Come costruire un terrario per rane

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il terrario è una funzionale struttura che consente di ospitare diverse specie di piante e soprattutto di animali; infatti in riferimento a questi ultimi è importante sapere che è particolarmente indicato per rettili ed anfibi. Se dunque avete intenzione di allevare delle rane, potete costruire con il fai da te un terrario con un minimo di spesa rispetto a quelli piuttosto costosi disponibili in commercio. A tale proposito ecco una guida con alcuni consigli su come ottimizzare il risultato.

25

Occorrente

  • Vasca di vetro assemblata con silicone
  • Tavolette di torba
  • Ghiaia sottile
  • Tessuto sintetico
  • Foglie di quercia essiccate
  • Legno compensato
35

Il primo passo da compiere è quello di fare delle ricerche approfondite su internet cercando di apprendere più notizie possibili riguardanti la specie che vogliamo adottare. I dettagli più importanti sono quelli riguardanti l'habitat, le necessità primarie ed infine tutto quello che riguarda il loro carattere e il modo di relazionarsi con altri esemplari della stessa specie. Una volta che avete appreso tutto il necessario potete iniziare il progetto.

45

Supponendo di voler ospitare all'interno del vostro terrario delle rane, il procedimento è il seguente. Per prima cosa stabilite la grandezza del terrario, che deve essere in proporzione al numero di rane da contenere. Una volta deciso, recatevi presso un vetraio e mostrategli il disegno e chiedete di prepararvi le varie lastre in vetro che vi occorrono. Per l'assemblaggio potete utilizzare il silicone trasparente che è anche inodore. Questa scelta si rende utile in quanto eventuali altri sigillanti potrebbero risultare eccessivamente acidi e quindi fastidiosi per le vostre piccole rane. Una volta che la struttura è stata completata e il suddetto silicone ha fatto presa (almeno dopo 24 ore), potete procedere con il lavoro. Per prima cosa stendete sul fondo, uno strato di torba in tavolette in modo che potrà svolgere un'ottima funzione drenante. Anche della ghiaia di piccole dimensioni può definirsi tuttavia una buona scelta.

Continua la lettura
55

A questo punto da un tessuto sintetico ritagliate un rettangolo le cui dimensioni rispecchiano esattamente quelle della base della vasca, dopodiché sistematelo accuratamente e subito sopra di esso stendete un'altro strato di torba. Per terminare potete provvedere ad aggiungere delle foglie di quercia, possibilmente in buono stato e ben essiccate. Queste foglie hanno la funzione sia di abbellire il terrario, che di fornire il giusto apporto di microorganismi di cui poi le vostre rane si nutriranno. Per concludere definitivamente il lavoro di costruzione del terrario, munitelo di un coperchio utilizzando un foglio di compensato, oppure una rete di plastica a maglie strette.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Consigli per allevare un toporagno

Il toporagno è una specie appartenente alla famiglia dei Soricidi, un' ordine di mammiferi molto simili ai topi. Questa specie è caratterizzata da un lungo muso appuntito e da una soffice pelliccia dalle tonalità marroni e grigie. A differenza dei...
Rettili e Anfibi

Come Costruire un terrario per le tartarughe di terra

Hai trovato delle tartarughe in giardino e non sai dove metterle? Sono nate delle nuove tartarughe? Se rientri in questi casi e non vuoi lasciarle libere per il giardino sei sul sito giusto! Questa Guida spiega come costruire un ottimo terrario per le...
Cura dell'Animale

Come fare un terrario tropicale

Se avete il pollice verde ma lo spazio in giardino è poco, perché non creare un proprio mini-mondo pieno di piante lussureggianti e belle, creando terrario tropicale? Quest'ultimo offre una vasta gamma di opzioni: può essere una vera e propria oasi...
Rettili e Anfibi

Come liberarsi delle rane

Le rane sono anfibi che vivono in prossimità di laghetti e stagni. Le rane sono solitamente animali molto utili: si cibano infatti di larve e insetti, come le zanzare e le mosche, che spesso sono nocivi alle colture e fastidiosi per l'uomo. Purtroppo...
Rettili e Anfibi

Come organizzare il terrario per l'iguana

L'iguana è un animale simile alla lucertola scoperta da Darwin nelle isole Galapagos. In Italia non è possibile trovarle allo stato brado, ma solo in cattività; i negozi per animali, oltre a vendere questi rettili, sono forniti di materiali adatti...
Rettili e Anfibi

Come allestire il terrario per un camaleonte

La passione per gli animali sembra proprio non conoscere confini: fino a qualche anno fa, infatti, gli unici animali domestici che venivano adottati dagli esseri umani erano solo ed esclusivamente il cane e il gatto; poi si è passati via via con conigli,...
Animali da Compagnia

Come costruire un terrario per i gerbilli

Negli ultimi tempi sta prendendo piede la moda di tenere in casa i gerbilli come veri e propri animali da compagnia. Si tratta di piccoli roditori tipici di alcune zone dell'Asia, che si stanno lentamente diffondendo anche in Occidente. I gerbilli sono...
Rettili e Anfibi

Come realizzare un terrario per tartarughe

I terrari per tartarughe sono modi meravigliosi per mostrare il vostro animale domestico e fornirgli un ambiente che imita molto attentamente il suo habitat naturale. Tuttavia, la fragilità di questi animali richiedono un spazio molto specifico per mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.