19

Come fare per mantenere bello e sano il pelo del cane

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Amare il proprio animale domestico significa avere cura di lui. Grazie a delle accortezze il nostro cane avrà un pelo lucido, florido e ben curato. La difficoltà a mantenere bello e sano il pelo del cane dipende dalla razza, dall'età e dalle condizioni di salute del cane. Anche il pelo del nostro amico a quattro zampe necessita di attenzioni e di amore. Il nostro cane potrà sfoggiare un pelo che eccelle in morbidezza e in colore, oltre ad essere soffice al contatto. Ma sappiamo davvero come fare? Scopriamolo insieme.

29

Occorrente

  • Bicchiere di aceto di mele
  • Un cucchiaino di olio d'oliva
39

Portare il cane nei numerosi centri specializzati

Esistono numerosi centri specializzati nella cura della cute e del pelo del cane. Anche alcuni ambulatori veterinari forniscono servizi di toelettatura e trattamenti particolari, oltre a diagnosi e terapia per eventuali patologie che impediscono la rigogliosa crescita del manto del cane. Il controllo periodico da uno specialista è una buona prassi, per chi vuole assicurare una buona salute al proprio cane.

49

Spazzolatura

La spazzolatura, oltre a dare piacere al cane, provvede a tenere pulito il suo manto. Fatta costantemente, elimina i peli superflui e lo sporco che si annida tra di essi. La frequenza dipende dal tipo di pelo del cane. Per razze di cane a pelo lungo è necessario un passaggio completo di spazzola due volte a settimana. Invece per le altre razze di cane è sufficiente una volta a settimana. Essendo una pratica molto gradita dal cane, non è un problema farla più spesso. Il pelo non si rovina affatto, anzi ne trae ulteriore giovamento.

Continua la lettura
59

Utilizzare saponi delicati

Spesso il cane può emanare odori sgradevoli. Essi provengono proprio dal pelo del cane. Per questo motivo dobbiamo prestare particolare attenzione all'odore che il manto del cane emana. Il cattivo odore viene causato, senza dubbio, dall'annidamento di batteri e di sporco tra la cute ed il pelo del cane. Esiste un rimedio anche per questo, il bagno. Alcuni cani odiano fare il bagno, altri partecipano con immenso piacere. È fondamentale abituare il cane a lavaggi periodici. Soprattutto per assicurare al cane maggiore benessere. Per il bagno del cane possiamo utilizzare saponi delicati adatti per la cute, sotto consiglio di un esperto veterinario, oppure detergenti naturali. Ad esempio, aggiungiamo all'acqua del catino un bicchiere di aceto di mele. L'aceto ha una duplice funzione: rende il pelo profumato e tiene lontane mosche ed insetti. Questo metodo è particolarmente efficace in estate.

69

Corretta alimentazione del cane

Prestiamo particolare attenzione all'alimentazione del nostro cane. L'alimentazione del cane deve essere corretta e bilanciata in vista di ottenere un pelo bello e sano. Diamo al cane cibo ricco di apporti proteici e acidi grassi che forniscono forza e lucentezza al pelo del cane, costituito principalmente da proteine. Anche qui possiamo intervenire con un rimedio naturale e casalingo. Aggiungiamo un cucchiaino di olio extravergine d'oliva nella ciotola del cane mescolandolo con il cibo secco o umido.

79

La salute influisce lo stato d'animo

La salute del cane influisce notevolmente sul suo stato d'animo e felicità. Come abbiamo visto finora le cure sono essenziali e semplici, basta davvero poco. Se noi lo facciamo stare bene il cane sarà riconoscente e ci riempirà di attenzioni ed affetto.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per la pulizia del cane rivolgiamoci a centri attrezzati e specializzati
  • Forniamo al cane cibo ricco di proteine ed acidi grassi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
18

Come infoltire il pelo del cane

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori che sono amanti dei loro amici pelosetti a quattro zampe e capire come e cosa fare per poter infoltire il pelo del proprio cane, nella maniera corretta e piú sana possibile. Iniziamo subito questo pratico ed utile articolo, con il dire che il pelo del cane viene rinnovato un paio di volte l'anno, in primavera e in autunno. Questo è un fenomeno fisiologico al quale è stato dato il nome di muta. Infatti, durante questo periodo, il cane inizia a perdere una gran quantità di pelo per rinnovare il manto. La perdita di pelo della muta può causare qualche disagio al proprietario, ma si tratta solo di un fenomeno normale e transitorio. Durante la muta il cane non rimane "nudo", ma il pelo perso viene immediatamente sostituito da quello nuovo in crescita. Ma in questi casi come aiutare il nostro amico scodinzolante ad infoltire il pelo, in attesa che ricresca quello nuovo? Seguite questa guida e lo scoprirete. Infatti, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come infoltire il pelo del cane, fornendovi tutte le informazioni necessarie per compiere questa operazione. Vediamo quindi come procedere.

28

Occorrente

  • Omega 3 e 6
38

I cani che vivono in giardino presentano un periodo di muta molto più breve rispetto ai cani che vivono in un appartamento, i quali, a causa del calore e della luce artificiale, hanno una muta che si prolunga oltre la stagione normale, quindi appena termina una muta ne inizia subito un'altra. Durante questo periodo, i veterinari consigliano di spazzolare spesso il pelo del cane, soprattutto se è a pelo lungo, in modo da rimuovere il pelo morto. Difatti, una spazzolatura costante, agevola la rimozione del pelo morto ed impedisce che si formino nodi, i quali sono molto difficili da districare (e dolorosi per il cane quando si tenta di toglierli).

48

La frequenza della spazzolatura dipende dal tipo di pelo del cane: se il pelo è corto, è sufficiente una volta alla settimana, mentre se il pelo è lungo, è necessaria una spazzolatura quotidiana. Per dare una mano al suo infoltimento o migliorare l’aspetto del pelo è necessario intervenire anche sull’alimentazione.

Continua la lettura
58

Verificate quindi che sia ricca di grassi animali e fate in modo di somministrare dell’olio di fegato di merluzzo: questo aiuta ad infoltire il pelo nel caso appaia un po' “svuotato” o il cane abbia dovuto subire un intervento per il quale si sia resa necessaria la rasatura. Se la perdita del pelo è particolarmente estesa, potreste anche farvi prescrivere dal veterinario la carnitina.

68

Tra i medicinali da banco, somministrabili anche senza ricetta veterinaria, ci sono anche delle compresse vitaminiche acquistabili in farmacia. Particolarmente consigliata è l’integrazione della vitamina H, ossia la biotina, di cui l’assunzione alimentare è solitamente carente. La dose consigliata è indicata sulla confezione e varia a seconda del peso dell’animale. Utili, in alternativa, anche le tavolette di lievito di birra; possono essere utilizzate anche quelle per uso umano, più facilmente reperibili al supermercato nel reparto integratori o simili, rinforzano il pelo del cane, lo lucidano e migliorano il transito intestinale.

78

In linea generale comunque è bene considerare che gli integratori non hanno degli effetti miracolistici specifici per la crescita del pelo; aiutano certamente il pelo ad essere più lucido, più folto, più sano ma soddisfano delle aspettative prettamente estetiche. Tra gli integratori più efficaci ci sono quelli a base di Omega 3, 6, acido linoleico e vitamina E. Cerchiamo di eseguire alla lettera tutti i consigli che sono presenti nella segurby guida, perché solo in questo modo il risultato che otterremo sarà veramente unico e duraturo. Ricordiamo sempre di mettere al primo posto la salute ed il benessere del nostro cane o qualsiasi altro animale abbiamo in casa, che vive con noi.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Poter avere un cane con un pelo abbastanza folto è molto utile ed anche bello.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
16

Come sciogliere i nodi del pelo del cane

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Per prevenire la formazione di nodi del pelo del cane, soprattutto se ha il pelo lungo, è opportuno pettinarlo spesso con le spazzole adatte e lavarlo, di tanto in tanto, utilizzando balsamo ed altri prodotti specifici per la cura del manto. Per i cani con il pelo corto, è meglio utilizzare un guanto in setola, mentre per gli animali con crine lungo, è preferibile utilizzare un pettine a denti larghi distanti tra loro circa 3 mm. Leggete la guida per sapere come sciogliere i nodi del vostro cane.

26

Occorrente

  • Guanto di setola
  • Pettine a denti larghi
  • Balsamo
  • Phon
  • Acqua tiepida
  • Tronchesina
36

Anzitutto, se toccando i nodi con le dita vi accorgete che risultano essere morbidi, vuol dire che potete salvare il pelo e che non occorrerà rasarlo. Iniziate a sciogliere i nodi con le dita e dopo averli ammorbiditi, preparate un bagno con acqua tiepida; è importante che l'acqua non sia eccessivamente calda. Se il cane ha paura, non lavatelo con forza, ma cercate di fargli prendere confidenza con l'acqua bagnandolo un po' alla volta. Utilizzate i prodotti precedentemente elencati, acquistabili nei grandi centri commerciali o presso un negozio per animali. Sciacquate bene, togliendo il resto del prodotto, per evitare l'ulteriore formazione di nodi.

46

Successivamente, asciugate il pelo con il phon, e pettinatelo amorevolmente con un pettine di metallo. Se facendo il bagno all'animale non aveste risolto del tutto il problema, aspettate il prossimo lavaggio per ripetere il procedimento. Alle volte, sempre nei cani con il pelo lungo, si formano nodi nella zona dei genitali e dietro le orecchie. Queste sono sicuramente delle parti molto delicate, ed in questo caso, sarà opportuno recarsi da un bravo toelettatore. Non agite incoscientemente provando a tagliare con una forbice la matassa di pelo, poiché rischiereste di tagliare la pelle dell'animale, procurandogli dei traumi e delle paure difficili da superare.

Continua la lettura
56

La conseguenza peggiore sarà quella che non cercherà di farsi toccare e pettinare come prima. Se il cane vive quasi sempre in casa, occorrerà tagliare periodicamente le unghie con una tronchesina. I pavimenti di marmo e comunque quelli interni, tendono a farle crescere più rapidamente, se l'animale esce poco fuori e non ha la possibilità di "consumarle". Se si trascura questo fattore, il cane arriverà al punto di avere male alle zampe e di camminare in modo scorretto. Anche l'igiene delle orecchie ha la sua importanza: infatti, se si trascura l'igiene interna dell'apparato auricolare, si potrebbero formare gravi infiammazioni a causa della sporcizia accumulata. Una pulizia quotidiana eviterà il peggio.

17

Come mantenere lucido il pelo del vostro cane

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

La lucentezza e la morbidezza del mantello canino sono indice di un buono stato di salute e di una dieta alimentare perfettamente equilibrata. Tramite il pelo, il vostro cane si difende dagli attacchi degli agenti esterni, allontanando il rischio di contrarre alcune patologie immunitarie della pelle. Tuttavia, gli scompensi ormonali, i parassiti, la diarrea cronica, i disturbi digestivi o anche l'obesità possono alterare il suo aspetto. Rendendolo particolarmente opaco, esponendo fido a malattie come forfora, seborrea, perdita eccessiva di pelo (non legata alla classica muta) o ad altri piccoli malesseri a carattere temporaneo. È fondamentale pertanto mantenere lucido il manto del vostro amico a quattro zampe, non solo per un fatto estetico, ma soprattutto per garantirgli una vita più sana. Basteranno alcuni semplici accorgimenti quotidiani, che vanno dalla cura dell'alimentazione all'igiene e toelettatura, per ottenere ottimi risultati sin da subito. Con questa guida vedremo come mantenere lucido il pelo del vostro cane.

27

Occorrente

  • spazzola
  • shampoo per cani
  • olio vegetale, uovo, aceto di mele, lievito di birra
37

Una corretta ed equilibrata alimentazione è fondamentale per dare lucentezza e morbidezza al manto. Evitate di dare al cane scarti di cucina e nutritelo scegliendo preferibilmente cibo di ottima qualità. In commercio si trovano tanti prodotti di indubbie proprietà che garantiscono un buon apporto di proteine (tra cui la metionina e la cisteina che forniscono il 30% del fabbisogno giornaliero necessario per la crescita del mantello), amminoacidi e grassi essenziali. La carenza di almeno uno di questi importantissimi elementi può causare la comparsa di un pelo fragile, con difficoltà ad infoltirsi ed opaco. Il quantitativo di ogni pasto andrà studiato con l'aiuto del veterinario di fiducia, in base allo stile di vita del vostro amico a quattro zampe, la razza e le dimensioni.

47

Per la sua igiene, evitate shampoo troppo aggressivi che possano irritare la cute. Prediligete quelli specifici per cani, avendo molta cura di risciacquare, eliminando ogni residuo di sapone. È inoltre molto importante spazzolare quotidianamente il mantello con una spazzola dalle setole dure. Procedendo nel verso del manto. Cercando di raggiungere, nel caso fido avesse il pelo lungo, anche la parte più profonda chiamata sottopelo. Evitando di traumatizzare la cute.

Continua la lettura
57

Potrebbe essere utile, inoltre, integrare alla dieta almeno una volta a settimana un uovo crudo, una pastiglia di lievito di birra, facilmente reperibile anche in farmacia e dell'olio vegetale. Infine, passate sul manto, due volte al mese, un panno imbevuto di aceto di mele. Questo accorgimento aiuterà anche a neutralizzare le pulci e rilasciare una piacevole profumazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il cane è uno di famiglia, trattatelo come tale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.