Come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'igiene dei denti del proprio cane non è un fattore da sottovalutare. Bisogna invece garantirla per evitare problemi a tutta la zona orale. Infatti potrebbero insorgere delle infiammazioni o delle problematiche di masticazione. Pertanto, in modo regolare, è necessario eliminare il tartaro dai denti del cane. Si tratta di un lavoro di una certa importanza, da far svolgere al proprio veterinario di fiducia. Nonostante ciò, è possibile eseguire la pulizia anche a casa, in modo rapido e indolore. Qui di seguito, spiegheremo come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane.

27

Occorrente

  • Raschietto per rimuovere il tartaro e panno morbido di cotone.
37

Ispezionare la bocca del cane

Prima di eliminare il tartaro dai denti del tuo cane, devi effettuare una verifica alla sua bocca. Ispezionala bene e controlla il grado di tartaro annidato. Se la presenza di tartaro risulta massiccia, ricorri all'intervento del tuo veterinario. Egli, come ogni professionista, provvederà alla risoluzione del problema. Riducendo la sensibilità del tuo cane, saprà eliminare il tartaro in modo indolore.

47

Raschiare il tartaro

Se invece il tartaro è presente soltanto su alcuni denti del tuo cane, lo puoi eliminare tu stesso. Con una mano afferra con decisione, ma con prudenza, il muso del tuo cane. Cercando di tenerlo fermo il più possibile. Poi inserisci il tuo dito pollice dell'altra mano per aprirgli i lati della bocca. Una volta aperta, potrai controllare facilmente tutta l'arcata dentale. Non appena individuati i denti interessati dal tartaro, prendi l'apposito raschietto. Usalo per grattare la superficie di ogni dente. Effettua dei movimenti dall'alto verso il basso, per non creare danni alle gengive del tuo cane.

Continua la lettura
57

Eliminare i residui

Eseguita la pulizia dei denti del tuo cane, devi eliminare i residui di tartaro ancora presenti. Munisciti di un panno di cotone e detergi delicatamente i denti del tuo cane. È possibile che il tuo amico peloso non gradisca queste tue attenzioni. In tal caso, è preferibile non insistere. Ciò al fine di evitare altri disagi al tuo cane. Potrai riprendere la pulizia in un altro momento, finché non la terminerai del tutto. È consigliabile eliminare il tartaro dai denti del proprio cane almeno una volta all'anno. Nel frattempo osserva i vari segnali manifestati dal tuo animale. Comprenderai un'eventuale presenza di tartaro sui suoi denti. È anche possibile che non abbia appetito. O che dimostri difficoltà e si lamenti durante il consumo di cibi solidi. Oppure, nel peggiore dei casi, che abbia le gengive sanguinanti. Tutte queste occasioni richiedono un immediato intervento da parte del veterinario. Non rimane che recarti presso di lui senza indugio, insieme al tuo cane. https://www.mondopets.it/articolo/rimuovere-il-tartaro-dai-denti-del-cane-639.html.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Azionare il raschietto con movimenti verso i basso, per non creare danni alle gengive del cane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come lavare i denti al cane con il bicarbonato

Chi convive con un amico a quattro zampe sa bene quanto sia importante mantenerlo sempre in salute. Dalle cure veterinarie alle operazioni di igiene quotidiana, il nostro amato cane ha bisogno di molte attenzioni, anche e soprattutto quando si tratta...
Cura dell'Animale

Come eliminare le pulci dal cane con rimedi naturali

Con l'arrivo della bella stagione, i cani accompagnati dai loro padroni, frequentano con maggiore assiduità parchi e giardini pubblici, aumentando, così, il rischio di essere attaccati dalle pulci. E' consigliabile agire celermente, le si deve eliminare...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Come capire se cani o gatti hanno problemi ai denti

Quando decidiamo di "adottare" un animale, è di fondamentale importanza impegnarsi al fine di curarli al meglio. Possedere denti e gengive sane, anche per i nostri amici a quattro zampe, riveste un ruolo molto importante per le loro salute generale ecco...
Cura dell'Animale

10 consigli per prendersi cura dei denti del gatto

I gatti sono animali domestici docili e molto simpatici, sempre alla ricerca di giochi e capaci di instaurare un rapporto profondo con il proprio padrone. Ma è molto importante anche per questi simpatici quadrupedi, avere una igiene dentale sana che...
Cura dell'Animale

Come pulire i denti di un cavallo

Il cavallo è uno splendido animale dotato di una viva intelligenza e può essere considerato senza alcun dubbio uno dei migliori amici dell'uomo. Come tutti gli animali, anche il cavallo ha bisogno di cure per mantenersi sempre sano ed in forma. Imparate...
Cura dell'Animale

Come controllare i denti di un cavallo

"A caval donato non si guarda in bocca". Questo antico e saggio proverbio indica la condizione di chi, avendo ricevuto un dono, non deve stare a guardarne gli eventuali difetti. Infatti, nel caso del cavallo, è dai denti che si può rilevare l'età dell'animale...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Prendersi cura del cane non vuol dire solamente dargli da mangiare e da bere, ma significa tante altre cose. Fra queste un ruolo importante è quello dell'igiene, indispensabile non solo per il benessere e la salute di fido, ma anche per chi vive insieme...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.