Come effettuare il Test di Campbell

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Test di Campbell proposto nel 1975 dall'etologo californiano William Campbell, viene oggi effettuato per misurare la socializzazione del cane con l'uomo. Si tratta in pratica di un fattore determinante per verificare se può diventare un animale domestico, e anche per valutare le relazioni di sottomissione o dominio del cane nei confronti dell’uomo ed in particolare dei bambini. A tale proposito, ecco una guida con alcuni pratici esempi su come effettuare il test di Campbell.

26

Sottoporre il cane a test osservativi e manipolativi

Prima di iniziare va detto che il test di Campbell non è affidabile al 100%, ma fornisce soltanto un valore indicativo e deve essere eseguito sempre da un professionista. Premesso ciò, possiamo asserire che il test nello specifico consiste nel sottoporre il cane a cinque esercizi, di cui due osservativi e tre manipolativi. Rispettivamente mirano a misurare l'attrazione del cane verso l'essere umano, la capacità di seguirlo, l’accettazione del padrone, la voglia di essere dominato e se ha fiducia del padrone stesso.

36

Effettuare il test nelle prime settimane di vita

Il test di Campbell consente quindi di definire tre tipi di comportamenti: il cane aggressivo, sottomesso ed indipendente. Il test in questo caso rimane fino ad oggi, il modo migliore per scegliere un cucciolo in base a ciò che ci si aspetta da lui e alla sua funzione futura all'interno della casa, specie se si hanno dei bambini piccoli che devono interagire con l'animale. Il test per fornire delle indicazioni utili in genere va effettuato quando il cucciolo ha circa 7 settimane di vita, anche se alcuni consigliano di farlo a qualsiasi età per conoscere il carattere del cane quando diventa adulto. Alcuni ricercatori ritengono poi che, se i tre test di manipolazione sono soddisfacenti, i due test di osservazione sono meno affidabili. Ad ogni modo, la durata di ogni esercizio è di 30 secondi, ovvero il tempo normale per stabilire un collegamento gerarchico durante un incontro tra cane e uomo. In questo caso il tester sia esso un professionista che il nuovo padrone, porta il cucciolo di cane in una zona isolata e sconosciuta all'animale.

Continua la lettura
46

Coccolare il cane per verificare la sua reazione

A questo punto una volta scelto il luogo e senza nessun giocattolo, il cane viene coccolato con delle parole dolci e senza un tono eccessivo della voce. Adesso spiegando uno dei tanti test possibili, bisogna verificare se rovesciando il cucciolo sulla schiena e tenendolo in posizione per circa 35 secondi, ha delle reazioni palpeggiandogli nel contempo la pancia e il petto con le mani. Se il cucciolo si dimena e morde, allora il test indica che è un essere molto dominante, mentre se si dimena con molta calma allora significa che è un esemplare sottomesso.

56

Chiamare il cane battendo le mani

Per quanto riguarda invece un esempio di test di Campbell di tipo osservativo, la miglior cosa da fare per massimizzare il risultato è di portarlo in una zona diversa dalla prima e quindi in un centro abitato, dopodiché ci sia allontana da lui di qualche metro. Fatto ciò, chiamandolo per nome e battendo le mani si verifica la sua reazione. In questo caso se il cane corre velocemente e con la coda dritta verso l'alto allora è un esemplare molto dominante, viceversa se la coda è basa allora è di tipo sottomesso.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come portare regolarmente all'estero il proprio cane

Viaggiare è particolarmente divertente quando si può portare con sè anche il proprio cane, ma è necessario fare una pianificazione preventiva prima di organizzare ed intraprendere il viaggio. Quando si tratta di viaggiare, la maggior parte dei cani...
Cani

Come capire se un cane è diabetico

Il diabete è un disordine ormonale che rende difficile digerire correttamente lo zucchero. Un cane diabetico non produce abbastanza insulina oppure non può utilizzare correttamente quella prodotta dal suo pancreas. Quando ciò accade, lo zucchero non...
Cani

Come riconoscere la razza di un cane

Non tutti i cani appartengono ad un'unica razza precisa: come ben noto esistono anche i meticci, ovvero dei cani che derivano da un miscuglio di più razze nel corso delle generazioni. Un "bastardino" non ha nulla da invidiare ad un cane di razza, ma...
Cani

I cani più adatti per i bambini

Eccoci qui, pronti a proporre una guida molto utile, per imparare quali sono i cani più adatti per i bambini, affinché possano vivere con questo splendido animale, un rapporto unico e speciale, che nessuno potrebbe creare. Avere in casa un animale è...
Cani

Come accudire il cavalier King Charles Spaniel

Il cavalier king charles spaniel è un cane di taglia piccola, molto docile e mansueto, coccolone e amante della compagnia. È un cane a pelo lungo che ha bisogno di essere accudito, che deve per essere sempre bellissimo. C'è bisogno di tanta pazienza...
Cani

Come comportarsi quando il cane si agita durante il temporale

Il temporale per il cane è un vero e proprio incubo. L'animali non sopporta i tuoni, li teme, ne ha paura. Alcuni studi però dimostrano che questa fobia sia più diffusa solo in alcune razze, ma certo è che i cani sono animali conosciuti per la loro...
Cani

Come farsi ubbidire dal cane

Quando si decide di adottare un amico a quattro zampe nella propria vita, oltre a giochi, coccole e divertimento è bene insegnare come farsi ubbidire, come faremmo esattamente con un bimbo.Sicuramente non sarà un impresa facile e spesso incontreremo...
Cani

Come far rilassare un cane

I nostri cani, i cosiddetti amici a quattro zampe, sono degli esseri viventi ed in quanto tali possono essere soggetti a varie fonti di stress di differente genere, oltre ad accumulare tensioni muscolari. Per questa ragione è fondamentale conoscere completamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.