Come costruire un recinto da giardino per il gatto

Tramite: O2O 06/06/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se abbiamo la fortuna di avere un giardino, o meglio se i nostri gatti hanno la fortuna di avere un giardino, siamo senz'altro felici di vederli giocare all'aperto e di godersi il sole spaparanzati sull'erba. Però conoscendo la curiosità dei mici, la loro imprevedibilità e il loro desiderio di avventura (ossia di cacciarsi nei guai), c'è sempre la preoccupazione che possano scappare fuori dal nostro giardino. A volte le strade attorno sono piene di automobili, che costituiscono un vero pericolo, altre volte potrebbero esserci addirittura dei vicini malintenzionati! Giustamente, anche le associazioni che salvano i gattini abbandonati sono restie a darli in adozione in case che hanno un giardino da cui i gatti possono uscire troppo facilmente. La soluzione è quindi costruire una recinzione. In questo modo le nostre bestioline potranno godersi il verde e l'aria aperta, e noi in compenso ci godremo la tranquillità di saperli al sicuro. La recinzione che andremo a costruire usa una rete metallica. Si tratta di un lavoro di bricolage che richiede un po' di materiale: assicuratevi di avere tutti gli occorrenti prima di iniziare! Vediamo passo per passo come costruire un recinto da giardino per il nostro gatto.

26

Occorrente

  • 4 pali in legno di abete 10x10x250
  • 2 listelli in legno di abete 6x6x180
  • 5 pali in legno di abete 10x10x300
  • 22 metri di rete metallica con maglia larga 5x5
  • Viti per legno da 20 centimetri
  • Graffette in acciaio
  • 2 sacchi di malta pronta
  • 2 listelli di abete 6x6x80
  • Viti da 10 per legno
  • 2 cerniere a libro
  • 1 sistema di chiusura del cancello
  • Avvitatore
  • Scala
  • 1 coppia di cerniere a bossola
36

Fissare i pali nel terreno

Inizieremo scavando un buco nel terreno di 50 centimetri di profondità. Avrà una larghezza di 20 centimetri. Con l'aiuto di un metro misureremo 3 metri dal primo buco e ripeteremo l'operazione per tre volte. Tra le due cavità anteriori ne scaveremo una terza a distanza di 2,20 metri dal lato sinistro o destro. Ci servirà per l'installazione del cancello. In questo modo otterremo un quadrato. Impianteremo il primo palo da 10x10x250 centimetri nel primo buco. Ripeteremo l'operazione per tre volte. Avremo, dunque, una misura di due metri di altezza. Per i pali, il legno migliore è quello di abete. Per fissare i pali, impasteremo in un secchio della malta pronta. Riempieremo il buco alternando la malta con qualche pietra, che troveremo facilmente in giardino o... O che dovremo cercare in campagna. Ripeteremo l'operazione per tutti e quattro i pali.

46

Unire i pali con un'asta in orizzontale

Dovremo attendere che la malta faccia presa: in genere è sufficiente un'ora e mezza, se il tempo è bello e la temperatura sufficientemente calda; se invece lavoriamo in inverno dovremo aspettare oltre quattro ore, se non cinque. A questo punto dovremo costruire la struttura superiore del recinto. Partiamo da un lato e poniamo un'asta in orizzontale. Le misure ideali sono 10x10x300. Fissiamola con una vite da 20 centimetri, aiutandoci con un avvitatore. In questo modo formeremo un ponte tra i due pali verticali. Ripetiamo l'operazione per tutti i pali restanti. Procediamo avvitando un palo di 10x10x300 nella zona superiore del recinto. Sistemiamolo a metà della struttura, a circa 1,50 mt.

Continua la lettura
56

Fissare la rete e costruire il cancello

Fissata la struttura, dovremo chiudere i tre lati così costruiti con una rete - lasciando, ricordiamocelo, un lato libero per realizzare il cancelletto. Agganceremo la rete al primo palo con delle graffette in acciaio, ripetendo poi il lavoro per tutti i tre lati, tirando di tanto in tanto la rete per tenderla. Infine, dovremo costruire un piccolo cancello per entrare e uscire dal nostro giardino - ma bisogna che anch'esso sia a prova di gatto! Per prima cosa ci serviranno due listelli d'abete di 6x6x180 centimetri, e altri due di 6x6x80 centimetri. Li avviteremo con le viti da 10, in modo tale da formare un rettangolo. Rivestiremo anche questi listelli con la rete. A un lato, quello destro o quello sinistro a vostro piacimento, bisognerà avvitare le cerniere "femmine", quelle cave, ponendo attenzione a posizionarle almeno a 10 centimetri dalla cima e dal fondo del listello. Le cerniere "maschio" invece andranno fissate su corrispondente palo del recinto a cui sarà agganciato il cancello. Per terminare il lavoro dovremo fissare il sistema di chiusura del cancello che avremo scelto, a circa 90 centimetri da terra, al cancello e al palo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È consigliabile fare questo tipo di lavori in estate o alla fine della primavera: con il caldo, la malta si asciuga più in fretta!
  • Si può costruire anche un "tetto", usando la stessa rete e agganciandola ai pali e alla rete posta ai lati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come evitare che il gatto esca dal giardino

Il fascino che i gatti esercitano sull'uomo è antico è innegabile. Misteriosi e solitari, i gatti sono animali eleganti e dal carattere libero e avventuroso. Decidere di condividere i propri spazi e la propria vita con questi felini in miniatura è...
Gatti

Come rendere il giardino a prova di gatto

Io lo asserisco sempre, per l'amore che ho verso i gatti: averne uno è un grande privilegio, ma soprattutto avere un giardino dove egli possa sbizzarrirsi e farne il proprio habitat è una grande fortuna. Possiamo fare in modo di lasciargli libero accesso,...
Gatti

Come costruire una porta per il gatto in una finestra

In primo luogo, occorre precisare che una porta per il gatto (o gattaiola) è un progetto altamente personalizzabile, quindi occorre acquistarne o fabbricarne una a seconda del tipo di finestra che avete. Occorre, infatti, prendere le misure della vostra...
Gatti

Come costruire un sistema di tunnel per il proprio gatto

Il gatto è notoriamente un animale molto indipendente. È anche una creatura curiosa, che ama esplorare l'ambiente in lungo e in largo. Non è raro, infatti, sorprendere questi affascinanti felini durante qualche "indagine" per casa. E in simili occasioni...
Gatti

Come evitare che il gatto corra pericoli fuori casa

Un gatto abituato a vivere in un ambiente domestico conduce una vita decisamente più agiata rispetto a quella di un randagio; d'altra parte, il nostro gatto ha bisogno di seguire anche gli stimoli che la natura gli fornisce. È difatti importante essere...
Gatti

Come proteggere l'orto dal gatto

Coltivare e prendersi cura di un piccolo orto in casa è un' attività che può regalare notevoli soddisfazioni personali, oltre che garantire prodotti sempre freschi, biologici, coltivati personalmente con cura ed attenzione, di qualità, quindi, sicuramente...
Gatti

Come allontanare i gatti randagi dal giardino

Graziosi e sornioni, eleganti e spesso anche utili a difenderci dai topi, i gatti possono diventare però dei fastidiosi ospiti se nel nostro giardino si divertono ad estirpare piante, lasciare ricordini sgraditi e sporcare tutt'intorno. Potrebbe nascere...
Gatti

Le piante tossiche per il gatto

È abbastanza consueto che un gatto addenti le piante. Probabilmente questo tipo di abitudine si deve alla sua esigenza di fibre alimentari per favorire l'assimilazione del cibo. Infatti le fibre facilitano l'eliminazione dei boli di pelo ingeriti dall'animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.