Come educare il cane con 5 comandi fondamentali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il cane è un animale eccezionale; chi lo sceglie come amico sceglie di costruire una amicizia solida e profonda, dalle mille soddisfazioni. Ma pur sempre di animale si tratta, specialmente perché il comportamento del cane dipende molto dal suo istinto; egli infatti non è in grado di percepire le regole del vivere sociale oppure dei discorsi lunghi e complicati. Per avvicinarci all'educazione di un cane dobbiamo intanto comprendere proprio questo: con lui bisogna essere semplici e diretti, amorevoli e fermi. Dobbiamo quindi partire dalle fondamenta, sempre con il collare ed il guinzaglio, ma tenendo presente che il cane ha bisogno di un incentivo per poter rispondere ad un nostro comando, sia esso orale che di azione, al quale egli risponderà di riflesso, istintivamente. Una volta chiarito questo concetto, la logica conseguenza è quella di impostare l'educazione del nostro cane basandoci sugli stimoli positivi, ossia dandogli sempre comandi autorevoli, semplici e diretti e premiandolo ogni qual volta egli risponderà adeguatamente. In questo modo il cane prenderà l'abitudine di eseguire gli ordini compiendoli in maniera del tutto naturale. Ecco come educare il cane con 5 comandi fondamentali.

26

Il comando: no

Anche per l'uomo è una parola molto chiara ed a maggior ragione lo sarà per il nostro cane: è breve, immediatamente percepibile ed associabile a toni ed espressioni che egli riesce a capire e che subito ricollegherà a qualcosa che non è da noi gradito. In tal modo lo educheremo a discernere cosa è giusto fare o non fare.

36

Il comando: seduto

È un comando che si usa tutte le volte che il cane si lascia eccessivamente trasportare dall'entusiasmo o dal desiderio di scatenarsi. Ordinandogli di sedersi freneremo subito il troppo impeto manifestato, interrompendo un comportamento scorretto ed esaltato, compreso il troppo abbaiare.

Continua la lettura
46

Il comando: fermo

Bisogna usare questo tipo di comando durante le passeggiate, tutte le volte che si renderà indispensabile fermarsi, educando il cane ad ubbidire senza irritarsi. A volte si dovrà usare dopo il comando "seduto", perché alcuni cani, dopo aver ricevuto il premio relativo al quest'ultimo comando, ricominciano a muoversi senza il permesso del padrone.

56

Il comando: andiamo

Si tratta del comando preferito dai cani, perché solitamente lo si pronuncia per uscire ed andare a fare la passeggiata. Ma servirà anche per richiamarlo subito e metterlo al guinzaglio quando è libero, sia perché magari lo abbiamo sciolto noi per farlo correre, sia perché possa esserci sfuggito inavvertitamente.

66

Il comando: zampa oppure batti cinque

È un comando divertentissimo. Tramite un bocconcino nascosto in una mano, abitueremo il nostro cane a scoprirne il contenuto. È probabile che inizialmente egli non si mostri interessato; in tal caso è consigliabile desistere momentaneamente, riprovando in un secondo tempo con un altro tipo di alimento o con un gioco. Posizioniamoci di fronte a lui, leggermente piegati in avanti e facciamogli vedere la mano e cosa essa contiene, ripetendo fermamente il comando, mentre lui indietreggerà un po' e si troverà costretto a sedersi, alzando la zampa. Tutti i comandi, oltre al premio, dovranno essere conditi di lodi e di carezze e vedrete quanto sarà emozionante e soddisfacente il risultato dei vostri sforzi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Addestramento pinscher: i comandi

Noi tutti sappiamo che il cane è un animale molto intelligente, capace di apprendere e di memorizzare velocemente i segnali di affetto e di comando che provengono dall'uomo. Come vedremo nel corso di questa guida, esistono una serie di regole che se...
Cani

5 regole d'oro per educare il cane

Adottare un cane significa prendersene cura 365 giorni l'anno. I cani sono degli esseri viventi e come tali hanno bisogno di attenzioni. Naturalmente l'educazione fa parte delle cure e delle attenzioni che dovreste riservare al vostro amico peloso. Un...
Gatti

5 segreti per educare i gatti

Il gatto è sempre più apprezzato e scelto come animale domestico da tante famiglie di tutto il mondo; il suo intuito, il suo caldo abbraccio peloso e la sua intelligenza ne fanno un compagno di vita affettuoso, curioso ed indipendente. L'istinto intraprendente...
Cani

Come educare correttamente un cane

Il cane, è sicuramente l'animale domestico per eccellenza. Definito come il migliore amico dell'uomo, riesce facilmente ad interagire con l'essere umano riuscendo a capirlo ed a farsi capire. Discendendo dal lupo, il cane, per indole naturale, necessita...
Cani

Come educare il cane alla condotta

Non tutti sanno cosa sia la condotta canina. Questo tipo di esercizio a coppia tra animale e proprietario fonda le proprie origini in Gran Bretagna ed è approdato in Italia come specialità nelle gare incentrate sull' "Obedience" solo una dozzina di...
Cani

5 regole d’oro per educare un cucciolo

L'arrivo di un cucciolo nel nucleo familiare è un momento di grande gioia: un nuovo membro della famiglia, capace di amare incondizionatamente, è destinato a cambiare tutti gli equilibri della casa e dei suoi abitanti. Adottare un cagnolino, un gattino...
Gatti

Come educare il gatto alla lettiera

La compagnia di un animale domestico rende piena e vivace la vita di ogni giorno. La sua presenza è quasi paragonabile a quella di un caro amico. Per molti, cani e gatti sono quasi come figli. E sotto diversi aspetti è proprio così. Oltre al fattore...
Gatti

Come educare un gatto domestico

Educare un gatto è assolutamente possibile, diversamente da ciò che si pensa. Infatti, quando si parla di "addestrare" o di educare un animale, si pensa sempre ad un cane, ma in realtà, se si ha una certa pazienza, è possibilissimo anche addestrare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.