Come evitare la proliferazione delle alghe nell'acquario

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Le alghe sono piante primitive che, attraverso la fotosintesi, uniscono l'acqua e l'anidride carbonica per formare gli zuccheri per la crescita. Le alghe producono ossigeno, un utile sottoprodotto, ma quando la luce solare non è disponibile durante la notte, lo assorbono rapidamente. Questo assorbimento utilizza gli zuccheri immagazzinati per formare biossido di carbonio, che esaurisce l'ossigeno nell'acqua; per cui sono molto pericolose per la sopravvivenza dei pesci se si formano nell'acquario. La buona notizia è che, con pochi e semplici passi, è possibile evitare la proliferazione delle alghe nell'acquario, mettendo al sicuro la vita dei pesci. Vediamo come.

27

Occorrente

  • un filtro per acquari
  • un prodotto antialghe
  • dei pesci fitofagi o le lumache
37

Aumentare il numero di piante acquatiche

Le alghe sono piante a tutti gli effetti e come tali hanno la necessità di alimentarsi per lo sviluppo e l'accrescimento. Per ostacolarle, occorre alimentarle il meno possibile, riducendo il loro sostentamento che è costituito dal degrado delle sostanze organiche presenti in vasca oppure aumentare il numero di piante acquatiche all'interno della vasca, in modo tale da cibare loro a discapito delle alghe.

47

Controllare le condizioni del filtro

Un ulteriore aspetto da tenere sempre in considerazione è rappresentato dalle buone condizioni del filtro. Esso va ispezionato spesso e occorre accertarsi che funzioni sempre alla perfezione. Qualora la situazione delle alghe si presenti realmente preoccupante, si può utilizzare un secondo filtro e ricorrere a un buon prodotto alghicida per acquari, da usare solo in casi estremi e con la dovuta cautela, reperibile presso uno dei tanti negozi di acquariologia che troviamo nella zona in cui viviamo o direttamente su internet.

Continua la lettura
57

Limitare il numero di pesci nell'acquario

Per contenere la presenza di sostanze organiche è tassativo limitare il numero di pesci nell'acquario; infatti, in una vasca dove convivono un gran numero di pesci la quantità di cibo da somministrare aumenta e di conseguenza le loro deiezioni sono eccessive per un ambiente relativamente piccolo. Un rimedio naturale che previene la formazione delle alghe consiste nell'introdurre nell'acquario una lumaca pulitrice o dei pesci fitofagi.

67

Imparare a riconoscerne i vari tipi di alghe

Infine ricordate che esistono molte varietà di alghe, quindi sarebbe opportuno imparare a riconoscerne i vari tipi per combatterle con metodi personalizzati e mirati, che prendano in considerazione le caratteristiche di ciascuna pianta presente nell'acquario. È però sempre opportuno considerare che ci sono prassi generali atte a contrastarne la formazione e che possono costituire un buon presidio, indipendentemente dal tipo di alga.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuare una periodica e accurata manutenzione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Pulire il vetro dell'acquario

L'acquario è un ecosistema molto delicato, e richiede passione e manutenzione. Fra gli inconvenienti più diffusi ci sono la proliferazione di alghe e calcare che si attaccano sui vetri, oscurandone la visuale e creando problemi di salute ai pesci....
Pesci

Le 5 piante d’acquario dolce più facili

Per la realizzazione di un acquario dolce le piante sono essenziali, sia come elemento decorativo che per le loro funzioni: purificano l’acqua da elementi nocivi e offrono ai pesci spazi nascosti e protetti. Ma come si fa a far crescere una pianta sott’acqua??...
Pesci

Alga reale: i benefici per l'acquario

Le alghe sono organismi che nascono in ambienti acquatici, dove si nutrono di sostanze disciolte in acqua, riproducendosi velocemente ma mantenendo al contempo l'acqua pulita dalle scorie organiche. Le alghe sono delle specie infestanti, perché tendono...
Pesci

Come utilizzare l'alga reale in un acquario

Iniziamo col dire che le alghe si raggruppano in una classificazione tassonomica ovvero un sistema che si basa sulla denominazione e sulla assegnazione dei criteri di varia natura. Lo scopo di questo metodo è quello di classificare in modo ordinato i...
Pesci

Come scegliere i pesci pulitori per l'acquario

Ogni acquario che si rispetti deve contenere al suo interno dei pesci pulitori. Nonostante alcuni ne facciano a meno, occorre tenere presente che essi sono una componente fondamentale per la fauna del nostro acquario. I pesci pulitori mantengono pulito...
Pesci

5 regole per il cambio dell'acqua in acquario

Avere un acquario in casa è un qualcosa che può regalare molte soddisfazioni. Se siete appassionati di pesci e di acquariofilia, saprete certamente quant'è piacevole osservare i pesci nuotare comodamente seduti sul divano di casa. Saprete anche come...
Pesci

Come allestire un acquario con acqua marina

Se siete fan dei pesci esotici e degli acquari dovreste considerare l'eventualità di installare un acquario di acqua marina. Il piacere che otterrete a vedere i vostri pesci preferiti nuotare nella vasca vale veramente la pena di lanciarsi in questo...
Pesci

Come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce

Nei tre passi che andranno a formare le nostre argomentazioni, ci concentreremo sulla gestione dei nitrati. Infatti, come indicato anche nel titolo che accompagna questo articolo, ora andremo a spiegarvi come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.