Come comportarsi di fronte a un cane randagio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gli animali sono creature che dialogano in modo diverso dall'uomo, sia tra loro che con l'uomo stesso. A volte basta uno sguardo, un piccolo lamento o un segnale per far trapelare amore, nervosismo, dolcezza, felicità. Il rapporto con gli animali i basa quindi su elementi semplici, primo tra tutti la fiducia. Quando questa viene meno risulta difficile per un animale riacquistare quella sicurezza nei confronti dell'uomo, maturata in tanto tempo. Vittime di questa sfiducia sono proprio gli animali, che a volte anche solo per un capriccio dell'uomo si trovano abbandonate o trattate nel peggiore dei modi. Il randagismo nasce soprattutto da mancanze umane e col tempo può rivelarsi un problema che piano piano diventa comune, non solo per gli animali stessi, lasciati al completo abbandono ma anche per gli abitanti che vivono nei paraggi. I cani randagi infatti difficilmente riescono a fidarsi dell'uomo, il rischio è quindi di creare veri e propri branchi irrecuperabili. In questa occasione vedremo come comportarsi di fronte a un cane randagio.

24

Identificazione di un cane randagio

All'inizio è importante riuscire a distinguere un cane randagio da uno che è stato abbandonato da poco tempo. Nel secondo caso dobbiamo cercare di salvare l'esemplare dandogli acqua e cibo per poi portarlo nel canile più vicino oppure, meglio ancora, lo adottiamo, se abbiamo questa possibilità. Un cane randagio, invece, è difficile che si lascia avvicinare. Esso, quasi sempre, ha dovuto subire dei maltrattamenti e quindi ha cominciato a diffidare dell'uomo per poter sopravvivere. È fondamentale sapere che il cane è un parente diretto del lupo per cui se cresce allo stato brado si lascia guidare solo dal suo istinto.

34

Vita e abitudini del cane randagio

Un consiglio molto utile può essere quello di non andare mai da soli nelle zone in cui sono stati avvistati branchi di cani randagi. Se dobbiamo passare obbligatoriamente per una di queste zone a rischio è opportuno munirsi di un bastone o di uno spray. Se ci troviamo faccia a faccia con un cane randagio dobbiamo evitare la fuga; essa viene interpretata come un segno di debolezza e se il cane decide di rincorrerci difficilmente abbiamo la meglio. È consigliabile indietreggiare con calma, senza fare bruschi movimenti. Abbiamo davanti un cane, ma in realtà è un animale selvaggio che protegge il proprio territorio e noi siamo il nemico che lo invade. Bisogna stare calmi e non urlare, dobbiamo sottometterci a lui per uscirne illesi.

Continua la lettura
44

Cosa fare in caso di pericolo

Se assistiamo ad un attacco di un cane randagio ai danni di un altro simile o di un umano non è facile separarli. Un metodo efficace può essere quello di tirare sulla faccia del cane dell'acqua o qualunque cosa liquida che abbiamo per le mani. Infatti, l'acqua su occhi e naso fa immediatamente mollare la presa al cane. È consigliabile avvertire subito le forze dell'ordine o la guardia forestale per farli intervenire nella zona pericolosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come addestrare un cane randagio

Oggi giorno, il numero di cani randagi presenti sulle nostre strade è davvero alto, e più c si avvicina all'estate e maggiore è il rischio di abbandono da parte delle famiglie che decidono di partire per le vacanze dove non possono portare con sè...
Cani

Come adottare un cane randagio

Chi trova un amico, trova un tesoro, cita il famoso proverbio, ma se l'amico ha quattro zampe è ancora meglio! È risaputo che il cane, è l'animale più fedele che ci sia al mondo. Per questo motivo, può essere un'esperienza meravigliosa adottare un...
Cani

Come spulciare un cane randagio

Il cane è notoriamente considerato il migliore amico dell'uomo, ed è in grado di dare amore e affetto al suo padrone, con il quale ha stabilito un rapporto di alta fedeltà fin dai primi giorni. È noto anche che, purtroppo, molto spesso, ci si imbatte...
Cani

Morso di cane: come comportarsi

In questo contesto siamo pronti a proporvi una guida davvero molto interessante per comprendere ed imparare opportunamente, come occorre comportarsi di fronte ad un morso di cane, appena ricevuto, il quale ha anche provocato molto dolore. È risaputo...
Cani

Come comportarsi quando il cane si agita durante il temporale

Il temporale per il cane è un vero e proprio incubo. L'animali non sopporta i tuoni, li teme, ne ha paura. Alcuni studi però dimostrano che questa fobia sia più diffusa solo in alcune razze, ma certo è che i cani sono animali conosciuti per la loro...
Cani

Come reagire di fronte a un cane sofferente chiuso in auto

Per molti animali domestici l'estate non rappresenta affatto una stagione piacevole. Il numero di cani, gatti, conigli o criceti che vengono abbandonati lievita enormemente durante i tre mesi estivi e, nonostante alcuni proprietari millantino di amare...
Cani

Come comportarsi quando il cane ringhia

Un cane, per quanto piccino e amichevole possa essere, in alcuni casi può diventare aggressivo e potenzialmente pericoloso per gli animali e le persone che gli stanno attorno. Di solito si tratta di semplici ma incisivi avvertimenti, che non si tramutano...
Cani

Cane abbandonato: come comportarsi

L'abbandono del cane è un problema atroce che attanaglia la nostra società. Soprattutto nei mesi estivi, infatti, in occasione delle vacanze, molti padroni incauti lasciano il loro amico animale ad un triste destino: solo e abbandonato. Tuttavia, ci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.