Come fare le flebo a un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Alcune volte può capitare che il nostra gatto nonostante goda di un'ottima salute, perché controllato periodicamente dal veterinario con la somministrazione dei vaccini necessari a prevenire l'insorgere di malattie, può ammalarsi. In tal caso, bisogna intervenire sia con dei farmaci che con una flebo sottocutanea. A tale proposito ecco una guida, in cui verranno forniti alcuni utili consigli, su come fare le flebo a un gatto senza doversi recare dal veterinario.

25

Occorrente

  • Deflussore
  • Ago
  • Boccia della flebo
35

innanzitutto, è necessario conoscere gli attrezzi che dovranno essere utilizzati nel corso dell'operazione; infatti, saranno necessari un deflussore, un ago e la boccia della flebo che possono essere acquistati in farmacia o anche da un veterinario. Per appendere la flebo, bisogna utilizzare un supporto che per risparmiare, può essere anche un appendiabiti. Per quanto riguarda il medicinale, varia a seconda del problema che ha il gatto; in casi di gastroenterite ad esempio, sarà sufficiente una soluzione che permetta all'animale di riprendersi dalla sua disidratazione, se invece ha la febbre è necessario un antibiotico o un antipiretico.

45

Se il gatto da curare è agitato o nervoso, un consiglio è di fare la flebo dopo i pasti, in quanto è il momento in cui è più tranquillo; ovviamente, nel caso in cui il farmaco richieda una somministrazione a stomaco vuoto, dovranno essere rispettate tali indicazioni. Per iniziare bisogna inserire il deflussore nella boccia, che deve essere agganciato a qualsiasi oggetto utilizzato come supporto. Successivamente bisogna aprire la rondella che si trova lungo la cannula, in modo che il liquido potrà scendere lentamente, e sarà poi possibile verificare l'assenza di bolle d'aria. Terminata questa importante verifica, allora bisogna richiudere la rondella e inserire l'ago alla fine della cannula.

Continua la lettura
55

Successivamente, bisogna cercare di mettere il gatto con l'addome sulla superficie di un cuscino o di una coperta. Questa operazione renderà più semplice l'inserimento dell'ago, che dovrà avvenire al di sotto della nuca, e dopo dopo aver afferrato la pelle tra il dito indice e pollice della mano. L'inclinazione ideale dell'ago rispetto al corpo del gatto è di circa 45 gradi, per evitare di fargli sentire dolore. Adesso bisogna aprire la rondella per permettere al liquido di scorrere molto lentamente, e durante tale operazione conviene osservare il gatto per verificare eventuali comportamenti strani (ad esempio se si agita troppo), ed al termine chiudere la rondella e togliere poi l'ago con molta delicatezza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Prodotti indispensabili per la cura del gatto

Avete un gatto come animale domestico, però lo trovate infelice? Magari sta male per qualche motivo che nemmeno il vostro veterinario riesce a capire. Spesso la risposta sta nelle piccole attenzioni da dare al proprio gatto, dal tipo di alimentazione...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un gatto siamese

Se vogliamo occuparci di un gatto, dobbiamo tenere conto del fatto che un animale domestico ha bisogno di molte attenzioni e cure giornaliere. I gatti sono una buona alternativa ai cani. Si tratta di animali abbastanza indipendenti, anche se bisogna occuparsene...
Cura dell'Animale

5 motivi per portare il gatto dal veterinario

Avere un gatto in casa è una fonte di gioia incredibile. Tutti i padroni di gatti sanno quanta allegria danno con il loro gironzolare per le stanze sempre alla ricerca di un nuovo gioco da inventare. Ma avere un gatto è anche una responsabilità. Se...
Cura dell'Animale

5 cose da fare quando si trova un cane o un gatto abbandonato

Molto spesso ci si imbatte in ritrovamenti che stringono il cuore. È il caso di quando si trova un cane o un gatto abbandonato. In questi casi, occorre utilizzare la strategia migliore per affrontare la situazione nel modo più giusto. Siate innanzitutto...
Cura dell'Animale

Come limare le unghie al gatto

Meraviglioso gatto! Flessuoso e dal passo felpato, mostra a tutti un'aria enigmatica. Un attimo dopo diventa giocherellone rincorrendo una pallina. Si nasconde e sparisce. Poi si ritrova su mobile a fissare il padrone. Fa un balzo e scende. E magari si...
Cura dell'Animale

5 cose da non fare mai al gatto

Il gatto è uno degli animali più amati quando si tratta di aggiungere un nuovo membro alla propria famiglia. La caratteristica che lo contraddistingue rispetto agli altri animali domestici è la misteriosità, la sua perenne curiosità verso tutto quello...
Cura dell'Animale

Come comportarsi se il cane e il gatto litigano

Se siamo amanti degli animali e ci piacerebbe poter adottare sia un cane che un gatto, ma abbiamo paura che questi due animali insieme non riescano a convivere, non dovremo assolutamente preoccuparci. Su internet, infatti, potremo trovare tantissime guide...
Cura dell'Animale

Come fare lo shampoo a secco a un gatto

Fra tutti gli animali domestici, il gatto è sicuramente quello più pulito in assoluto. Se ci soffermiamo a guardarlo attentamente, possiamo notare quanto tempo dedica per effettuare le sue continue pulizie personali. Se il nostro micio fosse un gatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.