi utili per risolvere il problema. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come comportarsi con un gatto pauroso.

24

Allestire un angolo dedicato

Il gatto specie se molto piccolo deve subito abituarsi a fare i suoi bisogni in una lettiera, in modo che non debba temere poi di essere sgridato se ad esempio urina su tappeti e divani. Questa condizione potrebbe poi ripercuotersi negativamente una volta diventato adulto. Allestire un angolo dedicato e solo per lui, è un altro modo per farlo sentire sicuro. I gatti infatti come del resto tutti i felini amano a dismisura il loro territorio, quindi sentirsi padroni di un angolo della casa è importante per affrontare con serenità avversità e paure future.

34

Portare il gatto all'esterno tenendolo tra le braccia

Con il passar dei mesi quando il felino comincia ad essere consapevole della sua forza innata, e nel contempo sembra che sia sulla buona strada per mettere da parte le sue naturali paure di cucciolo, giunge il momento di portarlo all'esterno della casa tenendolo tra le braccia, e fargli capire che quella zona è in effetti un prolungamento della casa in cui può rifugiarsi nel momento del bisogno o in presenza di pericoli. Prendere conoscenza del mondo esterno, aiuta il gatto a sentirsi più sicuro di sè e a mettere da parte la paura, magari reagendo con disinvoltura alla presenza di un topo da giardino oppure rilassarsi pur sentendo abbaiare il cane del vicino. Trascorso un certo periodo di tempo per ottimizzare il risultato, periodicamente è opportuno preparargli il cibo all'esterno della casa (meglio se un giardino), standogli però accanto per fargli sentire la nostra presenza. Coccole, cibo abbondante e di suo gradimento fanno poi il resto.

Continua la lettura
44

Creare un'apposita recinzione in giardino

Una volta che il gatto appare sicuro di sè e non più pauroso, allora potete anche organizzargli uno spazio permanente in giardino, creando un'apposita recinzione in cui possa stabilire un altro suo territorio preferito. In tal modo il felino si sentirà ugualmente protetto e capace di affrontare da solo le avversità della natura, prendendo coraggio e tentando di agguantare topi, cacciare uccelli ed insetti. Inoltre grazie a questa protezione con la recinzione, si evita che possa allontanarsi da casa e fare incontri indesiderati con cani, o peggio ancora essere investito da auto o moto che in tutti i casi potrebbero farlo di nuovo ripiombare nella paura iniziale, vanificando tutti gli sforzi fatti per evitare che ciò accada.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comportarsi quando il gatto porta regali indesiderati

Il gatto caccia per un istinto di sopravvivenza che possiede fin dalla nascita. Per i gatti randagi è una necessità, dato che non hanno cibo a disposizione ed altrimenti morirebbero di fame, mentre per gli altri è soltanto un passatempo col quale dimostrano...
Gatti

Come comportarsi con un gatto aggressivo

C'è da dire che, mentre alcuni gatti sono timidi, sia con le persone e con gli altri animali, altri sono troppo aggressivi. Questo perché il gatto è stato allontanato prematuramente dalla mamma gatta, che non ha avuto il tempo per educarlo correttamente...
Gatti

Gatto randagio: come comportarsi

Nonostante moltissime associazioni animaliste, comunali o volontarie, facciano del loro meglio per impedire gli abbandoni questi ancora avvengono. Non tutti i randagi sono però abbandonati moltissimi animali sono infatti ancora selvatici. In questa guida...
Gatti

Gatto abbandonato: come comportarsi

Forse non è una cosa che capita tutti i giorni, ma quando accade è un fatto che ci tocca nel profondo: l'abbandono di un animale. I gatti, in particolare, sono animali molto sensibili che hanno bisogno di affetto e calore. Per tale motivo, quando vediamo...
Gatti

Come Comportarsi Quando Il Vostro Gatto Partorisce

All'interno di questa guida, come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo, andremo a occuparci di gatti. Nello specifico, affronteremo la problematica di come comportarsi quando il vostro gatto partorisce. Questa guida è destinata...
Gatti

Come aiutare un gattino pauroso

Fin da cuccioli, i gatti mostrano un'innata curiosità, voglia di esplorazione dell'ambiente che hanno attorno. Tuttavia, può capitare di dover gestire un gatto che abbia timore di un nuovo ambiente dove non riesce a integrarsi nel migliore dei modi....
Gatti

Come prendersi cura di un gatto sordo

Gli animali domestici sono da sempre un'ottima compagnia per noi umani all'interno delle mura di casa; attualmente le abitazioni italiane sono popolate in maggior misura da cani e gatti di varie razze e taglie. Purtroppo molti felini, nonostante se ne...
Gatti

Come gestire l'ansia del gatto

Con la vita caotica che caratterizza le giornate sono in forte aumento le persone sottoposte a stress continui. Questo problema, purtroppo, si presenta sempre più frequentemente anche negli animali domestici. Ciò porta i proprietari dei piccoli pelosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.