Come fare riprodurre i pappagallini inseparabili

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I pappagallini inseparabili sono degli uccellini davvero graziosi che hanno un aspetto colorato e si contraddistinguono perché sono in coppia stabile e uniche. Non bisogna separarli e si possono allevare all'esterno o in casa a seconda degli spazi. Per potersi riprodurre hanno comunque bisogno di accorgimenti specifici che andremo a indicare in questa guida. Cominciamo questa guida su come fare riprodurre i pappagallini inseparabili passo per passo e quali sono gli accorgimenti da non dimenticare.

24

La caratteristica

La caratteristica principale dei pappagallini inseparabili è la loro tendenza a stabilire un legame indissolubile col partner, proprio per questo son conosciuti come "gli uccelli dell'amore". Bisogna quindi tenerli preferibilmente in coppia, se vengono separati subito una variazione del comportamento. Gli inseparabili son inoltre dei pappagalli non facili da accoppiare, bisogna quindi accertarsi che la coppia sia ben affiatata per ottenere degli ottimi risultati. Per quanto riguarda la loro riproduzione bisogna anzitutto sapere che il periodo riproduttivo varia a seconda dell'aria geografica, ma per l'Italia il periodo principale va da Settembre a Maggio, per il resto a seconda delle zona interessate.

34

Il nido

Anzitutto i nostri pappagalli hanno bisogno di un nido confortevole. Nel momento in cui introduciamo nella gabbia il nido la coppia si preparerà per la riproduzione. Gli agapornis sono comunque ottimi costruttori di nidi e noi possiamo offrirgli come materiale dei rametti di salice, giunco, paglia o olivo. Per stimolare la riproduzione invece andremo ad aumentare un po' le calorie della dieta, non deve mancare quindi il pastoncino giallo all'uovo, pomodori, verdure e un importantissima vaschetta per il bagnetto, fondamentali per poter indurre i pappagalli all'accoppiamento.

Continua la lettura
44

L'accoppiamento

Non forzate gli uccellini basta farli riprodurre tre o quattro volte nell'arco dell'anno. La femmina depone dalle quattro alle cinque uova, la cova dura invece circa tre settimane ed è un'operazione di cui si occupa solo la femmina. Il maschio interviene una volta nati i piccoli per cominciare a nutrirli fino allo svezzamento e aiutare la mamma a crescerli. I nostri pappagallini hanno inoltre bisogna di un clima asciutto e tranquillo, proprio per questo è utile porre la gabbia in un posto tranquillo per non procurare stress ai nostri uccellini. Sembrano cose superficiali ma bisogna stare bene attenti per poter ottenere il risultato tanto atteso, ossia la riproduzione e successivamente la nascita dei piccoli pappagallini. Una volta imparato tutto ciò non vi resta che acquistarli e tenerli sotto controllo per farli accoppiare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Pappagallini inseparabili: alimentazione e cura

I pappagallini inseparabili rappresentano, sicuramente, una delle specie maggiormente diffuse nelle abitazioni, come piccoli animali domestici. In questa breve ma esauriente guida vi forniremo qualche interessante consiglio, attraverso vari passi, per...
Volatili

10 consigli per nutrire gli agapornis

Gli Agapornis, adorabili pappagallini di provenienza tropicale, subtropicale. Comunemente chiamati "gli inseparabili" per il tipico stile di vita familiare che adottano sin da cuccioli. Se avete deciso di adottare una coppia di questi dolcissimi uccellini...
Volatili

Come far riprodurre in cattività una coppia di cocorite

La cocorita o pappagallino ondulato (Mellopsittacus undulatus), è il pappagallo più comunemente venduto in tutto il mondo come uccello domestico. Si tratta di un pappagallo di piccole dimensioni, originario dell'Australia: gli esemplari selvatici presentano...
Volatili

Le malattie più comuni dei pappagallini

Tra gli animali domestici, i pappagallini sono molto gettonati: sono di compagnia ed è abbastanza semplice gestirli. Tuttavia, come tutti gli uccelli, sono animali delicati: anche loro possono presentare delle malattie che, se non curate in tempo, possono...
Volatili

Cocorite: alimentazione e cura

I parrocchetti ondulati, più conosciuti con il nome di cocorite, sono fra gli animali da compagnia più simpatici ed intelligenti. Si tratta di un piccolo pappagallo originario dell'Australia, che da adulto può raggiungere i 15 centimetri di lunghezza...
Volatili

Come capire se il pappagallino sta male

Scegliendo di portare in casa un pappagallo, ci si fa carico anche della grossa responsabilità di mantenerlo e prendersene cura nel migliore dei modi. E per quanto questo sia vero per tutti gli animali da compagnia, per i pappagalli diventa ancora più...
Volatili

Come allevare i calopsite

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano i 30 cm) e con un piumaggio tra le tonalità del grigio, giallo e bianco,...
Animali da Compagnia

Uccelli da compagnia: come scegliere quello giusto

Gli uccelli sono delle creature molto socievoli, che possono diventare anche degli ottimi esemplari da compagnia. Gli uccelli inoltre sono noti, per avere una vita straordinariamente lunga che può arrivare anche fino a 100 anni. In questa guida vediamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.