Come e dove pescare il barbo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come e dove poter pescare il barbo. Iniziamo subito con il dire che il Barbo è un ottimo pesce di medie dimensioni dai 25 ai 30 cm. Con punte di 50 cm e 5 chili di peso. Si presenta con il corpo tozzo e massiccio con il dorso di un verde cupo cosparso da punti neri. I suoi fianchi sono tendenti al giallo col ventre bianco, rispetto al corpo, ha la testa grande che termina con una sporgenza delle labbra carnose, caratterizzate da 4 barbigli sulla bocca. Frequenta acque limpide e ossigenate dei nostri torrenti, lo si trova spesso in branchi.

26

Occorrente

  • una canna 4-6 metri robusta con amo e lenza analoghi..
36

Le tecniche adatte

La prima cosa che dobbiamo sapere è che il barbo è un pesce del tutto vorace ed il momento migliore per dedicarsi alla sua pesca è sicuramente il periodo che va dalla primavera-autunno, ma è un pesce che è anche pescabile tutto l'anno. Le tecniche adatte alla sua pesca sono una canna semirigida adatta sia al fondo oppure alla passata in acque correnti usando ami e lenze robuste. La piombatura deve essere leggera perché possa trascinarla verso il fondo e poi ferrarlo al minimo segno di abbocco.

46

I periodi freddi

Nei periodi freddi si nasconde sul fondo cadendo in una specie di letargo. Ed ecco che grazie a questo articolo anche noi, potremo diventare dei veri e propri pescatori di barbi, in modo da poterli pescare quando desideriamo e poterli mangiare, cotti in vari modi. Basta poco e con i nostri semplici consigli, saremo in grado di mettere in pratica una pesca perfetta, perché è solo conoscendo a fondo ed in modo opportuno la propria preda, che si può pescarla senza troppi intoppi ed in modo del tutto semplice e veloce!

Continua la lettura
56

La maturità riproduttiva

Il barbo è un ciprinide che vive sia in acque mosse che statiche originario dell'italia settentrionale, ma a seguito di continue immissioni è reperibile anche in italia centrale e meridionale. Una volta raggiunta una maggiore dimensione, tende a isolarsi, ma in genere vive in branchi e si nutre di invertebrati, alghe, larve, piccoli pesci, ecc. Raggiunge la maturità riproduttiva dai 2 ai 4 anni. Non usare canne piccole tipo quelle per trote, perché un esemplare di barbo di un certo peso è capace di distruggere il cimino. Siccome il suoi habitat preferiti sono i fondi pietrosi, è opportuno usare una lenza robusta a prova di strappo, perché spesso di incaglia sul fondo con l'amo impigliato tra i sassi. Una volta ferrato diventa impossibile la sua fuga, proprio per la sua caratteristica di ingoio dell'amo ed esca, e la conseguente difficoltà a slamarlo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • portarsi sempre un guadino e stivaloni alti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

10 pesci tropicali per l'acquario

Se avete intenzione di allestire un acquario tropicale oltre a rendere l'habitat simile a quello naturale di questa zona del mondo, quindi inserendo piante, sassi, sabbia e filtri biologici, è importante scegliere i pesci in base a colore, specie e dimensioni....
Pesci

Come pescare il luccioperca

Pescare è sicuramente uno degli hobby più rilassanti che ci sia. A volte però la pesca può rivelarsi complicata, soprattutto se non si conoscono i segreti giusti per riuscire. Seguendo questa guida, vi fornirò alcuni consigli utili per ottimizzare...
Pesci

Come riconoscere l'ombrina

L'ombrina è uno tra i pesci più apprezzati dalle famiglie italiane: è una specialità di pesce molto gustosa e ricercata che si presta a diversi piatti e cotture. È facilmente reperibile nei mercati, trovandosi anche congelata o di allevamento. Ma...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi coreani

Molti sono i pescatori che, trovando difficoltà nel reperire esce fresche prediligono allevare in modo proprio i vermi per poter pescare il pesce senza alcuna difficoltà. Esistono svariate tecniche per allevare i vermi coreani e, tramite questa guida,...
Volatili

Curiosità sull'albatro

L'albatro (famiglia Diomedeidae) è un grande uccello marino dal piumaggio candido e il becco uncinato. Prima di svelarvi le principali curiosità sull'albatro, ve lo presento. La sua famiglia comprende 21 specie, che in totale popolano vaste aeree oceaniche...
Volatili

Come riconoscere un pellicano

In questa guida vorrei presentarvi un uccello marino: il pellicano. Sono vigorosi nuotatori, hanno tutte e quattro le dita palmate, questo gli aiuta molto nella pesca. Fanno parte dell'ordine dei pellicanoformi. Questo ordine comprende anche cormorani,...
Gatti

Come creare giocattoli divertenti per il gatto

Se amate i gatti e se ne possedete uno, allora sapete bene che spesso, questi animali soprattutto se vivono in appartamento, si annoiano perché non possono esercitare quella che è la loro grande passione, ovvero la caccia. Ciò li differenzia, da quelli...
Invertebrati e Insetti

Come allevare i vermi da pesca

Tutti gli appassionati di pesca, sapranno che quando si parla di esche vive, si parla di vermi. Ne esistono di diversi tipi, quelli rossi ad esempio servono per pescare i pesci più piccoli. L'acquisto dei lombrichi può diventare una spesa onerosa per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.