Come fare il certificato di morte del cane

Tramite: O2O 30/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa avete un cane piuttosto anziano e regolarmente dichiarato quindi con microchip, è importante sapere che in caso di decesso per legge è obbligatorio provvedere alla certificazione di morte presso l'ente preposto. In tal caso la procedura non è difficile, ma richiede un iter burocratico ben preciso. In riferimento a ciò, ecco una guida su come fare il certificato di morte del cane.

26

Occorrente

  • Documenti identificativi del cane
  • Pagamento competenze
36

Portare il corpo del cane dal veterinario

Quando un cane regolarmente dichiarato muore a casa, è innanzitutto necessario portare il corpo dal veterinario che come per gli esseri umani ne accerta l'effettivo decesso. Inoltre il medico è abilitato anche a compilare il certificato di morte che è necessario poiché va consegnato all'ASL di competenza territoriale precisamente alla sezione Servizi Veterinari che lo mette agli atti.

46

Firmare un apposito modulo

Il veterinario prima di compilare il suddetto certificato di morte deve quindi constatare l'effettivo decesso del cane, basandosi non solo sull'evidenza dei fatti ma anche verificare se è in regola con le normative vigenti. In particolare deve controllare se sul corpo dell'animale è stato regolarmente applicato il microchip, che in pratica rappresenta un documento in cui sono annotati tutti i dati identificativi del suo stato di salute, e far firmare poi al proprietario l'apposito modulo. Se invece il cane è molto malato ed intendete sottoporlo all'eutanasia, il suddetto medico vi obbligherà a firmare un documento di consenso per eseguire tale procedura. A margine di tutte queste informazioni indispensabili dal punto di vista burocratico, il veterinario vi chiederà anche alcune notizie in merito alla sua patologia oltre che informarsi se di recente abbia azzannato qualche persona. Infine l'ultima domanda riguarda la modalità di sepoltura che può essere la classica tumulazione o anche la cremazione.

Continua la lettura
56

Pagare una determinata tariffa per il certificato

Se tutti i documenti e le informazioni vengono ritenute sufficienti, il veterinario autorizza la sepoltura del cane e rilascia il certificato di morte previo il pagamento di una determinata tariffa che in genere è di tipo standard, ma che può variare in base alle direttive regionali ed oscilla tra i 30 ed i 35 euro. Infine è importante sottolineare che in alternativa al veterinario la certificazione può avvenire anche direttamente all'ASL di competenza e con la medesima procedura, oltre che con la compilazione di alcuni bollettini postali con importi prestabiliti in base alla località in cui l'ente sanitario opera.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

5 cose da fare con il tuo cane

Il cane è un animale particolarmente docile che si affeziona con facilità al proprio padrone. Ovviamente esistono delle differenze sostanziali tra le varie razze per quanto riguarda natura, comportamento e carattere. Tendenzialmente tuttavia, si può...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del cane

Il cane è un animale generalmente molto forte e resistente, ma anche lui può ammalarsi in modo più o meno grave. Per fortuna molte malattie vengono scongiurate dai vaccini, ma a volte non basta. Alcune patologie purtroppo colpiscono ugualmente i nostri...
Animali da Compagnia

Come gestire la convivenza tra cane e gatto

Se pensate di ospitare presso la vostra famiglia un esemplare di cane e uno di gatto, dovrete anche essere al corrente che si tratta di specie diverse fra di loro. La convivenza non sempre potrà quindi risultare del tutto pacifica. Ecco perché prima...
Animali da Compagnia

Come abituare cane e gatto insieme

Molte persone hanno un animale domestico, i più diffusi sono sicuramente cani e gatti. Di solito si tende ad evitare di tenerli in casa entrambi. È opinione comune che cani e gatti non possano convivere e che quindi chi cerca di adottare un gatto quando...
Animali da Compagnia

Come adottare un cane o un gatto

Adottare un animale domestico rappresenta senza dubbio una buona azione che vi invitiamo a compiere almeno una volta nella vita. Cani e gatti, si sa, sono tra i migliori amici dell'uomo e come tali vanno trattati. L'adozione di un amico a quattro zampe...
Animali da Compagnia

Come evitare le zuffe tra cane e gatto

La maggior parte delle persone considera cani e fatti come acerrimi nemici. Eppure, questi deliziosi animali possono convivere in maniera pacifica, specialmente se qualcuno sceglie di unirli ancora cuccioli. Coloro che adorano gli animali hanno il sogno...
Animali da Compagnia

Cane e gatto: come fare amicizia

Sin dai tempi più antichi, si è avuta la convinzione che i felini ed i canidi non avrebbero mai potuto fare amicizia, visto che, nell'immaginario comune, appaiono nemici naturali. Entrambe le specie comunicano sia attraverso l'emissione di versi che...
Animali da Compagnia

3 giochi da fare all'aperto con il cane

Giocare è per i cani un'attività che non ha solo finalità ludiche. Attraverso il gioco Fido impara a socializzare, ad essere obbediente, a reagire ai comandi e ad assecondare il proprio istinto, ragion per cui non può e non deve farne a meno. Chiunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.