Come evitare che il gatto si gratti una ferita

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Avere un animale domestico dentro casa significa principalmente prendersene cura alla pari di un essere umano. Prima perché esso è indifeso rispetto al caso in cui si trovasse nel suo habitat naturale, secondo per via del fatto che le ferite, oltre a far male all'animale stesso, potrebbero portare infezioni all'uomo. Quindi una buona visita dal veterinario e un'adeguata cura farmacologica daranno i risultati sperati aiutando l'animale a guarire. È necessaria anche un po' d'accortezza per evitare che l'animale si gratti una ferita. Vediamo come provvedere nel caso di un gatto, il vostro gatto.

27

Occorrente

  • Collare Elisabettiano
  • Veterinario
37

Scoprire perché il gatto si gratta

Spesso i gatti tendono ad uscire fuori casa e a gironzolare per i quartieri alla ricerca di qualche avventura. È possibile che la ferita provenga da un'azzuffata che il gatto ha avuto con un altro animale, un cane o un altro gatto. Oppure fatto male scendendo da un piano abbastanza alto, o si sia provocato egli stesso la ferita. Morso da qualche insetto che avrà procurato dei sintomi pruriginosi. In questo caso sarà più facile trattare la ferita e spiegare esattamente l'accaduto al vostro veterinario.

47

Usare il collare Elisabettiano: Collare a lampada

Una prima soluzione è il collare elisabettiano, cioè quello che somiglia alla testa di una lampada da comò. Viene spesso usato per i cani. In effetti gli animali tendono a grattarsi anche utilizzando i denti. Poiché cercano di togliere eventuali bendaggi o cerotti utilizzati dopo un intervento. Come ad esempio nel caso di una ferita suturata. Il collare impedisce i movimenti della testa, e quindi del muso. Distolgono lo sguardo del gatto dal bendaggio che gli è stato fatto. Questo impedimento evita che il gatto si gratti e si ferisca nuovamente aprendo i punti di sutura. Ma eviterà che la ferita, medicata e curata adeguatamente, non si infetti.

Continua la lettura
57

Somministrazione di farmaci su consiglio di veterinario

Su prescrizione, consiglio e supervisione di un veterinario, è possibile somministrare dei farmaci anti infiammatori che hanno come effetto principale quello di alleviare il prurito. In tal modo, diminuendo i sintomi pruriginosi, il vostro amico felino non sarà indotto per istinto a toccarsi le ferite, e quindi la guarigione sarà breve. È da dire però che, tali farmaci, non vanno mai somministrati senza una consulenza positiva da parte di un medico. Presentano effetti collaterali e ogni gatto ha una sua difesa immunitaria. Quindi, prima di agire con il classico modo "fai-da-te", contattate un esperto. I gatti sono parte della nostra famiglia, trattiamoli con cura e loro avranno cura di noi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il gatto si gratta in modo aggressivo, portatelo subito da un veterinario per attenuare il prurito ed evitare che il gatto si faccia male sul serio grattandosi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come aiutare il cane a guarire dai punti di sutura

I nostri amici animali, esattamente come noi, possono ammalarsi e avere bisogno di cure serie. Potrebbero aver bisogno di interventi chirurgici anche piuttosto invasivi per guarire dai malanni. Dopo un duro intervento di chirurgia, si applicano dei punti...
Gatti

Come disinfettare le ferite al gatto

I gatti si feriscono in vari modi: morsi, graffi o lacerazioni da corpi contundenti.Queste ferite se non trattate localmente possono infettarsi.Quest' ultime possono essere di diverse entità: più o meno superficiali, estese, profonde, con margini lineari...
Gatti

Come intervenire in caso di ferita del gatto

L'eleganza dei gatti è ben nota a tutti, e vederli muovere con la loro agilità mentre giocano, si rincorrono e si azzuffano è sempre un piacere per gli occhi. Il gatto è uno degli animali domestici per eccellenza, ma per rimanere in piena salute ha...
Gatti

Come fasciare la coda al gatto

Il gatto è un animale d'affezione, socievole ed adattabile alla vita con gli umani. Come per il cane, il gatto esprime le emozioni attraverso la coda. A secondo delle posizioni che assume, oltre a determinare l'equilibrio dell'animale, la coda comunica...
Cani

Come curare un'infezione alla zampa del cane

Il momento in cui decidiamo di adottare un cucciolo dobbiamo essere ben consapevoli che questo non è un semplice "animale da compagnia", ma è anche un essere vivente che va rispettato e, di cui dobbiamo amorevolmente prenderci cura. A tal proposito,...
Gatti

Come medicare un taglio al gatto

Se dopo una scorribanda notturna il nostro Micio torna a casa ferito, è necessario che noi siamo pronti ad intervenire. Il primo passo da fare è quello di controllare attentamente che la ferita sia solo superficiale e di conseguenza le nostre cure casalinghe...
Cani

Come scegliere il collare elisabettiano per il cane

È frequente, passeggiando per le vie, incontrare un cane che indossa come un imbuto al collo a forma di cono aperto, che risulta così buffo da suscitare ilarità. Anche se la maggior parte dei cani non sopporta tale "strumento", esso è davvero utile...
Gatti

Come riconoscere una frattura nel gatto e come si cura

Avere un animale domestico non è semplice. Come accade con i bambini molto piccoli, infatti, soprattutto quando uno di essi si trova in condizioni di salute precarie e non si sente molto bene, è davvero difficile capirlo e correre ai ripari. Scegliere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.