Come evitare che le tartarughe escano dal rettilario

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le tartarughe sono creature affascinanti, con comportamenti e abitudini davvero sorprendenti! Animali docili, socievoli e longevi sanno donare molto a chi si occupa di loro ma hanno bisogno di attenzioni ben precise. Intelligenti e curiose riescono molto spesso ad aggirare le barriere umane pensate per la loro sicurezza ed è per questo che oggi parleremo di come evitare che le tartarughe escano dal rettilario.

26

Il Rettilario tra inverno e primavera

Tra l'autunno e la primavera le testuggini sono in letargo e la preoccupazione principale è quella di proteggerle assicurando loro un rifugio riparato dal gelo e da altri animali. Se il vostro rettilario si trova in uno spazio esterno il consiglio è di assicurarsi che le tartarughe non vengano mai esposte a una temperatura molto rigida, trovare loro posto in casa è la scelta migliore. Terminato l'inverno il lungo sonno dei nostri rettili si interrompe e si risveglia la loro curiosità e il loro spirito intrepido. In questa fase dell'anno il rettilario non deve essere messo in sicurezza dalle condizioni meteorologiche bensì dalle capacità evasive delle tartarughe!

36

Rettilario, aperto o chiuso?

Esistono due tipi di rettilari per tartarughe:
-Box con un solo lato apribile, necessario per le specie che necessitano alte percentuali di umidità-Box aperto, un terrario senza coperchio, utile per le specie che soffrono per il ristagno dell'aria
Nel primo caso non si pone il problema delle fughe presente invece nei rettilari aperti.

Continua la lettura
46

Allestire il rettilario

Le tartarughe sono abilissime nell'arrampicarsi ed è importante tenere sempre a mente questa informazione. Nell'allestire un rettilario è opportuno inserire oggetti che creino un habitat stimolante e adeguato ma che non mettano in pericolo le tartarughe. La terracotta è un materiale perfetto da inserire nel terrario perché non è marcescente e assorbe parte dell'umidità. Vengono inseriti spesso all'interno del box vasi capovolti in terra cotta, interrati in parte con consentire alla tartaruga di appoggiarsi sopra di essi. Ai vasi seguono i sassi e costruzioni in legno tratto con materiali atossici che prevengono la marcescenza e oggetti acquistabili in negozi o siti specializzati. Tutti molto validi e apprezzati dalle tartarughe ma che rappresentano letteralmente un probabile trampolino di lancio verso l'esterno se non posizionati con criterio. Le tartarughe si arrampicano! Ricordate? Riempire il terrario di oggetti non è una buona idea perché non solo toglierebbe loro molto spazio ma diventerebbe un luogo poco sicuro proprio per l'alto rischio di fuga. Il consiglio è quello di studiare attentamente le dimensioni del terrario e stabilire se inserire uno o più oggetti. Nel momento in cui si posizionano evitare gli angoli del rettilario e scegliere posizioni centrali, lontane anche dai lati della costruzione. In questo modo vi sarete assicurati un po' di tranquillità perché senza appigli per le tartarughe sarà impossibile scappare.

56

Rifugio esterno

Alcune specie di tartarughe non possono vivere in un rettilario, ad esempio la Testudo Hermanni. Nel caso in cui si allevi questa specie la loro abitazione deve essere necessariamente all'aperto per consentire alle tartarughe di vivere serenamente nel rispetto delle loro necessità. Ma se il rettilario è a rischio fughe quanto può essere rischiosa un'abitazione esterna? Tanto se nel costruirla non ci si assicura che sia a prova di tartaruga! L'essenziale è ricordare che un'altra abilità delle tartarughe è l'escavazione. Adorano scavare e interrarsi. Il perimetro dedicato a loro deve essere circoscritto, deciderete voi quale materiale, ma che sia rete, legno o plexiglas l'importante è inserirlo profondamente nel terreno per impedire alle testuggine di ricavare una via d'uscita dal terreno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le tartarughe che vivono in un rifugio esterno sono ancora piccole è importantissimo collocare una rete come tetto per impedire a predatori come corvi e cornacchie di portare via le tartarughine. Superati i 5/6 anni questo problema sparisce.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come prendersi cura delle tartarughe di acqua dolce

Le tartarughe sono degli animali abbastanza belli e riescono in un certo senso anche ad essere affascinanti. Se si amano questi animali si possono comprare delle piccole tartarughe di acqua dolce. Se si decide di acquistare le tartarughe bisogna garantire...
Rettili e Anfibi

Tartarughe: classificazione e anatomia

Le tartarughe, questi rettili così diffusi in tutto il nostro pianeta, hanno una storia davvero antica. Si considera che la loro presenza risalga all'incirca a 220 milioni di anni fa, nel periodo del tardo Triassico. Le tartarughe riuscirono a sopravvivere,...
Rettili e Anfibi

Come realizzare un recinto per le tartarughe

Le tartarughe di terra possono raggiungere i trent'anni di vita e, a differenza delle tartarughe marine o di acqua dolce, sono erbivore. Nel loro habitat naturale godono di spazi molto ampi nei quali potersi muovere in libertà. In cattività le tartarughe...
Rettili e Anfibi

Come Costruire un terrario per le tartarughe di terra

Hai trovato delle tartarughe in giardino e non sai dove metterle? Sono nate delle nuove tartarughe? Se rientri in questi casi e non vuoi lasciarle libere per il giardino sei sul sito giusto! Questa Guida spiega come costruire un ottimo terrario per le...
Rettili e Anfibi

Come costruire un acquaterrario per tartarughe

Uno dei motivi principali che spingono una persona ad adottare una tartaruga è senza dubbio il poco impegno che richiede la cura giornaliera delle tartarughe d'acqua dolce. Infatti in estate è sufficiente dare loro da mangiare una volta al giorno e...
Rettili e Anfibi

Tartarughe d'acqua: 5 cose utili da sapere

Se in casa abbiamo deciso di allevare delle tartarughe d'acqua, è importante sapere che per farle vivere a lungo e crescere bene, sono necessari alcuni fondamentali accorgimenti. Si tratta infatti, di quelli strettamente strutturali, ma anche funzionali...
Rettili e Anfibi

Come assistere le tartarughe durante e dopo la nascita

Quando un animale viene alla luce esiste sempre un pericolo non soltanto per il cucciolo, ma anche per la madre che lo da al mondo. Nel seguente breve articolo vediamo insieme come bisogna assistere le tartarughe durante e dopo la nascita. Scopriremo...
Rettili e Anfibi

Come costruire una casetta per tartarughe

La maggior parte delle persone ama la compagnia degli animali domestici. Tra questi, cani e gatti sono i più diffusi in assoluto. Ma c'è anche chi ama circondarsi di animali un po' più 'esotici'. È il caso quindi delle tartarughe. Quest'ultimo possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.