Come far partorire una cavalla

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il parto è un evento naturale ed anche per i cavalli nella maggior parte de casi, non occorre troppo bisogno di interventi in tal momento così delicato, se non se ci sono delle complicazioni improvvise. La nascita tuttavia del puledro, andrà sia preparata che accompagnata, e perciò vi spiegheremo il miglior modo ed anche le accortezze che si dovranno adottare per far partorire una cavalla in tutta tranquillità. Continuate la lettura per scoprire come dovrete fare.

27

Occorrente

  • Guanti in lattice, forbici grandi, secchio di acqua calda, asciugamani puliti, clistere di glicerina.
37

Scegliete il luogo giusto almeno un mese prima dell'evento

Dovrete prima di tutto pensare e decidere il luogo dovrete avverrà l'evento tanto atteso, sistemando bene la cavalla dentro ad un box che sia abbastanza grande e largo in modo da permettere poi anche al puledro di muoversi una volta che si metterà in piedi. Una cosa molto importante è quella di rifornire il box di paglia fresca, impedendo quindi il deposito di polvere ed anche gli sbalzi di temperatura che potrebbero essere nocivi per il nascituro. La fattrice dovrà essere sistemata nel luogo pensato e scelto minimo un mese prima, facendo in modo che possa ambientarsi, sviluppando gli anticorpi sufficienti giusti per quel luogo.

47

Vi indichiamo alcune premesse sulla preparazione al parto

Uno dei primi segnali che la cavalla farà significando che sta per partorire è quella di avere la mammella dilatata. Nell'arco dell'ultimo mese, potrete notare che la mammella solitamente si allarga. Il parto generalmente avviene la notte per motivi ormonali, facilitando anche il compito alla cavalla, in quando necessita di un ambiente tranquillo, silenzioso, ed al buio. Vi dovrete quindi procurare anche un secchio di acqua calda, degli asciugamani in modo da pulire il puledro ed anche un clistere a base di glicerina che dovrete somministrare ad un'ora dal parto, agevolando la mobilità dell'intestino.

Continua la lettura
57

Vi indichiamo la fase della fuoriuscita delle zampe del puledro

Successivamente e cioè dopo pochi minuti inizierete a vedere le zampe, che sono sfalsate di qualche centimetro di solito. Quando vedete che le zampe del puledro sono fuoriuscite, vedrete anche la testa. Tale fase si svolgerà in pochissimi minuti, perché è quella durante la quale manca l'ossigeno che proviene ancora dalla placenta.

67

Vi indichiamo i processi graduali verso parto

Vi dovrete anche ricordare che, il rilassamento dei muscoli nella zona pelvica si verificherà generalmente tre settimane prima del parto. Tali modifiche consentono al feto di passare mediante il canale del parto, con facilità maggiore. Tale processo è graduale, e non potrà essere visto in tutte le cavalle. I lati della radice della coda, come muscoli della zona dei fianchi e i glutei cominceranno a rilassarsi. Tale zona potrà essere esaminata tutti i giorni quando la cavalla è sdraiata. La pancia pendulo diventa sempre maggiormente larga e una settimana circa prima del parto, si ridurrà ed il puledro si posizionerà per prepararsi al parto. Nelle ultime 24/48 ore prima del parto, la vulva fattrice tenderà a gonfiarsi rilassandosi, (in quando trattasi della preparazione allo stiramento), il quadruplo della sua normale dimensione, consentendo il passaggio del puledro. Auguri!!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenete sempre a portata di mano il numero del veterinario nel caso ci siano complicazioni, che sono tuttavia rare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come aiutare una mucca a partorire

La nascita è sempre un motivo di gioia, sia che si tratti di un bambino, sia quella di un cucciolo. Se siamo i fortunati possessori di una fattoria, e all'interno di questa vi sono mucche gravide in procinto di dare alla luce il loro vitellino, è possibile...
Gatti

10 consigli per prepararsi al parto della nostra gatta

I gatti sono animali indipendenti, il loro istinto di predatori li spinge a provvedere ad ogni aspetto della loro vita: dalla ricerca del cibo a quella del luogo adatto per passare la notte, non c'è cosa a cui i nostri amici felini non riescano a provvedere...
Gatti

Come comportarsi quando la vostra gatta deve partorire

Tutti gli animali come gli esseri umani si accoppiano ma, è doveroso fare una premessa. Ci sono taluni animali che sono più delicati di altri e fra questi ci sono i gatti. Dovete sapere che la gatta durante il periodo della gravidanza (che va dai 58...
Gatti

Consigli per affrontare al meglio il parto della propria gatta

Quando si avvicina per una gatta il momento del parto è consigliabile discutere col veterinario il modo migliore per affrontare questo emozionante e delicato momento. Ma qualcosa è necessario organizzare anche in casa, per consentire alla futura "mamma"...
Gatti

Motivi per cui il gatto si nasconde

Possono esserci molte ragioni che spingono il vostro gatto a nascondersi. Alcune volte questo comportamento può nascondere un problema di tipo medico. Per tale motivo è giusto interrogarsi sulle cause di questo atteggiamento. Nella lista che segue vi...
Altri Mammiferi

Gli animali più famosi della storia

In questo tutorial di oggi vi vogliamo parlare degli animali più famosi della storia. Tra i protagonisti vari della storia delle civiltà varie dell'umanità non vediamo soltanto esseri umani, che hanno fatto la storia e che hanno regnato e governate...
Cura dell'Animale

Come controllare i denti di un cavallo

"A caval donato non si guarda in bocca". Questo antico e saggio proverbio indica la condizione di chi, avendo ricevuto un dono, non deve stare a guardarne gli eventuali difetti. Infatti, nel caso del cavallo, è dai denti che si può rilevare l'età dell'animale...
Cura dell'Animale

Guida al fabbisogno nutrizionale del cavallo

Ma quanto mangia, signor cavallo. E quanto beve. Fra noi umani, nemmeno i fedelissimi di McDonald's buttano giù tutte quelle calorie giornaliere. E pensare che agli albori della sua carriera evolutiva, nell'Eocene inferiore, quando scorrazzava indisturbato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.