Come creare un deodorante per la lettiera del gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se in casa avete un gatto e di conseguenza per i suoi bisogni vi siete organizzati nel riporre la lettiera nella stanza da bagno, è importante trovare una soluzione adeguata per deodorarla. In commercio, esistono molti prodotti specifici che tuttavia essendo chimici potrebbero arrecare danni al gatto stesso ma anche ai vostri bambini, per cui il consiglio è di realizzarne qualcuno con il fai da te. In riferimento a ciò, ecco una guida su come creare un deodorante per la lettiera del gatto.

25

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Oli essenziali
  • Foglie e fiori di lavanda
35

Usare il bicarbonato di sodio

innanzitutto è importane sottolineare che, se trascurata, la lettiera inizia non solo ad emanare cattivi odori, ma diviene anche il luogo ideale per la moltiplicazione di germi e batteri che potrebbero causargli gravi infezioni e non solo a lui. La soluzione migliore sarebbe quella di pulire la lettiera una volta al giorno, cambiando tutta la sabbia presente nella cassetta. Per quanto riguarda invece i metodi naturali per poter pulire la lettiera in modo facile, economico e soprattutto non dannoso, è possibile ad esempio usare il bicarbonato di sodio mescolandolo alla ghiaia o alla segatura, in quanto è un ottimo mangiaodori, sterilizza dai germi e soprattutto è inodore, quindi ben tollerato dal vostro gatto.

45

Utilizzare gli oli essenziali

Anche il tè può essere un ottimo mangiaodori, per cui vi conviene comprare le foglie essiccate in erboristeria e dopo averle usate per preparasi un’ottima tisana fatele asciugare al sole, sbriciolatele magari con un mortaio e mischiatele con la lettiera del gatto, questo darà un buon odore di fresco alla lettiera, e oltre tutto, avendo il tè proprietà antibatteriche aiuterà a tenerla più igienizzata, come si dice, due piccioni con una fava. In casa potete tuttavia creare dei deodoranti utilizzando degli oli essenziali. Per creare questa soluzione prendete un bicchiere riempitelo poi d’acqua e aggiungete l’odore che vi piace e mescolate energicamente. Fatto ciò, mettete il tutto in un nebulizzatore e date un paio di spruzzatine nelle ore più calde della giornata, vedrete subito se il vostro amico a quattro zampe accetterà o rifiuterà questo cambiamento. Se proprio non dovesse piacergli non forzatelo, sapete benissimo che i gatti non si sottomettono e quale sia la difficoltà di fargli cambiare abitudini.

Continua la lettura
55

Raccogliere dei fiori di lavanda.

Infine se sul balcone avete delle piante di lavanda, potete raccogliere le foglie e i fiori, farle essiccare e poi inserirle in dei sacchetti di tela che alla fine cucite. Appendendoli nella stanza da bagno, emaneranno un profumo davvero gradevole nell'ambiente, sovrapponendosi del tutto a quello proveniente dalla lettiera, senza contare che la lavanda è anche un ottimo antibatterico naturale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

10 consigli per insegnare al gatto ad usare la lettiera

Se ci apprestiamo ad adottare un gatto, è importante sapere che la lettiera è un accessorio indispensabile, per evitare che l'animale possa imbrattare la casa con i suoi bisogni quotidiani; infatti, per massimizzare il risultato, è dunque necessario...
Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

Come pulire la lettiera del gatto

Pulire per bene ed in profondità la lettiera del gatto, è un modo per salvaguardare il nostro animale domestico dal rischio di infezioni urinarie e non solo. La pulizia della lettiera del gatto è uno dei lavori meno amati da coloro che ne possiedono...
Gatti

Come comportarsi se il gatto evita la lettiera

Quando il gatto smette di utilizzare la lettiera, la gestione del felino diventa frustrante e stressante per il padrone. Questo, purtroppo, è anche uno dei motivi più comuni per cui si può decidere di non tenere più il gatto in casa. Ci sono molte...
Gatti

Gatto che sporca fuori dalla lettiera: 5 consigli

Il gatto è uno dei più affascinanti esemplari del regno animale; un piccolo felino domestico. Sono molti, infatti, coloro che possiedono un gatto nella propria abitazione, anche perché è risaputo che, tra i vari animali, il gatto è molto pulito....
Gatti

Come capire perché il gatto non usa la lettiera

Soltanto chi possiede o ha posseduto un gatto conosce il piacere di averlo in casa. Questo perché un micio tiene davvero compagnia, regala tanto affetto e non risulta mai invadente. Un gatto viene spesso considerato a pieno titolo un componente della...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare i bisogni nella lettiera

Se possedete un gatto e non riuscite ad addomesticarlo, oppure ne avete preso uno da poco e volete insegnare al gattino come fare i bisogni nella lettiera, dovete sapere che occorrerà molta pazienza e molto tempo. C'è da dire che i gatti siano animali...
Gatti

Come pulire la lettiera del gatto con ingredienti naturali

La lettiera garantisce al gatto un ambiente fresco e confortevole. Solitamente, viene utilizzata per i bisogni liquidi e solidi. In commercio sono disponibili quelle a base di argilla, sabbia, legno o fibra vegetale. Bisogna abituare il gatto alla lettiera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.