Come distinguere un pesce rosso maschio da uno femmina

Tramite: O2O 17/07/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Carassius auratus, o semplicemente pesce rosso, è l'animale domestico più comune. Facilmente reperibile nei negozi specializzati, nelle fiere o come premio al luna park, richiede poche ma adeguate cure. Molto longevo, il pesce rosso in acquario raggiunge anche i 40 anni d'età. La classica boccia, la vaschetta da 10 litri, non ne favoriscono il corretto sviluppo. Per tale motivo, contrae patologie anche mortali. Il pesce rosso sopravvive tranquillamente da solo, ma in una vasca monospecifica vive meglio e con più stimoli. Non introdurre, preferibilmente, specie differenti, per evitare una convivenza difficile e pericolosa. Il sessaggio può rivelarsi una curiosità di adulti e piccini, ma importante ai fini riproduttivi. Distinguere un pesce rosso maschio da uno femmina garantisce ottimi risultati in un allevamento.

26

Occorrente

  • Pesci rossi
  • Acquario ben strutturato e dalle dimensioni adeguate
36

Valutare le dimensioni

Tradizionalmente, il pesce rosso maschio si distingue dalla femmina per le dimensioni. Infatti, la struttura è visibilmente più piccola. Tuttavia, per accertarne il sessaggio, osservare i pesci nella stagione riproduttiva. Per favorire l'accoppiamento, trasferire i pesci in un acquario capiente e ben accogliente. Dopo circa un anno, il pesce rosso raggiunge la maturità sessuale. Il maschio sviluppa delle sporgenze bianche sulla testa e vicino le pinne (tubercoli nuziali). La femmina, invece, appare più impacciata nei movimenti e con il ventre gonfio di uova.

46

Osservare la caratteristiche anatomiche

Per distinguere un pesce rosso maschio da uno femmina, osservarne la caratteristiche basilari strutturali ed anatomiche. Solitamente, la coda maschile è più corta e tozza. Le pinne sono a punta ed i colori più vivaci. I punti di sfiato nella femmina sono distinti e distaccati. Nell'altro sesso, invece, incassati al corpo. Tuttavia, le caratteristiche non sono sempre uguali. In commercio, esistono diverse specie, dalle più comuni a quelle "fantasia". Il periodo migliore per stabilire il sessaggio resta comunque la riproduzione.

Continua la lettura
56

Osservare particolari atteggiamenti

In primavera, il pesce rosso maschio corteggia la femmina ai fini riproduttivi. In un allevamento in acquario si osservano particolari atteggiamenti da ambo i sessi. Raggiunta la maturità, il maschio rincorre la femmina fertile e ne spinge con la testa la pancia. In questo modo, favorisce la fuoriuscita delle uova e le feconda. A questo punto, garantire ai pesci un habitat confortevole ed in condizioni ottimali. Per un corretto sviluppo della prole, mantenere l'acqua limpida. La temperatura dovrà essere costante, a 23 gradi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mantenere costante la temperatura dell'acqua a 23 gradi e rispettare le condizioni base di pulizia ed alimentazione
  • Osservare i cambiamenti strutturali e comportamentali dei pesci dopo il primo anno e durante la primavera, in occasione della riproduzione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come assicurare lunga vita al pesce rosso

Il tradizionale pesce rosso o dorato (nome scientifico Carassius Auratus) è spesso il premio ambito nei tanti parchi giochi sparsi per il mondo. Lo si trova anche a pochi euro nelle fiere paesane e patronali. Di origine orientale, presenta un corpo ben...
Pesci

Come riconoscere il sesso dei pesci

Determinare il sesso di un pesce può essere meno facile di quello che si pensa. La difficoltà dipende in gran parte dalla razza di pesce che si prende in considerazione dal momento che alcuni pesci presentano delle caratteristiche fisiche particolari...
Pesci

Le caratteristiche del pesce spada

Il pesce spada è un pesce osseo di mare, molto diffuso in tutto il Mediterraneo ma anche nei mari tropicali e negli oceani. Esemplari di questo pesce sono presenti anche nel Mar Nero e nel Mar della Marmara. Vi illustreremo ora quali sono le principali...
Pesci

Il pesce combattente: curiosità

Il pesce combattente viene definito anche "Betta Splendens" per i suoi colori per l'appunto splendenti e tendenzialmente luminosi. È diffuso soprattutto nella parte orientale che abbraccia Indonesia, Thailandia, Vietnam, Cina. Qui, i corsi d'acqua sono...
Pesci

Tutto sul pesce pagliaccio

La ragione per cui questo grazioso pesciolino viene chiamato con questo originalissimo nome è il fatto che il suo aspetto è talmente colorato da somigliare ad un clown circense, ma il suo vero nome latino è "Amphiprioninae". È diventato celeberrimo...
Pesci

Come Distinguere Un Calamaro Da Un Totano

Ad un disattento osservatore, potrebbe capitare un giorno di imbattersi in un disonesto pescivendolo, il quale vuole vendere un comune totano (conosciuto anche con il nome di todaro) per un pregiato calamaro, e credo che a nessuno di noi piaccia essere...
Pesci

Come sapere se hai un pesce ammalato

I pesci d'acquario ravvivano gli ambienti di casa (e non solo) con le loro numerose evoluzioni, i salti con guizzo, il rincorrersi e nascondersi dietro punti impensabili, i loro colori sgargianti, le forme più strane. Tuttavia, come ogni specie animale,...
Pesci

Tutto sul pesce palla

Sebbene non sia un pesce tipico dei nostri mari, tutti conoscono il pesce palla, anche i bambini. Esso deve la sua fama ad una peculiarità: quella, appunto, di gonfiarsi come una palla in caso di pericoli e minacce. Esso, infatti, è il principale pesce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.