Come fare un bagno antiparassitario al cane

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con l'arrivo della primavera, qualsiasi amante degli animali inizia a programmare passeggiate e attività all'aria aperta con il proprio amico a quattro zampe. La tanto attesa bella stagione, però, porta non soltanto innumerevoli occasioni di divertimento, ma anche alcuni spiacevoli problemi per il nostro animale: zecche, pulci, pidocchi e zanzare sono i principali parassiti che possono attaccare il nostro amico tutto l'anno, ma soprattutto nel periodo che va da marzo a ottobre. Essi trovano terreno fertile nel pelo del cane, causando quale sintomo più comune ed evidente un fastidioso prurito. Tuttavia oltre al prurito si potrebbero anche evidenziare eczemi sulla pelle, perdita del pelo, allergie, fino ad arrivare, in casi più gravi e avanzati, a vere e proprie malattie anche molto serie. È quindi importante cercare di prevenire il contatto tra il nostro amico e questi ospiti sgraditi. Se seguite attentamente i passi di questa guida vi sarà spiegato come fare un bagno antiparassitario al cane.

27

Occorrente

  • shampoo o lozione antiparassitaria
  • bacinella, mastello, vasca da bagno o piatto doccia nel quale immergere il cane
  • vecchi asciugamani e/o phon
  • spazzole per il pelo
  • guanti usa e getta in lattice
37

Preparazione

Se dobbiamo fare il bagno antiparassitario al nostro cane, è necessario prima di tutto procurarsi uno shampoo specifico. Nonostante questi prodotti si trovino liberamente in commercio, si tratta solitamente di veri e propri medicinali veterinari, per cui è sempre opportuno consultarsi con il proprio veterinario di fiducia. In alternativa ai prodotti a base chimica, si possono acquistare detergenti a base di principi attivi naturali e oli essenziali (quali olio di Neem, olio di lavanda, piretro ecc.), particolarmente indicati se il cane ha la pelle sensibile.È consigliabile utilizzare sempre guanti usa e getta in lattice per evitare il contatto tra il prodotto antiparassitario e la nostra pelle.
Dobbiamo poi individuare il luogo adatto per lavare il nostro cane: se si ha a disposizione un giardino o un cortile, sarà sicuramente più semplice ripulire al termine dell'operazione, tuttavia gli ambienti esterni sono spesso serviti dalla sola acqua fredda. In casa la scelta ricadrà ovviamente sulla stanza da bagno o, se disponibile, sul locale lavanderia: in entrambi i casi è opportuno adottare qualche accorgimento per evitare che i peli del cane scendano negli scarichi, rischiando di intasarli (si può ad es. Posizionare una reticella sullo scarico per trattenere i peli). Una volta scelto il luogo, portiamo qui tutto l'occorrente.
Infine, leggiamo attentamente le istruzioni d'uso del prodotto antiparassitario e assicuriamoci di avere almeno un'ora di tempo a disposizione.

47

Prima fase

Ora che tutto è pronto, portiamo il nostro cane nel luogo deputato e controlliamo accuratamente il pelo e la pelle, aiutandoci con le spazzole: oltre a eliminare il pelo morto in eccesso, possiamo in tal modo osservare se ci sono controindicazioni al trattamento antiparassitario (ad es. Presenza di irritazioni o lesioni della pelle). È assolutamente sconsigliato rimuovere eventuali zecche presenti strappandole dalla pelle o cercando di stordirle con alcool o solventi.
Facciamo entrare il cane nella bacinella o nel mastello (o direttamente nella vasca da bagno o piatto doccia) e bagniamo il pelo abbondantemente con acqua tiepida, assicurandoci di raggiungere anche la cute. Seguendo le istruzioni riportate sulla confezione dello shampoo antiparassitario, applichiamo il prodotto sul dorso del cane, sulle zampe, sulla testa e sulla pancia, curando di evitare la zona degli occhi. Massaggiamo quindi il prodotto su tutto il corpo per formare la schiuma.

Continua la lettura
57

Seconda fase

Mentre massaggiamo il nostro animale prendiamocela comoda, in modo da lasciare agire la soluzione sulla cute del cane per almeno dieci minuti, il tempo che i parassiti vengano a contatto con il medicinale. Una volta trascorso il tempo necessario, risciacquiamo abbondantemente la cute per eliminare i residui di soluzione presenti. Ripetiamo lo stesso trattamento nello stesso modo per la seconda volta. Possiamo quindi asciugare e pettinare il nostro amico a quattro zampe. Per asciugarlo si può adoperare il phon, impostandolo a bassa temperatura e tenendolo a distanza dal pelo, oppure tamponarlo con un asciugamano e metterlo al sole. Non dimentichiamo che tra il bagno e l'applicazione di altri prodotti antiparassitari devono trascorrere almeno sei giorni, per non sensibilizzare troppo la pelle agli agenti chimici.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Anche se molti cani si mostrano entusiasti di tuffarsi nelle pozzanghere e nei ruscelli, il momento del bagno non è altrettanto amato. Ricordiamoci di essere pazienti e di premiare il cane a fine operazione!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come preparare un antiparassitario naturale per il proprio cane

Una delle problematiche più comuni da affrontare per il proprio cane è quella dei parassiti. Per questo scopo in commercio si possono trovare davvero una serie infinita di prodotti, ma tutti hanno in comune il fatto di essere preparati con dei prodotti...
Cani

Come scegliere un antiparassitario per cani

Per chi ama i cani, il pericolo maggiore viene dai parassiti in quanto possono trasmettere malattie molto gravi e in alcuni casi anche mortali. Generalmente i parassiti sono suddivisi in due grandi categorie: quelli che si limitano solo ad attaccare ed...
Cani

Consigli per proteggere il cane dalle zanzare

Il cane, ha bisogno di un antiparassitario per essere protetto da zanzare, zecche, pulci e altri insetti. In commercio ce ne sono molti. Chiediamo consiglio al nostro veterinario, affinché possa indirizzarci verso il più indicato per il nostro cagnolino....
Cani

Come creare un antipulci naturale per il tuo cane

Se il tuo cane ha le pulci puoi trattarlo con un antiparassitario chimico appositamente acquistato in farmacia o dal veterinario, se invece il tuo cane ha una vita sedentaria non andando mai in giardino e vivendo stretto contatto con i tuoi figli, allora...
Cani

Come Usare Il Pettine Antipulci per il vostro cane

Se il vostro cane ha le pulci e si vogliono eliminare in maniera sicura ed approfondita è opportuno provare con l'apposito pettine Antipulci. Se esso viene utilizzato correttamente si può effettuare una pulizia meticolosa. Inoltre, così facendo è...
Cani

Come liberare il cane dalle pulci

Prima di sapere come liberare il cane dalle pulci cerchiamo di capire cosa sono questi animaletti che lo infettano. Le pulci sono dei parassiti che si attaccano e succhiano il sangue al nostro cane. Inizialmente il problema delle pulci lo si riscontrava...
Cani

Come eliminare le zecche dal cane

Almeno una volta durante la loro vita i cani prendono una zecca. Anche se vengono prese delle precauzioni questo insidiosissimo insetto si infila tra i peli dell'amico a quattro zampe. Non è sicuramente una questione di pulizia, ma incide l'ambiente...
Cani

5 consigli pratici sull'igiene del cane

Se siete i fortunati padroni di una cane, sappiate che il vostro amico a quattro zampe ha bisogno di tutto il vostro amore e la vostra considerazione. Tuttavia, questi bellissimi sentimenti da soli non bastano e bisognerà farsi carico anche di tutta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.