Come evitare che il gatto rovini il tappeto con le unghie

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I possessori di gatti sanno benissimo come la convivenza tra i loro micetti e i loro tappetti sia piuttosto turbolenta. Le due cose, purtroppo, non riescono a convivere perfettamente. I gatti hanno istintivamente la voglia di graffiare mobili o rovinare tappetti con le loro unghie. Ma tutto ciò non lo si deve a una particolare predisposizione. La prima esigenza è di natura territoriale. Cioè essi tendono a lasciare un marchio visivo della propria presenza, appunto rappresentato dai graffi sulla mobilia. La seconda esigenza è anch'essa di natura territoriale, ma di tipo olfattiva. Infatti dagli artigli vengono comunque rilasciati dei feromoni che avvertono gli altri gatti della loro presenza in maniera olfattiva. La terza esigenza è di natura fisiologica. Infatti questo comportamento permette al gatto di affilare i propri artigli e di rinforzare i muscoli. Chiaramente, per ovvi motivi, non potete spingere il vostro gatto ad andare contro la sua natura. Vediamo dunque insieme come evitare che il gatto rovini inevitabilmente il tappeto con le proprie unghie.

26

Occorrente

  • Panno o canovaccio
  • ammoniaca
  • acqua
  • spruzzino
36

Il metodo più sicuro e non nocivo che persuaderà il vostro gatto ad adottare comportamenti più consoni non è per niente difficile. Vi basterà procurarvi il materiale necessario ed iniziare il lavoro. Prendete innanzitutto un panno e spruzzatelo o imbevetelo di acqua e ammoniaca. A questo punto strofinatelo delicatamente, seguendo il verso del pelo, sul tappeto. Potete tranquillamente utilizzare un semplice spruzzino ricavato da un vecchio detersivo per vetri ormai terminato.

46

Qualora utilizzaste solo lo spruzzino, è preferibile utilizzare un panno asciutto per l'asciugatura, onde evitare la formazioni di aloni sul vostro tappeto. Ripetete questa procedura per due o tre volte a settimana. L'odore dell'ammoniaca, comunque attenuata dall'acqua, allontanerà il vostro gatto. In questo modo scongiurerete il pericolo che possa rovinare il tappeto con le proprie unghie. Questa predisposizione del gatto a graffiare tappeto o altri elementi della mobilia, si può limitare tagliando regolarmente le unghie al felino.

Continua la lettura
56

Potete più semplicemente introdurre nella vostra casa un elemento nuovo, cioè di un "tiragraffi" o "grattatoio". Posizionatelo nell'area nella quale staziona principalmente il vostro gatto, assicuratelo saldamente al pavimento, così da non spaventare il gatto qualora dovesse cadere. Questo elemento dovrebbe in qualche modo limitare i comportamenti distruttivi del vostro gatto verso gli altri elementi dell'arredamento. In quanto concentra su di sé questo genere di atteggiamenti. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete tranquillamente utilizzare un semplice spruzzino ricavato da un vecchio detersivo per vetri ormai terminato.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come insegnare al gatto a non usare le unghie

Il gatto, subito dopo il cane, è l'animale domestico che riscuote maggiori preferenze negli esseri umani; questo felino, a differenza del cane, è molto più tranquillo e mansueto ed interagisce abbastanza poco con la vita dei suoi padroni. L'unico problema...
Gatti

Come insegnare a un gatto a non graffiare

I gatti sono animali molto intelligenti e sono molto più indipendenti dei cani. Ma il gatto è un felino, di conseguenza il suo istinto è quello di usare le unghie per vari motivi: per la caccia, per marcare il suo territorio da altri predatori e per...
Gatti

Come educare un gatto domestico

Educare un gatto è assolutamente possibile, diversamente da ciò che si pensa. Infatti, quando si parla di "addestrare" o di educare un animale, si pensa sempre ad un cane, ma in realtà, se si ha una certa pazienza, è possibilissimo anche addestrare...
Gatti

Come impedire al gatto di graffiare i mobili

Il gatto ha l'abitudine di "farsi le unghie" graffiando. In effetti questa pratica felina è una di quelle cose a cui il micio deve assolvere per ottenere unghie splendide ed affilate, per poter cacciare al meglio le sue prede. Ovviamente sarebbe innaturale...
Gatti

Come fare la pedicure al proprio gatto

Hai mai fatto la pedicure al tuo gatto? Se il tuo animale da compagnia non è proprio un gattino docile allora devi armarti di pazienza e fermezza per curare le sue unghie, in caso contrario sarà un gioco da ragazzi. In entrambi i casi ecco una guida...
Gatti

Adottare un gatto: 10 errori da non commettere

Quando si desidera adottare un gatto, occorre tenere nella giusta considerazione molteplici fattori. Solo in questo modo si potrà sempre realizzare una scelta corretta, matura e consapevole. Nessuna approssimazione, dunque, nell'adozione di questo simpatico...
Gatti

Dove mettere il tiragraffi per il gatto

Graffiare, per un gatto, è azione davvero fondamentale. E non solo per affilarsi le unghie, ma anche per delimitare il territorio e per stabilire nei confronti dell'ambiente circostante, una sorta di intesa di tipo olfattivo. Ecco perché collocare un...
Gatti

Come insegnare al gatto ad usare il tiragraffi

Uno dei maggiori problemi lamentati dai proprietari di questi splendidi felini è rappresentato dal fatto che i nostri amici si graffiano le unghie su ogni superficie verticale che ritengono allettante. Ecco come insegnare al gatto ad usare il tiragraffi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.