Come costruire un carrello per gatti disabili

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il gatto è un animale notturno molto attivo e curioso. La sua indole lo porta ad esplorare continuamente il territorio e giocare anche con oggetti inanimati. Per questo, gatti incidentati o malformati, che hanno perso l'uso delle zampe posteriori, necessitano comunque di potersi muovere per rimanere attivi e stimolati. Spesso può essere utile, previo consiglio del veterinario, munirsi di un carrello su cui mettere il gatto e consentirgli di camminare autonomamente. Questi oggetti però, se acquistati in negozi specializzati, costano molto. Grazie a questa guida, illustreremo passo passo come costruire un carrello per gatti disabili.

28

Occorrente

  • Tubolari in alluminio
  • Ruote
  • cinghie morbide
  • Gommapiuma
  • Viti
  • Metro
38

In base alla disabilità del gatto, possiamo costruire un carrello che vada a sostituire completamente il lavoro delle zampe posteriori, oppure uno che funga principalmente da sostegno, ma che permetta al gatto di poggiare le zampe e muoverle. Ora è il momento di prendere le misure: la base d'appoggio del bacino del gatto deve essere adeguata all'altezza del gatto, per evitare che nel movimento il peso di questo vada a distribuirsi in maniera non omogenea, risultando scomodo e stancante.

48


Creiamo per prima cosa una struttura rettangolare, e su due vertici adiacenti inseriamo le ruote: questa parte andrà a costituire la colonna portante del nostro carrellino. Sui due lati del rettangolo che sovrastano le ruote, attacchiamo due tubolari perpendicolarmente al rettangolo, che raggiungano le spalle del gatto, come una sorta di piccolo calesse. Lo scheletro è pronto, ora dobbiamo aggiungere le cinghie per fissarlo comodamente all'animale.

Continua la lettura
58

Leghiamo una cinghia robusta alle estremità dei due tubolari, che servirà come base su cui si appoggia il torace del gatto. Per renderlo più confortevole possiamo imbottire questa parte con della gommapiuma. Per evitare che il carrellino scivoli durante il movimento, passiamo una cinghia anche davanti al petto e il gioco è fatto. Infine creiamo delle cinghie su misura da passare sotto il bacino, robuste ed imbottite, che sostengano il peso del treno posteriore, da fissare sugli apici superiori del rettangolo.

68

Come già detto, il carrellino dovrà adattarsi alle esigenze del gatto, quindi se il gatto può muovere le zampe ma non riesce a sostenere il proprio peso, dovremo prendere adeguate misure affinché possa appoggiare liberamente gli arti a terra. Se invece il gatto ha perso completamente la capacità motoria, possiamo al carrellino una sorta di cuscino all'altezza del bacino, che sorregga l'animale e gli permetta di appoggiarvi il treno posteriore.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prendete bene le misure del vostro animale, per creare un carrellino adatto alle sue esigenze.
  • Al posto dei tubolari in alluminio, potete utilizzare anche dei tubolari in PVC, purché la struttura risulti leggera e facilmente trainabile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come prendersi cura di un cane dopo la sterilizzazione

I motivi per i quali chi possiede un cane decide di ricorrere all'intervento della sterilizzazione per il suo amico pelosetto, sono essenzialmente due: uno di ordine sanitario, secondo il quale (specialmente per la femmina) si determina la prevenzione...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo americano da sella

Il cavallo è uno degli animali più nobili. Da sempre al fianco dell'uomo, il cavallo ha assunto nel corso dei secoli diverse mansioni. Dapprima era segno di onore, poi divenne l'icona del duro lavoro dei campi. Oggi il cavallo è un animale da compagnia,...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo italiano da sella

Il cavallo è un animale molto amato. Estremamente sensibile e per la straordinaria capacità di interagire con l'essere umano, fin dai tempi più antichi è stato protagonista di numerose attività che hanno agevolato il lavoro dell'uomo. Vi sono numerose...
Cani

Tutto sul Cocker Spaniel

Ecco una guida pratica che proponiamo ai nostri lettori, che sono amanti degli animali ed in particolar modo dei cani. Nello specifico cercheremo di imparare tutto ciò che c'è da sapere sul Cocker Spaniel, una razza di cane, che piace a tantissime persone...
Cani

Tutto sul Labrador Retriever

Chi possiede un animale domestico sa bene che, se da un lato adottare un cane è sicuramente una grossa responsabilità, dall'altra è una esperienza veramente unica e ricca di gratificazioni. Quando decidiamo di prenderci cura di un cucciolo, infatti...
Cani

5 consigli per trasportare un cane in aereo

Oggi con tutte le misure restrittive per i passeggeri degli aerei per motivi di sicurezza, anche per trasportare gli animali come ad esempio un cane, è necessario ottemperare a delle regole, per cui bisogna adottare alcune precauzioni prima di partire....
Cani

Le 5 razze di cani più adatte ai bambini

Se pensate di accogliere un cane nella vostra famiglia, darete a vostro figlio o ai vostri figli il miglior amico, compagno di giochi, amorevole protettore che possa esistere. L'infanzia dei vostri figli sarà riempita da corse allegre, simpatici tiri...
Cani

5 curiosità sui Labrador

La compagnia e l'affetto di un cane sono irrinunciabili per un numero crescente di persone. Nella maggioranza dei casi il cane diventa a tutti gli effetti un membro della famiglia. Condivide quotidianamente i nostri spazi, dorme con noi e ci accompagna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.