Come curare un cane dalla rogna

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Adottare e curare un animale da compagnia comporta tante soddisfazioni ma anche impegno. I vostri amici animali non meritano solo coccole e cibo, ma attenzioni nel caso di malattia. Il cane è sicuramente l'animale domestico più comune tra le famiglie. Le patologie che possono colpire il vostro cane sono tante e molte hanno sintomi simili. La rogna è una di queste ed è una patologia infiammatoria provocata da acari. Pertanto esiste sempre il rischio che il vostro cane la contragga. I parassiti si annidano nella pelle e nei follicoli dei peli del cane. Curare la rogna è possibile, e in questa guida vi diremo come procedere.

27

Occorrente

  • Shampoo antiparassitario e antiseborroico.
  • Antibiotici.
  • Iniezioni contro il prurito della cute.
37

Tra i sintomi più evidenti della rogna del cane vi è la desquamazione della pelle. Conseguentemente il cane comincia a perdere il pelo a mazzetti, con croste annesse. Inoltre la pelle inizia ad arrossarsi e a prudere, oltre che a lesionarsi facilmente. Come anticipato, però, questi sintomi sono comuni ad altre malattie. Nello specifico, la desquamazione con perdita di pelo e croste o lesioni avviene anche nella Leishmaniosi. Perciò è fondamentale portare il cane da un veterinario per effettuare tutti gli esami. È importante per escludere alcune malattie e avere la diagnosi corretta. La rogna del cane può essere di due tipi, in base al parassita che la provoca: rogna rossa o scabbia.

47

Se il vostro cane è giovane e ha la rogna, probabilmente i sintomi si presenteranno solo in alcune zone. Per esempio sulle zampe e sulla testa, senza che questi si diffondano ovunque. Nei cani adulti e anziani, invece, i sintomi della rogna si presentano un po' dappertutto. Coinvolgono l'addome e la schiena, fino alla coda. Una diagnosi certa si può ottenere con un raschiato cutaneo. È una procedura non troppo invasiva per prelevare un campione da analizzare. È più probabile che il cane subisca l'attacco dei parassiti se il suo sistema immunitario è debole o debilitato. Per esempio dopo un intervento invasivo, mentre l'animale è in degenza.

Continua la lettura
57

Per curare la rogna del cane si deve procedere con delle spugnature a base di antiparassitari. Esistono molti shampoo per coadiuvare l'azione di questi dispositivi medici. Inoltre potrebbe essere opportuno effettuare delle iniezioni per calmare il prurito e il rossore. Quando il cane si gratta rischia di procurarsi altre lesioni che potrebbero infettarsi. Inoltre si può intervenire anche con la somministrazione di antibiotici. Questi agevolano il recupero, specialmente se alcune ferite del vostro cane si infettano, debilitando l'animale. La durata complessiva della cura non supera generalmente i trenta giorni.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Pesate il vostro cane: la maggior parte degli antibiotici vanno dosati in base ai chilogrammi di peso.
  • Se il vostro cane è a pelo lungo, potrebbe essere necessario tosarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come curare un'infezione alla zampa del cane

Il momento in cui decidiamo di adottare un cucciolo dobbiamo essere ben consapevoli che questo non è un semplice "animale da compagnia", ma è anche un essere vivente che va rispettato e, di cui dobbiamo amorevolmente prenderci cura. A tal proposito,...
Cani

Come curare un cane lupo

Con la denominazione "cane lupo" vengono identificate diverse categorie di cani: il cane pastore tedesco, il lupo ibrido, il cane lupo cecoslovacco, il cane lupo di Kunming, il cane lupo di Saarloos ed il lupo italiano. Comunque sia, si tratta di animali...
Cani

Come curare il raffreddore al cane

I cani, proprio come gli esseri umani, possono contrarre il raffreddore, detto anche rinite. È un'infiammazione della mucosa nasale provocata da un gruppo di virus, chiamati Rhinovirus, e si può curare in pochi giorni. Bisogna però fare attenzione...
Cani

Come curare un cane zoppicante

Quando si possiede un'animale domestico lo si deve accudire nel modo giusto, affinché venga salvaguardato il suo benessere. In questa guida vedremo come potersi comportare quando un cane presenta un piccolo problema che può capitargli durante il corso...
Cani

Come Curare Il Cane Morso Da Una Vipera

Il morso di vipera è uno degli incidenti più temuti dai cacciatori. Questi, dovendo recarsi per le loro battute di caccia in posti di montagna o comunque luoghi selvatici o di campagna, si ritrovano molto spesso a contatto con le specie animali autoctone,...
Cani

Come riconoscere le malattie della pelle del cane

I cani come gli esseri umani sono predisposti ad alcune malattie ed in particolare a quelle della pelle. E che sono particolarmente pericolose oltre che fastidiose sia per l'animale stesso che per noi che gli stiamo accanto; infatti, ad esempio troviamo...
Cani

Come prendersi cura di un cane affetto da cimurro

Prendersi cura di un cane malato richiede tantissimo impegno e amore. Le patologie che possono colpirlo, infatti, sono numerose e di varia natura. Esistono le malattie di natura batterica, come può essere la rogna. Ma esistono anche malattie virali,...
Cani

Come curare un Segugio Polacco

Il Segugio Polacco, come indica il nome, è una razza di cane proveniente dalla Polonia e solitamente è raro trovarne degli esemplari fuori dallo stato polacco. Un cane di taglia media, molto protettivo e di costituzione molto forte, il Segugio Polacco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.