Come fare il bagno al coniglio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il coniglio è un animale estremamente pulito e, passa parte del suo tempo a pulirsi accuratamente, quindi non necessariamente dovremmo pulirlo, se non spazzolarlo ogni tanto per eliminare i peli morti, durante le mute (in primavera/estate e in autunno). Potrebbe capitare però che il vostro coniglio si presenti troppo sporco e maleodorante e, allora sarà necessario lavarlo. È fondamentale che qualora si maneggi il coniglio, si proceda delicatamente e, il momento in cui comincia a divincolarsi, state molto attenti perché un movimento brusco potrebbe causare slogature e fratture. I passi a seguire vi forniranno delle utili informazioni su come fare il bagno al coniglio.

27

Scegliere un ambiente piccolo per evitare sbalzi termici

Nel fare il bagnetto, evitate di fargli subire sbalzi termici o prendere freddo. È consigliabile quindi scegliere un'ambiente piccolo, come potrebbe essere il bagno, perché è uno dei punti più caldi della casa, raccolto, a scarsa dispersione di calore. Scegliete inoltre un momento di calma e pazienza, quando avete almeno un'ora e mezza da dedicargli, altrimenti si rischia di non fare bene il lavoro e di agitarlo. L'accettazione del bagno da parte del coniglio dipende molto dal carattere individuale: se non lo gradisce non insistete per non caricare la dose di stress.

37

Usare shampoo neutro

Per il bagnetto usate dello shampoo neutro delicato per bambini, che non faccia troppa schiuma, oppure un prodotto specifico, dermatologicamente testato sui gatti. Potete utilizzare il lavabo come bacinella oppure porre una bacinella sul fondo della vasca. Stendete un vecchio asciugamano sul fondo in modo che il coniglio faccia presa con le zampe e non scivoli. Mettete poca acqua calda nel recipiente, avendo cura che il coniglio sia immerso unicamente con le zampette, per 3 cm circa; evitate di fare entrare acqua nel naso e nelle orecchie.

Continua la lettura
47

Versare poco prodotto sul dorso

Dopo averlo inumidito per bene, versate poco prodotto sul dorso ed insaponate il coniglio, evitando la testa, limitandovi quindi alle sole zone sporche, zampette e sederino. Procedete poi al risciacquo mantenendo calmo il coniglio, magari accarezzandolo, rassicurandolo e coccolandolo. Versate acqua pulita sul suo manto e fate attenzione ad asportare ogni residuo di detergente, che in un secondo momento potrebbe risultare irritante.

57

Asciugare con cura con un phon

A questo punto, stendete un asciugamano su un ripiano ed uscite il coniglio dalla vaschetta. Asciugatelo con cura, prima tamponando con l'asciugamano stesso, poi frizionando con della carta assorbente, che aiuterà a togliere l'acqua dal pelo. Completate l'asciugatura con un phon tiepido, regolato al minimo della sua potenza, evitando di puntare direttamente su di lui il getto d'aria calda. Sarà consigliabile invece distribuire il calore tutto attorno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di far entrare acqua nel naso e nelle orecchie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un coniglio nano d'angora

Il coniglio nano d'Angora, essendo un animale da compagnia particolarmente delicato, necessita di non poche attenzioni da parte del proprio padrone. Per questo motivo, infatti, è difficile trovare tale animale allo stato brado. Una delle caratteristiche...
Cura dell'Animale

5 consigli per scegliere la lettiera del coniglio

Se in casa per la gioia dei nostro bambini intendiamo adottare un coniglio, è importante sapere che come il gatto, anche questo animaletto necessita di una lettiera per i suoi bisogni. Oltre al materiale che inseriamo all'interno quindi ghiaia, segatura...
Cura dell'Animale

Coniglio: i cibi da evitare

Ogni animale merita di avere le giuste attenzioni. Esso non è un giocattolo o un pupazzo e per questo bisogna prendersene cura in tutto e per tutto, incominciando dalla dieta. Un po' di attenzione nelle scelte alimentari, infatti, farà la differenza...
Cura dell'Animale

Come curare un coniglio in appartamento

Se avete deciso di ospitare in casa un coniglio, sappiate che questo piccolo e grazioso essere richiede, al pari di tutti gli altri animali domestici, una cura ed un'attenzione continua. Ecco perché ci vorrà un impegno notevole e un'organizzazione della...
Cura dell'Animale

Come misurare la temperatura di un coniglio

Quella di avere un coniglio come animale domestico è ormai diventata una vera e propria moda. È necessario ricordarsi che un animale domestico rappresemta un essere vivente a tutti gli effetti. E in quanto tale necessita di una buona dose di impegno...
Cura dell'Animale

Come trattare un coniglio ferito

È ormai diffusa la presenza di animali come conigli nani nelle nostre abitazioni. Sono animali molto delicati: bisogna avere molta cura di questi piccoli esseri viventi, poiché in caso contrario potrebbero ammalarsi e in alcuni casi anche morire. Quindi...
Cura dell'Animale

Come tagliare le unghie ad un coniglio da compagnia

Le unghie rappresentano delle strutture trasparenti con le quali terminano le dita di moltissimi animali, tra i quali, ovviamente, anche i conigli. Tali strutture rappresentano dunque una parte molto importante per un coniglio ed è dunque necessario...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura del coniglio

In Italia, al terzo posto tra gli animali domestici più diffusi, dopo cane e gatto, si trova il coniglio. È proprio così: sono in molti tra i nostri connazionali a scegliere questo buffo animaletto, che appartiene alla famiglia dei leporidi, come animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.