Come educare un cucciolo a non sporcare in casa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Adottare e allevare un cucciolo di cane o di gatto sono sicuramente un’esperienza molto bella. Imparare a prendersene cura è inoltre educativo per ogni uomo o donna, indipendentemente dalla sua età. Avere un cucciolo in casa può però anche comportare dei piccoli “problemi” e “fastidi”. Purtroppo, infatti, è naturale che il cane o il gatto facciano pipì o defechino in giro per la casa, indipendentemente dal posto in cui si trovino. Ovviare a questo inconveniente è però possibile, a patto che si abbia tanta pazienza. Sarà sufficiente seguire questa semplice guida per capire come educare un cucciolo a non sporcare in casa.

24

Per prima cosa è importante porre l’accento sul valore di educare il cucciolo alle “buone maniere” fin da quando è molto piccolo. Una cosa imparata subito nel giusto modo non sarà più dimenticata. All'inizio, occorre portare il cane o il gatto fuori casa o nel luogo dove dovrà fare i suoi bisogni, ogni due o tre volte al giorno. Soprattutto per i primi tempi si possono utilizzare le apposite cassettine che si acquistano nei negozi di animali. L’animale imparerà così a riconoscere l’odore ed il luogo per i suoi bisogni, recandosi lì ogni volta in cui ne sentirà la necessità. Il cucciolo andrà indirizzato in quel luogo anche ogniqualvolta lo si vedrà annusare a terra oppure girare su sé stesso.

34

Altro aspetto molto importante nell’educazione dell’animale è stabilire un orario fisso in cui gli sarà data la pappa e in cui verrà accompagnato a fare la passeggiata (questo vale soprattutto nel caso dei cani). La rilevanza del mantenere degli orari “standard” e “stabiliti” deriva dal fatto che solitamente i cuccioli preferiscono fare i loro bisognini subito dopo aver fatto un sonnellino, dopo aver mangiato un pasto, oppure dopo aver praticato dell'attività fisica. Regolando gli orari di queste attività si potrà stare relativamente tranquilli sulle necessità fisiologiche dell’animale, e di conseguenza non si dovranno fare “corse” per portarlo fuori o nella cassetta.

Continua la lettura
44

Sempre per abituare il cucciolo a mantenere delle buone abitudini, si può cercare di portarlo sempre nello stesso luogo dove è abituato ad espletare, almeno fino a che non impara. Per i cani, tutte le volte in cui viene portato a fare la passeggiata ed “espleta” i suoi bisogni in modo corretto, è buona cosa coccolarlo e premiarlo. Così capirà di aver fatto piacere al padrone e ripeterà l’azione ogni giorno. Tuttavia, se dopo circa un mesetto durante il quale si cerca di educare il cucciolo nel modo descritto sopra, questo continua a sporcare in giro per la casa, sarà necessario passare alle maniere “forti”. Si dovrà coglierlo sul fatto e sgridarlo con un secco "NO". In poco tempo capirà ciò che è giusto e ciò che è sbagliato collegando tra di loro il tono di voce ed il rimprovero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

5 dritte per educare un cucciolo a stare da solo

Se abbiamo deciso di adottare un cucciolo di cane, ma temiamo che possa sentirsi solo quando non siamo in casa o comunque non abbiamo molto tempo da dedicargli, è importante sapere che ci sono alcuni metodi molto funzionali per evitare ciò. In riferimento...
Cani

Consigli per educare un cucciolo

Un cucciolo di cane è davvero impegnativo, può essere considerato un po’ come un bambino. Ha bisogno di cure e attenzioni costanti e di una buona educazione fin dal principio. Prima di adottare un cucciolo o un cane in generale, valutate bene di avere...
Cani

5 regole d’oro per educare un cucciolo

L'arrivo di un cucciolo nel nucleo familiare è un momento di grande gioia: un nuovo membro della famiglia, capace di amare incondizionatamente, è destinato a cambiare tutti gli equilibri della casa e dei suoi abitanti. Adottare un cagnolino, un gattino...
Cani

Come insegnare al cane a non sporcare in casa

Avere un animale domestico è sicuramente un'esperienza meravigliosa. Tuttavia è opportuno sapere che tutti gli animali necessitano di numerose cure ed attenzioni per vivere bene ed in salute. In particolare, chi possiede un cane, deve garantire a quest'ultimo...
Cani

Come presentare persone nuove al vostro cucciolo

Un cucciolo, si sa, è un po' l'orgoglio e la gioia di tutti i componenti della famiglia. Con i suoi comportamenti giocosi, a volte irruenti, altre volte ancora affettuosi e teneri, riesce sempre ad essere al centro della vostra e altrui attenzione. Sia...
Cani

Come prendersi cura di un cucciolo

Accogliere un cucciolo nella propria casa e crescerlo è sicuramente un'esperienza bellissima, che può davvero arricchire l'intera famiglia.Tuttavia è un'avventura che richiede una certa preparazione e un grande impegno, soprattutto perché la gestione...
Cani

Come educare un Cocker Spaniel

Il Cocker Spaniel è uno dei più diffusi cani da caccia. Il suo carattere tendenzialmente allegro e gioioso lo rende il tipo di cane ideale per chi ha uno stile di vita attivo e dinamico o per chi ama trascorrere ogni giorno almeno un’ora in compagnia...
Cani

Come prepararsi ad accogliere in casa un cucciolo

All'interno della guida che seguirà andremo ad occuparci di come prepararsi ad accogliere in casa un cucciolo. Tantissime persone amano gli animali, ma non hanno mai provato ad accudirne uno personalmente, magari per timore d'inesperienza. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.