Come covare un uovo di canarino

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

La riproduzione è uno dei momenti che tutti gli allevatori attendono con molta impazienza.
Essa comincia con la scelta della coppia, la costruzione del nido, la deposizione delle uova, la cova e lo svezzamento dei pulli fino all'involo.
Andremo ora a capire cosa succede se, durante la cova, venisse a mancare l'interesse o la presenza della femmina ed in tal caso come covare un uovo di canarino.

28

Occorrente

  • Incubatrice
  • Lampada puntiforme
  • Gabbia con sistema di riscaldamento
38

Siccome si può incorrere in diverse difficoltà durante la cova o durante lo svezzamento tra cui l'abbandono del nido per inesperienza o morte della femmina, prima di intraprendere la strada della riproduzione è sempre bene avere a disposizione delle "Balie". Queste sono delle canarine (o molto spesso altri uccelli in cova) considerate ottime riproduttrici, dette per l'appunto "BALIE" perché vengono usate per far si che i pulli (piccoli di uccello) di altre coppie vadano avanti nella crescita.
È consigliabile non aggiungere altre uova nel nido della balia, in quanto un sovraffollamento determinerebbe una distribuzione disomogenea del calore, ma di aggiungere uno/due pulli per nido in modo da garantire a tutti la giusta alimentazione.

48

Nel caso non si disponesse di balie, si può ricorrere all'uso di incubatrici. In commercio ne esistono diverse che tengono conto di quelli che sono i fattori fondamentali per una corretta incubazione: temperatura, umidità, rotazione delle uova e cambio d'aria.
La temperatura consigliata per le uova di canarino è circa 37°C e non deve subire variazioni poiché sia quelle in eccesso che in difetto possono compromettere la vitalità embrionale. Anche la temperatura dell'ambiente dove è posizionata l'incubatrice è importante. Dovrebbe essere tra i 15-28°C.

Continua la lettura
58

L'umidità dell'incubatrice dovrebbe variare tra il 60 e il 70%, ma è un parametro che cambia di apparecchiatura in apparecchiatura in relazione al circolo d'aria interno alla macchina stessa.
La rotazione delle uova è un aspetto dell'incubazione importantissimo, in quanto ne potrebbe determinare il successo o il fallimento. Ruotare le uova serve infatti ad impedire che l'embrione si attacchi alle membrane interne dell'uovo con conseguente morte. La rotazione (di 180° circa) deve essere eseguita con dolcezza evitando movimenti troppo bruschi con una tempistica di ogni 3 ore circa, dal primo giorno di incubazione fino a due giorni prima della schiusa.

68

Per controllare lo sviluppo embrionale va effettuata la SPERATURA: con l'aiuto di una fonte di luce puntiforme in un ambiente scuro si controllano le uova controluce. Le uova feconde diventano progressivamente più scure, in quanto l'embrione crescendo occuperà man mano più spazio all'interno dell'uovo. Le uova infeconde, come quelle ai primi 3 giorni dalla deposizione saranno dunque chiare. La speratura è anche capace di farci stabilire la morte embrionale: una macchia scura che dopo un'iniziale espansione non si ingrandisce più. Infine, la speratura, ci permette di stabilire anche quando l'embrione si prepara a nascere. La camera d'aria, visibile al polo ottuso dell'uovo, assume un andamento obliquo poiché il pulcino, ormai cresciuto, avrà occupato quasi l'intero uovo. Questa è indicazione che la schiusa avverrà in 2-3 giorni.  

78

Come già accennato in precedenza si interrompono le rotazioni dell'uovo per nono ostacolare i movimenti che il pullo compie per rompere il guscio.
Una volta nato, si consiglia di lasciare il pulcino ancora per qualche ora nella schiusa, per dargli modo di recuperare le forze e di asciugare il piumino bagnato su dorso e capo. Una volta asciutto, gli si può disinfettare l'ombelico e metterlo in una gabbia calda a circa 36°C ed allevarlo allo stecco.  

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'incubazione e la crescita allo stecco richiedono da parte dell'allevatore un dispendio economico e di tempo molto elevato. Si consiglia per questo l'utilizzo delle Balie

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

10 consigli per allevare canarini

I canarini sono uccelli meravigliosi da tenere in casa perché sono facili da curare e possono essere relativamente contenuti da soli. Tuttavia, una cosa sui canarini non è del tutto semplice nonché l'allevamento. I canarini da allevamento richiedono...
Volatili

Guida alla riproduzione degli uccelli

Gli uccelli sono animali semplici ma molto curiosi da osservare, da cui inoltre si può apprendere moltissimo. Molte specie sono a rischio estinzione, e per questa ragione è bene capire come evitare che ciò accada cercando di farli accoppiare nel miglior...
Volatili

Canarini: 5 consigli sull'alimentazione

Per essere vispi e in buona salute, i canarini necessitano di una dieta equilibrata e varia. Sebbene siano granivori, questi volatili domestici hanno bisogno di integrare la loro alimentazione a base di semi con altre sostanze nutritive. Oltre ai semi...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Volatili

Diamante mandarino: caratteristiche e alimentazione

Il diamante mandarino è un uccello dalle origini esotiche comunemente conosciuto con il nome di diamantino, infatti la sua presenza è cosi comune da essere al secondo posto dopo il canarino. Prima di crescerne uno è bene sapere alcune cose su di esso....
Cura dell'Animale

Metodi per riconoscere un uovo fecondato

Se abbiamo un allevamento di animali ovipari come ad esempio galline o canarini, ed intendiamo sapere se un uovo è stato fecondato e quindi in grado di consentirci la riproduzione, ci sono alcuni metodi specifici per scoprirlo. A tale proposito ecco...
Volatili

5 consigli per scegliere una gabbia per canarini

I canarini sono degli animali da compagnia presenti in tantissime case. Sono amati da grandi e bambini ed alcune specie sono delle vere e proprie rarità. Molto spesso si tende a pensare che questi piccoli uccelli non richiedano molta cura, ma si commette...
Volatili

Come riconoscere un uovo fecondato

Mentre l'umanità fa passi da gigante verso un mondo sempre più tecnologico, le persone sembrano riscoprire gli aspetti più semplici come l'agricoltura, la natura e gli alimenti genuini. Possedere delle uova fresche e di qualità rappresenta, al giorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.