Come costruire una mangiatoia per polli

Tramite: O2O 11/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Se sei tra coloro che amano passare il tempo tra divertenti e fruttuosi passatempi come l'avicoltura posso consigliare di cimentarsi nella costruzione di una mangiatoia a distribuzione automatica per polli. Tale tipologia di mangiatoia risolve molti problemi causati dal becchime lasciato esposto alle intemperie e il conseguente deterioramento dello stesso, il continuo rifornimento di cibo e lo spreco che di esso se ne fa per lo spargimento che viene effettuato dai polli nella ricerca del grano perfetto. Pochi minuti di lettura e avrai la soddisfazione venire a conoscenza di come costruire una mangiatoia per polli all'avanguardia ed economica.

28

Occorrente

  • Assi di legno dello spessore di 15/20 mm di varia lunghezza
  • Colla per legno
  • Viti
  • Ondolux in vetroresina
38

Preparazione dei materiali per la tramoggia

Prima di tutto bisogna procurarsi il necessario per poter costruire la mangiatoia per polli in modo semplice ed artigianale. La prima cosa che ti servirà sono delle tavole di legno maturo con uno spessore di circa 15/20 cm per iniziare a costruire la tramoggia. Prepara ora le due assi laterali di sostegno per i lati più corti del contenitore, procurati quindi le assi necessarie per i lati di lunghezza maggiore ma che abbiano un'altezza corrispondente alla metà dei lati di sostegno. Fatto questo prepara una terza asse più piccola che andrà a dividere per metà la mangiatoia nella lunghezza. A questo, procurati due assi lunghi quanto i lati più lunghi ma che abbiano un tagli laterale a 45 gradi in modo da poterli applicare in modo obliquo sotto i laterali lunghi.

48

Preparazione dei materiali per la tinozza

Una volta procurati i materiali per la tramoggia della mangiatoia, bisogna preparare ciò che servirà a contenere il becchime. Per la costruzione della tinozza devi quindi procurarti assi stagionate dello spessore di 15/20 cm più lunghe e più larghe della tramoggia in modo che il cibo che scende da essa venga raccolto dalla tinozza in cui è contenuta. Ti servono quindi, due assi più piccole per il sostegno laterale della mangiatoia e due più lunghe per i lati di maggiore dimensione. Inoltre ti servirà un'asse larga almeno 20 cm più della tramoggia in modo da lasciare lo spazio necessario ai polli per poter beccare il mangime su entrambi i lati della mangiatoia.

Continua la lettura
58

Preparazione del materiale per il tetto

Ora che hai tutto ciò che ti serve per la tramoggia e la tinozza, devi pensare alla copertura. Il tetto della mangiatoia non è solo un aspetto estetico molto piacevole ma soprattutto un'importante protezione per il becchime, dalle intemperie e dallo sperperamento inutile che ne farebbero il polli. Per costruire il tetto ti serviranno 4 assicelle che fungeranno da pilastri e 3 assicelle lunghe quanto i lati della mangiatoia per sostenere il tetto. Inoltre ti servirà una striscia di ondolux in vetroresina da porre a copertura impermeabile.

68

Costruzione della mangiatoia

Ora si passa alla vera e propria realizzazione e assemblaggio della mangiatoia per polli.Unisci prima di tutto i pezzi che costituiscono la tremoggia partendo dai laterali esterni che verranno uniti con colla per legno e viti. Sotto i lati lunghi applica le assi che ha tagliato con un lato a 45° in modo che risultino convergenti verso l'interno e lascino un'apertura di circa 40 mm. Tale apertura servirà a far scorrere il becchime verso i lati della mangiatoia esterna man mano che esso si esaurisce. Applica a metà della tremoggia la divisoria che aiuterà lo scorrimento del mangime e permetterà anche di servire due tipologie di becchime differente senza fare miscugli. Ora passa alla costruzione della tinozza. Assembla i lati piccoli con quelli più lunghi e applica il fondo. Ci siamo quasi, unisci la tremoggia alla tinozza avendo cura di lasciare uno spazio di almeno 30 mm da cui il becchime può fuoriuscire. La tremoggia può essere applicata con viti ai lati per fissarla ed evitarne il rovesciamento. Il tetto andrà applicato preparando la struttura dei pilastri e fissandola ai lati della mangiatoia. Infine applicare la copertura in vetroresina utilizzando della viti e isolandole con del silicone in modo da non lasciare eventuali spazi in cui l'acqua può scorrere raggiungendo il cibo e facendolo marcire. La mangiatoia per polli è pronta, basta riempirla di becchime e servire!

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare legno stagionato per aumentarne la durata nel tempo e la resistenza alle intemperie
  • Sigillare ogni possibile apertura sul tetto con silicone per non far passare l'acqua
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come allevare i polli

Allevare polli è un'attività molto produttiva, che richiede però altrettanto impegno e costanza. Prima di cimentarti nell'impresa, valuta attentamente lo spazio ed il tempo a tua disposizione. Per ottenere prodotti di qualità (uova, carne o entrambi),...
Cura dell'Animale

Tipologie di allevamento dei polli

L'agricoltura e l'allevamento sono sicuramente dei settori meravigliosi in cui potersi cimentare. Numerosissimi sono infatti i tipi di agricoltura come i tipi di allevamento praticati in Italia: sicuramente, uno degli allevamenti più famosi è quello...
Cura dell'Animale

Come costruire un recinto per i conigli

Fino a qualche anno fa, il coniglio era considerato un'animale adatto esclusivamente per finire sulle nostre tavole. Oggi, invece, molte persone preferiscono ospitarlo in casa propria come animale da compagnia e, dopo il cane ed il gatto, è il preferito...
Cura dell'Animale

Come costruire un recinto per i maiali

Quando si ha a disposizione un allevamento di animali da fattoria, è necessario fare attenzione a rendere sicuro il posto in cui si fanno stare. Per poter sistemare al meglio un allevamento all'aperto, è sicuramente necessario utilizzare una recinzione...
Cura dell'Animale

Come costruire un recinto per le capre

Le capre sono animali molto voraci, mangiano rovi ed erbacce in grande quantità. Sono anche animali domestici molto socievoli: sono infatti mansuete ed affettuose e non richiedono particolari cure. Tuttavia, spesso si dimostrano un tantino vivaci e si...
Cura dell'Animale

Come costruire una cuccia ecologica con i pallet

I pallet a quanto sembra sono l'invenzione del secolo, perché si sono rivelati come una fonte inesauribile di materia prima per la realizzazione di simpatici a volte utilissimi oggetti di bricolage. Presentano, infatti, una caratteristica versatilità...
Cura dell'Animale

Come costruire una gabbia per l'allevamento dei pulcini

Per l'allevamento dei pulcini, fondamentale è una gabbia in cui gli stessi possano vivere. Anzichè comprarla, la gabbia potrà essere costruita personalmente. Esistono tanti modi per costruire una gabbia riscaldata per l'allevamento dei pulcini. Nella...
Cura dell'Animale

Come costruire un rifugio per animali abbandonati

La cattiveria e l'indifferenza umana, spesso supera i limiti! Non di rado, infatti specialmente durante la stagione estiva i numerosi amici a quattro zampe vengono abbandonati al loro destino per diverse ragioni. Spesso, i fedeli amici pelosi, diventano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.