Come fare se il cane mangia i fili elettrici

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il cane, si sa, è il migliore amico dell'uomo, ma in alcune occasioni, molto spesso, fa davvero di tutto per diventare il nostro peggior nemico. Una situazione molto comune si ha quando il cane decide di mangiarsi i fili elettrici. Leggendo questa semplice guida, attraverso anche una serie di utili e semplici passaggi, scopriremo che basta davvero poco per far perdere questo brutta abitudine al nostro cucciolo, e in questo caso, potremo davvero affermare che il detto "il lupo perde il pelo ma non il vizio", è falso. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • prodotti da applicare sui fili (neem o pasta di peperoncino)
  • bastoncini
  • giocattoli
  • peluche
36

I fili elettrici

Innanzitutto, una delle peggiori abitudini degli animali è certamente quella di rosicchiare i fili elettrici che trovano davanti a se. Oltre ai più comuni conigli, anche i cani sono protagonisti di queste vicende. La prima operazione da compiere per evitare questi spiacevoli inconvenienti, è sicuramente quella di nascondere il più possibile i cavi. Disponiamoli ad altezze a cui sappiamo che il nostro cane non potrà mai arrivare, come ad esempio, dietro i mobili oppure al di sopra di uno scaffale. In commercio, esistono addirittura dei "tubi" (contenitori) in cui possiamo raccogliere tutti i cavi, così da non essere più una facile "preda" per il nostro animale.

46

Le unghie

L'alternativa a ciò, è rendere spiacevolissima l'esperienza del mangiucchiare i fili. Come noi essere umani abbiamo il vizio di mangiare le unghie e per smettere, in casi estremi, possiamo acquistare dei prodotti da applicare sulle unghie, così per i cani. In erboristeria infatti, è possibile acquistare dei particolari oli (neem o pasta di peperoncino) con cui cospargere i fili. In alternativa, potete disciogliere del bicarbonato con acqua e limone. Quando il cane andrà a mangiucchiare i fili, il suo palato sarà tutt'altro che soddisfatto. Naturalmente, queste sostanze sono assolutamente innocue per i nostri animali.

Continua la lettura
56

I bastoncini

Successivamente, un altro trucco che potrebbe far perdere il vizio di rosicchiare i fili al nostro amico a quattro zampe, è quello di far provare noi stessi nuove esperienze al nostro cane, ossia invogliandolo a rosicchiare bastoncini, giocattoli e anche peluche. Questi, dimenticheranno i fili elettrici perché troveranno maggior gusto nel mangiucchiare quegli oggetti adatti a loro. Disponiamo per la casa dei fili di corda abbastanza spessi. Sporchiamoli con sapori a lui piacevoli, così che si avvicinerà e si affezionerà. Nei giorni a seguire, siamo sicuri che egli non cercherà più i cavi elettrici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come fare se il cincillà mangia i fili elettrici

I cincillà sono piccoli roditori originari del Sud America. Il loro principale elemento di fascino è la pelliccia morbidissima e folta. Sono entrati nelle case come ottimi animali da compagnia. Se fanno amicizia con l'uomo diventano amorevoli. Ma...
Cura dell'Animale

5 consigli per la cura della cavia

La cavia è un adorabile roditore originario del Sud America. È molto simpatico ed è capace di instaurare un profondo legame con i suoi padroni. Prendersi cura di una cavia è facile, non è un animale di molte pretese. Tuttavia, come ogni animale,...
Animali da Compagnia

Come capire se il tuo cincillà è felice

La guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno si occuperà di animali. Nello specifico, come avrete ben compreso tramite la lettura del titolo che abbiamo posto alla guida stessa, di roditori, in quanto proveremo a spiegarvi Come capire se...
Cani

Come nutrire un cane che non mangia

Talvolta può capitare che il cane non mangia e mostra una forma di inappetenza verso il cibo. Ciò può destare la preoccupazione del padrone, abituato a vederlo consumare il pasto con tanto piacere e golosità. È necessario innanzitutto individuare...
Animali da Compagnia

Cosa fare quando il coniglio non mangia

Il coniglio è un animale molto delicato, che bisogna tenere costantemente sotto controllo. Nel momento in cui esso non mangia, è meglio recarsi presso il proprio veterinario di fiducia. Non attendete una diagnosi veloce. Di fatti saranno necessarie...
Gatti

Come fare se il gatto mangia le piante

La guida che verrà impostata nei tre passi che seguiranno questa breve introduzione, avrà come soggetto protagonista il gatto. Il nostro amico a quattro zampe, molto spesso, mangiucchia qua e là qualche oggetto in giro per la casa, aspetto pericoloso...
Cani

5 motivi per cui il cane mangia l'erba

I cani amano correre tra i prati e passare molto tempo all'aria aperta e certamente, durante le vostre passeggiate, vi sarà capitato di osservare che a volte si soffermano per lunghi periodi a masticare i fili d'erba, specialmente quelli più lunghi...
Cani

Come Insegnare Al Cane A Non Mangiare In Continuazione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono appassionati di animali e nello specifico dei cane, a capire come e cosa poter fare per insegnare al proprio cane, a non mangiare in continuazione. Si sa che un cane, può essere più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.