Come educare un gattino in casa

Tramite: O2O 02/02/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto deriva dalla mancanza di abitudine a frequentare i gattini o in generale gli animali. Dopo tutto non sono forse migliori rispetto all'uomo stesso?
In ogni caso, in questa guida cercheremo di farvi capire come è possibile educare un gattino in casa in modo costante nel tempo. Non serve usare il pugno di ferro per far capire a un gattino come si deve comportare in casa: vedrete che certe cose le capirà automaticamente. Sono animali molto più intelligenti di quanto si pensi!
Vediamo subito insieme come educare un gattino in casa!

26

Occorrente

  • Cibo per gattini
  • Lettiera
  • Cuccetta comoda
  • Sabbietta
  • Tiragraffi
36

Tenacia durante i primi giorni

Molto spesso il desiderio di adottare un cucciolo è forte, sono una grande compagnia, ricambiano le nostre azioni con dell'affetto incondizionato e sono dei gran giocherelloni. Purtroppo però, alcuni fattori, come ad esempio tappezzeria sfregiata, escrementi in giro per casa, pulci, zecche e pidocchi, ci fanno desistere. Per educare un gattino, i primi giorni saranno abbastanza duri, un miagolio continuo e persistente turberà la tranquillità della nostra dimora. Questo è più che comprensibile, basti pensare al fatto che il gattino si trova in un ambiente sconosciuto, con persone sconosciute, privato della mamma e dei fratellini.

46

Attrezzatura utile

L'indispensabile attrezzatura della quale abbiamo bisogno per riuscire ad educare il nostro gatto è del cibo per gattini, una comoda cuccetta, la sabbietta e il tiragraffi. Cerchiamo di far familiarizzare il nostro gattino con la sabbietta appena arriva in casa. Dopo un viaggetto o un così repentino cambiamento esso sicuramente avrà la necessità di evacuare.
Cerchiamo di essere tempestivi, non lasciamo che la faccia in terra, ma posizioniamolo direttamente nella lettiera, vedremo che d'istinto la userà. Posizioniamola comunque in un luogo riservato, altrimenti il gatto andrà a fare i suoi bisogni altrove, per farci capire che preferisce quel posto.

Continua la lettura
56

Piccole sgridate

La cuccetta è utile dall'inizio per far capire al gatto che si tratta del suo letto, altrimenti prenderà il nostro il divano. Il tiragraffi è poi indispensabile se non volete che il gatto si faccia le unghie sulla tappezzeria o i mobili. Serve da subito perché nel momento in cui un gatto sceglierà un oggetto per farsi le unghie, le farà sempre e solo su quelle. In ultima analisi, i gattini tendono a mordere perché così giocano con la mamma e i fratellini. Per evitare che ci faccia male gridiamogli un deciso "ahi!" ogni volta che stringe troppo, ben presto imparerà a gestire la sua forza.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Vi consigliamo di non essere né troppo accomodanti ma nemmeno troppo severi: instaurate un rapporto sereno e affettuoso con il vostro nuovo amico!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come educare un gattino

Il gatto, in quanto felino, è un animale molto indipendente e lo è sin da subito. La prima educazione, infatti, la riceverà esclusivamente dalla mamma. Questo vuol dire che, almeno in un primo momento, il tuo ruolo non sarà riconosciuto e potrai iniziare...
Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

Come accudire un gattino di un mese

Quando si adotta un gattino di un mese, occorre prendersene cura senza alcuna riserva, dedicandosi totalmente a lui ed accudendolo passo dopo passo. Oltre a ciò, è necessario sapere che il primo mese di vita è quello più delicato. In questo caso,...
Gatti

10 consigli pratici per far ambientare il nuovo gattino

Se in casa per la gioia dei nostri bimbi abbiamo deciso di introdurre un gattino, è importante fare in modo che si ambienti il più possibile. Per ottimizzare il risultato, ci sono quindi una serie di accorgimenti da adottare, ed è per questo motivo...
Gatti

Come educare correttamente un gatto

Il gatto è, insieme al cane, l'animale domestico per eccellenza. Moltissimi, infatti, vivono all'interno delle nostre case, negli appartamenti o nei nostri giardini. Si tratta di animali molto indipendenti, ma amano comunque sentirsi amati, coccolati...
Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Prendersi cura di un gattino non è affatto semplice, in particolare se lo si adotta molto piccolo. In questo caso bisognerà tener conto delle cure neonatali di cui necessita e di come portarlo allo svezzamento per poterlo immettere poi gradualmente...
Gatti

Come alimentare un gattino orfano

Ci sono tanti gatti di strada che se la cavano ogni giorno. I più fortunati si ambientano in colonie all'interno di un parco, quelli più a rischio invece stanno vicino ai cassonetti. Questi ultimi, sono sempre esposti alle auto e può succedere che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.