Come fare il bagno a una tartaruga

Tramite: O2O 29/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tartaruga è un rettile sempre più presente nelle case come animale domestico. Ispira simpatia ed è semplice da tenere perché sono esemplari autonomi che non richiedono particolari interventi. Per tenere una tartaruga occorre somministrarle il cibo, l'acqua e farle un bagno periodicamente. Il momento giusto per il bagno è subito dopo la nascita per le piccole tartarughe e nel periodo dopo il letargo. Il guscio va idratato per evitare che questo possa spaccarsi a seguito della continua esposizione ai raggi del sole. La tartaruga è un animale che ama il sole, quindi la disidratazione è dietro l'angolo. In questa guida, ecco alcuni consigli utili su come fare correttamente il bagno ad una tartaruga.

27

Occorrente

  • Ciotola bassa, tipo sottovaso
  • Spazzolino da denti
  • Acqua tiepida
37

Prepara l'acqua in una bacinella

Fare il bagno ad una tartaruga prevede che voi abbiate una bacinella d'acqua apposita, ma si può utilizzare anche una ciotola grande o un sottovaso ampio. Occorre riempire la bacinella in base alla grandezza della tartaruga. Il livello dell'acqua nel recipiente deve essere tale che il rettile riesca a uscire se non ne ha voglia, bere e respirare. Non deve, quindi, superare il carapace. L'acqua deve arrivare alla linea di congiunzione tra pancia e guscio. Anche la temperatura dell'acqua non va sottovalutata: meglio se tiepida, così da non rendere traumatico il bagno all'animale.

47

Comincia il bagnetto

La durata del bagno è di circa 10 - 15 minuti, da interrompere ogni volta che la tartaruga abbia voglia di uscire dalla bacinella. Il bagno ha la funzione non solo di idratare il guscio come detto in precedenza, ma anche a stimolare il metabolismo della tartaruga. L'animale è portato a muoversi in acqua e ciò non può farle che bene. Inoltre, il bagno stimola anche la diuresi e la defecazione. Per queste ragioni i veterinari consigliano di procedere al bagno in mattinata, meglio evitare le ore più calde. Ricorda di tenere la testa della tartaruga sempre fuori dall'acqua per evitare problemi agli occhi. Nel caso in cui ciò dovesse accadere, abbi la premura di rivolgerti ad un veterinario.

Continua la lettura
57

Spazzola il carapace

Per eliminare i residui ostinati al di sopra del carapace, come sporco e alghe nel caso delle tartarughe d'acqua, conviene spazzolarlo con con uno spazzolino da denti, meglio se di tipo elettrico. Dato che il guscio bagnato è molto delicato quando, bisogna fare attenzione a non premere troppo. Meglio prediligere uno spazzolino con setole morbide, così che non ci sia il rischio di danneggiare il carapace. Nel periodo della muta, le squame del guscio possono cadere e una bella spazzolata aiuterà a rendere più rapido e funzionale il processo. Non bisogna insistere! Come per uno scrub femminile, è bene essere delicati e attendere che esse cadano da sole. Non fate l'errore di spazzolare anche la pelle della tartaruga perché potete causarle delle lesioni cutanee.

67

Asciuga la tartaruga

Una volta terminato il bagno, la tartaruga va sciacquata per bene. È chiaro che non si devono utilizzare detergenti o saponi durante il lavaggio, tuttavia un po' di acqua pulita per il risciacquo è molto gradita dall'animale. Abbiate sempre cura si tratti di acqua a temperatura adatta. Un risciacquo con acqua fredda potrebbe provocare anche una polmonite. L'asciugatura della tartaruga va fatta con accortezza per evitare un raffreddamento repentino. Una volta asciugata con un panno morbido apposito per lei, meglio se usa e getta, la tartaruga può essere riportata nel suo habitat naturale. Nei negozi di animali sono in vendita delle salviette per le tartarughe che renderanno più semplice l'operazione. In alternativa, utilizza un asciugamano vecchio.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le tartarughe vanno osservate: un colore del guscio inconsueto può essere indice di malattia. Rivolgiti ad un veterinario!
  • Attenzione a non lavare il rettile nel lavello di casa. Oltre che poco igienico per noi, infatti, la tartaruga è un animale a rischio Salmonella!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come nutrire una tartaruga d'acqua

Quante volte ci capita di andare in un negozio per animali e rimanere affascinati dalle creature che tengono in esposizione? Una di queste, che è possibile allevare anche in casa come inusuale animale da compagnia, è la tartaruga d'acqua. Richiedono...
Cura dell'Animale

Come pulire il guscio di una tartaruga d'acqua

Possedere un animale domestico è una fortuna che comporta, però, diversi obblighi. Gli animali, infatti, vanno curati e coccolati, soprattutto se si sceglie di adottarli e di farli vivere in casa con noi. Uno tra gli animali domestici più diffusi è...
Cura dell'Animale

Come nutrire una tartaruga di terra

Le tartarughe di terra, così come altre specie di piccoli rettili, sono sempre più diffuse come animali domestici: sono più facili da tenere di quelle d'acqua, in quanto non hanno bisogno di un laghetto o di un'apposita bacinella d'acqua, e si possono...
Cura dell'Animale

Regole da rispettare per garantire un buon letargo alla tartaruga

Le tartarughe sono degli esseri viventi che vanno in letargo ogni anno, ed in determinati periodi a seconda del luogo e del clima in cui vivono. Se dunque in casa abbiamo uno di questi esemplari, è importante consentirgli di andare in letargo, seguendo...
Cura dell'Animale

Come fare il bagno al coniglio

Il coniglio è un animale estremamente pulito e, passa parte del suo tempo a pulirsi accuratamente, quindi non necessariamente dovremmo pulirlo, se non spazzolarlo ogni tanto per eliminare i peli morti, durante le mute (in primavera/estate e in autunno)....
Cura dell'Animale

Come asciugare un cane dopo il bagno al mare

Anche i nostri amici a quattro zampe non vedono l'ora che arrivino le belle giornate d'estate. Per poter stare sdraiati sulla sabbia calda, schiacciare un pisolino e per tuffarsi in mare e refrigerarsi.Mentre attendiamo l'arrivo della bella stagione a...
Cura dell'Animale

Come comportarsi durante il letargo delle tartarughe

Le tartarughe, seguendo l'esempio di altri animali che vivono in ambienti temperati, durante la stagione invernale devono ritirarsi in letargo per non rischiare di avere, successivamente, problemi legati al metabolismo. Con l'arrivo della primavera riprenderanno...
Cura dell'Animale

I 10 animali più longevi del mondo

In condizioni di vita naturali gli animali raramente riescono a raggiungere la loro massima etá. A minare la loro longevitá concorrono infatti varie ragioni: dalle malattie ai predatori, dai cambiamenti climatici alla distruzione del loro habitat....