Come educare correttamente un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il gatto è, insieme al cane, l'animale domestico per eccellenza. Moltissimi, infatti, vivono all'interno delle nostre case, negli appartamenti o nei nostri giardini. Si tratta di animali molto indipendenti, ma amano comunque sentirsi amati, coccolati e avere la certezza di una casa. Educare correttamente un gatto non è certamente un impresa semplicissima. Non è detto, però, che sia impossibile. Vediamo, all'interno della presente guida, come fare in merito.

27

Occorrente

  • Tanta pazienza.
  • Calma e dolcezza nell'insegnemento e nella correzione di eventuali errori.
37

Non utilizzare urla o percosse

Come per qualsiasi altro animale, anche nell'educare il nostro gatto non dobbiamo assolutamente utilizzare urla né tanto meno percosse. Questi atteggiamenti, infatti, ci porterebbero solo gli effetti contrari. Infatti, bisogna imparare a comunicare con il gatto, un po' come farebbe mamma gatta, dalla quale i cuccioli imparano la difesa, la pulizia, la caccia. Per questo motivo, è bene, che il gattino stia con la madre almeno per i primi 2-3 mesi di vita. Nel momento in cui il gatto arriva in casa, iniziamo a interagire con lui.

47

Insegnare i luoghi primari

Due tra le cose che bisogna assolutamente insegnare al gatto sono i luoghi dove è possibile rifarsi le unghie e quello dove occorre fare i propri bisogni. Nel primo caso, per evitare che vengano distrutti tende e divani, applichiamo dei tiragraffi in tutti i posti in cui solitamente il gatto compie questa operazione. Una volta posizionati, indichiamogli che in quel determinato posto si trova l'angolo dove può dedicarsi a uno dei suoi passatempi preferiti.

Continua la lettura
57

Incoraggiare con carezze

Quando il gatto si comporta bene, incoraggiamolo. Diciamogli, ad esempio, "bravo" e diamogli una carezza. In questo modo capirà che la parola "bravo" si associa ad un suo atteggiamento positivo. Se vogliamo che il nostro gatto faccia qualcosa nello specifico, dobbiamo utilizzare la voce e la dolcezza. Per insegnare al gatto a non mettere in atto comportamenti pericolosi, avvisiamolo con la voce nel momento in cui ci rendiamo conto che sta per farlo.

67

Avere pazienza e perseveranza

Ricordate infine che se educare un gatto non è semplice come può sembrare, è altrettanto vero che, come per ogni altra cosa, la pazienza e la perseveranza, anche in questo caso ripagano. Il carattere felino del gatto gli conferisce un carattere spesso forte e deciso, per il quale ama scegliere per se stesso cosa fare, quando mangiare, dove andare, quando dormire e via discorrendo. È naturale, però, che una coabitazione implica anche il rispetto di alcune piccole regole, che l'animale deve comunque imparare ad osservare. Se intendiamo dare al nostro gatto un'educazione il più possibile completa, è importante iniziare fin da piccolo. Infatti, un gattino è più propenso ad imparare e obbedire rispetto ad un gatto già adulto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come educare il gatto a rispondere al suo nome

Se desideriamo adottare un animale per farlo vivere con noi nella nostra abitazione, prima di farlo dovremo essere sicuri di poterci sempre prendere cura di lui garantendogli sempre tutto il cibo e le cure di cui ha bisogno, oltre a dedicargli quotidianamente...
Gatti

5 regole d'oro per educare il gatto

Il gatto è un animale domestico e appartiene alla categoria dei felini. È una specie molto indipendente e adora le coccole! Quando si decide di accogliere un gatto in casa bisogna educarlo. Insegnandogli delle regole di comportamento. Naturalmente all'inizio...
Gatti

Come educare un gatto domestico

Educare un gatto è assolutamente possibile, diversamente da ciò che si pensa. Infatti, quando si parla di "addestrare" o di educare un animale, si pensa sempre ad un cane, ma in realtà, se si ha una certa pazienza, è possibilissimo anche addestrare...
Gatti

Come educare il gatto alla lettiera

La compagnia di un animale domestico rende piena e vivace la vita di ogni giorno. La sua presenza è quasi paragonabile a quella di un caro amico. Per molti, cani e gatti sono quasi come figli. E sotto diversi aspetti è proprio così. Oltre al fattore...
Gatti

Come pulire correttamente gli occhi del proprio gatto

Se siamo degli amanti degli animali e ci piacerebbe adottarne uno, prima di prendere questa decisione dovremo capire se saremo in grado di prenderci sempre cura di loro garantendogli una corretta alimentazione e tutto il nostro affetto. Affinché il nostro...
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
Gatti

Come educare il gattino alla lettiera

Se avete adottato un micio di pochi mesi o avete intenzione di farlo vi sarà utile sapere come educare il gattino all'uso della lettiera. Per evitare che il nostro amico a quattro zampe faccia i bisognini in giro per casa è fondamentale insegnargli...
Gatti

Come educare un gattino

Il gatto, in quanto felino, è un animale molto indipendente e lo è sin da subito. La prima educazione, infatti, la riceverà esclusivamente dalla mamma. Questo vuol dire che, almeno in un primo momento, il tuo ruolo non sarà riconosciuto e potrai iniziare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.